Cronaca

cam gestione albi 01Comunicato stampa

Acqua al Lazio, la Regione pagherà, il Cam “riapre” i rubinetti

Regione Lazio pronta a versare 1 milione e mezzo di euro nell’immediato e ad attivare un tavolo per fissare i termini di pagamento dell’intero debito con il Cam (circa 3milioni), la società di gestione del ciclo idrico integrato della Marsica ripristina la normale fornitura di acqua verso i nove Comuni del Cicolano: Borgorose, Collalto Sabino, Collegiove, Fiamignano, Marcetelli, Nespolo, Pescorocchiano, Petrella Salto e Camerata Nuova.

Il Consorzio Acquedottistico Marsicano, che aveva ridotto la fornitura del 50% per i reiterati mancati pagamenti dell’amministrazione laziale, ha “concesso fiducia all’impegno formale assunto dall’assessore regionale alle infrastrutture e ambiente, Fabio Refrigeri, condiviso dal collega al Bilancio, di onorare gran parte del debito, 1 milione e 500 mila euro entro il 10 dicembre, e di attivare un tavolo di confronto per definire un piano di rientro della somma restante entro la prossima settimana. Su queste basi”, afferma l’amministratore delegato, ingegner Giuseppe Venturini, “anche in considerazione della particolarità del servizio, abbiamo riportato la fornitura al flusso normale con l’intento di riportare in parità anche i pagamenti dell’amministrazione Zingaretti”.

Il ripristino della normale erogazione dell’acqua verso i 9 Comuni è stato tempestivamente comunicato alla Regione Lazio, i sindaci del Cicolano, il Prefetto di L’Aquila, il Vice Prefetto di Rieti, l’Ato, e i sindaci soci del Cam, con un avviso: “In caso di variazioni rispetto agli accordi intercorsi nella giornata odierna, si provvederà a comunicare tempestivamente a tutti quanti in indirizzo le azioni poste in essere a tutela della Società CAM SpA”.

L’Ufficio stampa

 

abruzzo regione logo

APPROVATO IL PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE

ABRUZZO

Ieri la Commissione Europea ha approvato il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Abruzzo. Si tratta di uno strumento fondamentale della politica agricola comunitaria che, in coerenza con gli obiettivi di Europa 2020 (crescita intelligente, sostenibile e inclusiva), prevede azioni e interventi per il mondo rurale abruzzese.

La dotazione finanziaria a disposizione per i prossimi 7 anni è di oltre 432 milioni di euro, di cui 67 milioni co-finanziati dal bilancio regionale: una grande assunzione di responsabilità da parte dell’amministrazione verso il settore. Le parole chiave del nuovo Piano sono: giovani, competitività, innovazione, ricerca, bio- energia, banda ultra-larga, aggregazione, promozione delle filiere alimentari, sviluppo economico delle comunità rurali, inclusione sociale, tutela e valorizzazione della biodiversità, dell’acqua, del suolo e delle risorse forestali e naturali.

Strategica è l’attenzione rivolta ai nuovi insediati, con una dotazione finanziaria considerevole messa a disposizione dei giovani che vogliono iniziare un’attività agricola in Abruzzo, tesa a favorire il ricambio generazionale. Altri profili innovativi sono quelli dell’aggregazione degli operatori per lo sviluppo di reti tra filiere produttive agricole e della valorizzazione delle attività extra-agricole come l’agricoltura sociale.

Il Presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso ha commentato: “La sfida è come usare bene queste risorse. Bisogna alzare l’asticella per creare una qualità della spesa che deriva dall’ambizione di fare buone iniziative. La Regione sente il peso della responsabilità di questi 432 milioni e della loro irripetibilità. Ringrazio l’assessore Dino Pepe e il direttore Antonio Di Paolo, che hanno saputo superare le osservazioni fatte dall’Unione europea, ma anche l’ex assessore Mauro Febbo per l’impostazione del lavoro. Ora comincia la sfida, da queste risorse deriva la capacità di collocazione economica e attrattivo-turistica dell’Abruzzo”.

