Cronaca

99 cannelle

L'esordio da una rapina con un tentativo di violenza nei confronti di una ragazza dell’Aquila di 26 anni, in via Monte Velino, all'Aquila.

Da qui è partita l”indagine chiamata “Papavero” durata solo pochi mesi e che ha portato a sgominare una banda di stranieri richiedenti asilo dedita allo spaccio di droga al dettaglio e alla ricettazione e conclusasi con 9 arresti e 24 perquisizioni eseguite all’alba dalla Polizia. In tutto sono 33 gli indagati, 31 dei quali richiedenti asilo e 2 i cittadini marocchini, mentre un uomo è ancora ricercato. Il gruppo criminale si era costituito dentro a un centro di accoglienza dell’Aquila ed era formato da persone provenienti da Gambia, Ghana, Nigeria, Costa d’Avorio, Niger e Mali.

carabinieri

SAN BENEDETTO DEI MARSI: I CARABINIERI ARRESTANO DUE CITTADINI MAROCCHINI E NE DENUNCIANO UN TERZO PER SPACCIO DI COCAINA. Nelle tarda serata di ieri 12 giugno 2018, i militari della Stazione Carabinieri di San Benedetto dei Marsi, coordinati dal Capitano Pietro Fiano, hanno tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti, A.T. 29enne e E.B.F 30enne ed hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano per il medesimo reato A.A., 24enne, tutti originari del Marocco. Due dei tre cittadini marocchini, già noti alle forze dell’ordine, venivano notati aggirarsi con fare sospetto lungo la SP 20 - Marruviana a bordo di un’autovettura francese. Immediatamente fermati e controllati, venivano trovati in possesso di un involucro, abilmente occultato negli indumenti intimi, contenente gr.54 di sostanza stupefacente del tipo cocaina e di una somma di denaro pari a €.460 in banconote di vario taglio. Le successive perquisizioni effettuate presso i rispettivi domicili permettevano di individuare un terzo soggetto, anch’egli di origine marocchina, che occultava all’interno di un materasso un barattolo con 12 bustine termosaldate contenenti complessivamente gr.15 di sostanza stupefacente del tipo cocaina e la somma di €.275. Materiale idoneo al confezionamento e bilancini di precisione, invece, venivano rinvenuti nascosti in un armadio. Tutta la sostanza stupefacente ed il denaro, ritenuto provento dell’attività illecita è stato sottoposto a sequestro. I due arrestati, dopo le formalità di rito, venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Avezzano ove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

piazza risorgimento

Pedonalizzazione permanente, ad Avezzano, di un tratto di via Corradini, quello nella parte alta di Piazza Risorgimento. Il benestare giunge da parte della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo, all’integrativa del progetto che prevede la realizzazione di un’area pedonale con un intervento su via Corradini che possa dare luogo ad uno spazio unitario con l’area nord della piazza, tramite la rimozione delle alberature con le relative aiuole.

(Sopra: piazza Risorgimento ad Avezzano - com'era.)

tribunale

Il tribunale della libertà ha scarcerato  quattro degli indagati rimasti coinvolti nell’inchiesta delle fiamme gialle sui falsi certificati. Il provvedimento è arrivato per Mario Panunzi, per Maria Palma Di Biase, Carmine Macerola, Gino Arioli. Misura interdittiva per due di loro.

Angelo  Gallese, psichiatra della Asl,  e uno dei pazienti, Orlando Morelli, sono stati scarcerati la scorsa settimana e hanno ottenuto i domiciliari. Per l’altro principale accusato, Arnaldo Aratari, e per sua moglie, Tiziana Mascitelli, il tribunale del riesame ha respinto l’istanza di scarcerazione: il primo resta in carcere e la donna ai domiciliari.

fucino

Il consiglio dei delegati del Consorzio di Bonifica ha ratificato la convenzione tra la Regione Abruzzo, il Consorzio di Bonifica e l’ARAP per l’utilizzo delle risorse del Masterplan di 50 milioni di euro necessarie alla realizzazione del primo stralcio dell’impianto irriguo sul Fucino.

La delibera è stata approvata a maggioranza. Con la ratifica della convenzione il Consorzio ha adempiuto agli impegni assunti, ed ora attende l’approvazione del progetto per dare seguito insieme all’ARAP alle fasi successive che porteranno all’appalto delle opere. Lo afferma Dario Bonaldi, Consigliere di Confagricoltura e Vice Presidente del Consorzio.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

ASL 1: NUOVI RECAPITI ...

Oggi iniziano le ...

SISTEMA LETTURA TARGHE

A San Giovanni Teatino, la ...

MERCATO DEL SABATO: ...

Si sperava che ciò avvenisse per ...

CARSOLI: BANDO PER ASILO

Gara per l’affidamento del nido ...

AVEZZANO: CONSIGLIO ...

La presidentessa Iride Cosimati ...

TRUFFA TERCAS: DI MATTEO ...

Tutti assolti i 28 imputati ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

CORO "LE COLLANELLE": IL ...

Il cd del coro “Le Collanelle”, ...

ABRUZZO: ARTIGIANATO ...

Sono 1.390 gli occupati ...

CULTURA

"NOTTE ROMANTICA" A ...

Torna a Tagliacozzo, il ...

"LIONS": NUOVO PRESIDENTE

Annunziata Morgani nuovo ...

SOLSTIZIO IN FESTA

L'esperienza di ...

RUBRICHE VARIE

SOLE TRA LE NUBI...

Giugno instabile sul territorio Marsicano: ciò ...

AVEZZANO: GIORNATA ...

Tutto pronto ad Avezzano per la ...

SPORT

PALLAVOLO: 35° TROFEO DELLE ...

Per la prima volta approda ...

PALLAVOLO: LA MARSICA C'E'

L'alzatrice ...