Cronaca

nastro lutto

Oggi, 27 agosto, giornata di lutto nazionale. A tre giorni dal sisma, l'Italia e l'Abruzzo hanno pianto le vittime del terremoto: alle 11.30 ad Ascoli Piceno la funzione religiosa celebrata da Monsignor D’Ercole.

Alle 8.32 L’ elicottero che ha portato il Capo dello Stato ad Amatrice è atterrato poco distante dal paese. Mattarella ha percorso a piedi il tratto di strada nl luogo del disastro. Accanto a lui il sindaco del paese Sergio Pirozzi.

Intanto è salito a 290 il triste bilancio delle vittime: all’appello, ormai, mancano pochi nomi, pochi volti.

Oggi ci sono stati i funerali solenni ad Ascoli Piceno per le vittime marchigiane e bandiere a mezz’asta in tutti gli edifici pubblici italiani, manifestazioni annullate per l’intera giornata. Alla funzione religiosa celebrata dal Vescovo Monsignor Giovanni D’Ercole hanno partecipato, tra gli altri, oltre al capo dello stato, Mattarella, il premier Renzi e i presidenti di Camera e Santo, Boldrini e Grasso. 34 le bare presenti; tra queste, quelle di due bambine, Marisol, di neppure due anni, e Giulia, sorella di Giorgia, miracolosamente scampata invece al crollo della sua casa.

 pescara foto aerea 231012 serv 09

Non sono affatto convinti che il piano di abbattimento annunciato sia davvero necessario: gli ambientalisti contro i tagli degli alberi disposti dal Comune di Pescara.

Su quella che chiamano la strage degli alberi oggi le associazioni H2O, Wwf, Italia Nostra, Conalpa, Miladonnambiente, Fai e Legambiente hanno convocato una conferenza stampa all'aperto, in via Vespucci. Nell’incontro sono stati forniti tutti i particolari confutabili – date e luoghi e metodo – individuati dalle associazioni ambientaliste. Le critiche riguardano la tempistica, definita dal Comune di somma urgenza, ma che in realtà vede la pratica aperta da un anno, le tipologie e i criteri di valutazione dello stato degli alberi, limitati ad un esame puramente visivo.

terremoto laquila 060409 07

Sisma: Area del cratere in Abruzzo da definire, come precisa l’Ufficio Stampa della Regione in merito alle notizie diffuse sugli organi di stampa a seguito del vertice di ieri a Palazzo Chigi.

In particolare, riguardo all’area del cratere, si é parlato di soli cinque comuni inseriti nell’elenco, in realtà i cinque Comuni abruzzesi indicati nel decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri approvato giovedì scorso (Montereale, Capitignano, Campotosto, Valle Castellana e Rocca Santa Maria) hanno ottenuto per ora soltanto il differimento del pagamento dei tributi. La Regione Abruzzo – chiude la nota – è impegnata serratamente su questo fronte – come avvenuto anche ieri a Palazzo Chigi – utilizzando tutta l’esperienza acquisita.

collelongo comune 090611 rep 08

Il WWF Abruzzo Montano apprende con stupore che l’Amministrazione Comunale di Collelongo definisce il proprio interessamento sulle possibili interferenze alle falde acquifere e al suolo dei fanghi conferiti all'ex Cava “Le Grottelle”, come allarmismo gratuito.

Però il WWF ribadisce che sono passati 9 mesi dal sopralluogo effettuato il 26.11.2015 dall’Agenzia Regionale per la Tutela Ambientale (ARTA) dell’Abruzzo, e le analisi eseguite sui campioni di fanghi di industria cartaria conferiti all’impianto di Collelongo hanno restituito concentrazioni di idrocarburi pesanti ampiamente superiori al limite consentito, come prescritto. Anche l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana (ARPAT), in un’ispezione ambientale programmata sull’industria Toscana producente i fanghi conferiti all’ex Cava Le Grottelle di Collelongo, ha dichiarato la non conformità di questi fanghi per attività di recupero.

amatrice sisma

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, come concordato nella serata di ieri con il Dipartimento di Protezione Civile, ha terminato le operazioni di soccorso nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto.

Gli uomini del CNSAS sono arrivati nelle zone terremotate a 90 minuti dalla prima scossa del 24 agosto. La squadra locale di Rieti ha raggiunto in breve tempo Amatrice e Accumoli, riferendo alla Direzione Nazionale le prime informazioni dalle zone terremotate. E’ stato deciso di attivare immediatamente le procedure per far convergere fra Lazio e Umbria tecnici del CNSAS da tutt’Italia. Nella prima giornata sono arrivate nelle zone terremotate squadre del soccorso alpino umbre, toscane, dalle marche. Successivamente colonne di soccorso CNSAS da tutte le zone d’Italia.

Ha operato personale altamente specializzato: tecnici alpini, speleologi, unità cinofile e sanitari.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

Presentazione XXI Premio ...

Di Germana D'Orazio Maria ...

LEGA: LA SITUAZIONE IN ...

La somma di due dichiarazioni, ...

MARTINO: "CORREREMO DA ...

“Basta con i veti, basati su ...

CALCIO: ORDINANZA CHIETI

Per motivi di ordine pubblico e ...

MARSICA: EVENTI D'AGOSTO

A San Benedetto dei Marsi, ...

FERRAGOSTO: RACCOLTA ...

Mercoledì 15 agosto, giorno di ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

ABRUZZO: ARTIGIANATO ...

Sono 1.390 gli occupati ...

CORO "LE COLLANELLE": IL ...

Il cd del coro “Le Collanelle”, ...

CULTURA

MARSICA: EVENTI D'AGOSTO

A San Benedetto dei Marsi, ...

MANIFESTAZIONI A TAGLIACOZZO

“Una sera qualunque” è il ...

"NOTTI DEI DESIDERI" IN ...

L’Abruzzo sotto le ...

RUBRICHE VARIE

TEMPO DI MEZZA ESTATE

Dalle previsioni meteo per l’Abruzzo, nel fine ...

TEMPORALI IMPROVVISI

Un campo di alta pressione di matrice ...

SPORT

SILVI MARINA: TRIATHLON

Grande attesa: domenica 12 ...

NUOVA LEVA DELL'ANGIZIA

Ci sarà ...