sospiri lorenzo 010715

Comunicato stampa Capogruppo regionale FI Sospiri su esito elezioni nella Provincia di Pescara

Il centro-destra c’è e l’esito delle elezioni amministrative nella provincia di Pescara lo ha dimostrato con una promozione a pieni voti: la conferma dei sindaci di Picciano, Vincenzo Catani, Collecorvino, Antonio Zaffiri, e Civitella Casanova, Marco D’Andrea, sono la prova dell’ottimo lavoro svolto sul territorio da chi ha saputo e saprà ben amministrare. C’è rammarico per la sconfitta registrata a Popoli, nonostante lo straordinario impegno dell’amico Mario Lattanzio, ma ovviamente continueremo a lavorare portando avanti tutte le battaglie già aperte, a partire da quella per salvare l’ospedale e il diritto alla salute dei cittadini. Ma è ovvio sottolineare la straordinaria vittoria ottenuta a Manoppello e Penne, con Giorgio Di Luca e Mario Semproni, due territori dove il Presidente D’Alfonso si è impegnato personalmente perdendo in maniera clamorosa e addirittura arrivando terzo con i propri candidati, scoprendo oggi un’amara realtà: il popolo non ha l’anello al naso e ha smesso da tempo di credere alle sue false promesse. Da oggi sui due territori comincia un duro lavoro, per cercare di rimettere in sesto due città disastrate, ma vigilando affinchè il Governatore D’Alfonso mantenga le roboanti promesse sciorinate nei mesi della campagna elettorale, promesse ribadite a ogni incontro pubblico e che noi abbiamo opportunamente registrato”. È il commento a caldo del Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri sull’esito delle elezioni amministrative nella provincia di Pescara.

E’ andata benissimo, abbiamo confermato i nostri consensi riuscendo a strappare alla mal-amministrazione del Pd due territori, come Penne e Manoppello – ha ribadito il Capogruppo Sospiri -. Nonostante la presenza costante del Governatore su territori come Picciano, Collecorvino e Civitella Casanova, gli elettori hanno confermato la propria fiducia nei confronti di tre sindaci che hanno ben governato difendendo i diritti della gente e mantenendo fede ai propri impegni. Ci spiace per il risultato di Popoli, dove purtroppo i cittadini, ancora una volta, hanno creduto alle bugie del Pd, nonostante la chiusura di un ospedale, che significherà il de profundis economico per quella fetta di territorio, esponendo i cittadini a gravi rischi sotto il profilo sanitario, non potendo più contare su un pronto soccorso e sulla disponibilità di reparti per l’emergenza. Ringraziamo l’amico Mario Lattanzio per il proprio impegno e per aver combattuto con noi e ovviamente non riteniamo conclusa la nostra presenza sul territorio, anzi da oggi inizierà un’opposizione serrata, forte, per difendere ancora i diritti dei cittadini e prima o poi libereremo anche Popoli. E intanto ci pare ovvio sottolineare il valore che oggi assume la vittoria di consensi registrata a Penne e a Manoppello, due delle città in cui il Governatore D’Alfonso si è più speso personalmente nelle ultime settimane, facendosi garante con una pioggia di promesse, ma l’elettorato, giustamente, non gli ha creduto. Ed era impossibile farlo dopo che in meno di due anni, specie a Penne, lo stesso Governatore ha chiuso l’ospedale e si è dimostrato incapace di affrontare la grave crisi economica-occupazionale derivante dalla chiusura delle aziende del posto, senza dimenticare il disastro amministrativo lasciato dal sindaco uscente. L’espressione dell’elettorato rappresenta una ‘mozione’ di sfiducia proprio nei confronti del Presidente D’Alfonso, i cui candidati sono arrivati addirittura terzi sia a Penne che a Manoppello, segno di un popolo che non ce la faceva più dello strapotere di un Pd arrogante e inconcludente. Il nostro lavoro sui due territori comincia oggi: dovremo capire l’entità delle macerie lasciate e come intervenire, portando avanti la dura battaglia per salvare il ‘San Massimo’ e per garantire la tutela dei territori. In particolare vigileremo affinchè il Governatore mantenga da questo momento tutte le promesse fatte negli ultimi  mesi di campagna elettorale, a partire dall’imminente erogazione di fondi per il risanamento delle strade e per la tutela dell’ambiente, promesse arrivate a ogni incontro pubblico, che noi abbiamo registrato, e che tireremo fuori a ogni ritardo o ripensamento. D’altro canto – ha ribadito il Capogruppo Sospiri – non possiamo pensare che quei fondi verranno ora negati solo perché il governo delle città è passato nelle mani del centro-destra, sarebbe molto grave per il Governatore e soprattutto aprirebbe la strada a una opposizione dura”.

Pescara, 06.06.2016

Capogruppo Forza Italia

Regione Abruzzo

Lorenzo Sospiri