Per l’assessore regionale all’agricoltura Dino Pepe “questi soldi non sono la soluzione di tutti i mali dell’agricoltura abruzzese ma rappresentano un bel sostegno. Adesso verranno fatti i bandi: il primo sarà quello rivolto ai giovani. Il nostro impegno sarà quello di semplificare le procedure e sviluppare intese con il settore creditizio. Alle organizzazioni di categoria, che ringrazio per il supporto, dico che servono progetti di qualità che portino occupazione e sostengano l’economia agricola”.

Il direttore del Dipartimento politiche agricole Antonio Di Paolo ha spiegato che “entro la fine dell’anno avremo un manuale organizzativo per l’emissione dei bandi; in accordo con l’Unione europea faremo un cronoprogramma attuativo degli stessi, così da permettere al comparto di regolarsi su tempi e interventi”.

treni

Ieri a Roma, presso la direzione generale di Trenitalia, è stata trovata l’intesa per far arrivare il Frecciabianca alla stazione di Vasto-San Salvo dal prossimo mese di giugno, nell’ambito del progetto “Estate in Treno”. La Regione, in sostanza, ha ottenuto una fermata che, da Vasto, potrà essere sfruttata strategicamente per raggiungere la Costa dei Trabocchi.

Dopo Giulianova, dunque, anche il vastese beneficerà di un convoglio ritenuto molto importante per lo sviluppo del turismo in Abruzzo. Soddisfatto il governatore Luciano D'Alfonso: "Dopo anni di sbadigli, ce l'abbiamo fatta. Se si lavora, i risultati arrivano". La firma ufficiale dell’accordo con Trenitalia avverrà nei prossimi giorni a Vasto, presso Palazzo D’Avalos.

COMUNICATO STAMPA VENERDÌ 13 NOVEMBRE 2015

Honda Italia Industriale S.p.A. ha preso conoscenza delle recentissime notizie apparse sui media, in cui si paventa la fine degli investimenti in Italia, il mancato rispetto degli accordi intrapresi, la chiusura in negativo dei bilanci aziendali e la crisi dello stabilimento produttivo di Atessa.

Ci corre l’obbligo precisare che tali notizie non trovano fondamento. La Honda Italia è perfettamente in linea con gli accordi sottoscritti, sta conseguendo tutti gli impegni occupazionali e finanziari assunti, ha appena informato sul piano di produzione del prossimo anno che conferma l’apprezzamento dei propri modelli sul mercato e non rileva stati di agitazione da parte dei dipendenti. Di converso, la diffusione di notizie distorte crea notevoli disagi all’Azienda tutta.

La Honda Italia ha in atto, da diversi anni, un piano di consolidamento delle attività aziendali ed in tale ottica si inserisce ogni misura tesa a rafforzarne la competitività. Ad esempio, per quanto riguarda specificatamente i motori, l’acquisto di componentistica al miglior costo rappresenta un’opportunità importante per fortificare le fondamenta dell’Azienda, ciò nonostante, la Honda Italia si è fatta promotrice, nei confronti di Casa Madre, di continuare a produrre nello stabilimento italiano quei motori a caratterizzazione specificatamente europea.

Parallelamente sta conseguendo piani d’investimento su tre capitoli: ottimizzazione dei flussi interni e realizzazione di un nuovo edificio per l’immagazzinamento delle parti, che sarà inaugurato il mese prossimo, ammodernamento di tre modelli che saranno aggiornati nel corso del 2016, e sostenibilità energetica a lungo termine, con relativa partecipazione ad un secondo bando di finanziamento regionale.

La Honda Italia è fortemente radicata nel territorio abruzzese, nel 2016 festeggerà i 45 anni di attività: oggi più che mai, ogni decisione è volta allo sviluppo delle proprie persone e alla crescita delle attività produttive.

Honda Italia Industriale S.p.A

diabete

In occasione della Giornata Mondiale del Diabete, sabato 14 e domenica 15 novembre sono previste diverse manifestazioni a Chieti e in provincia. In città domenica 15 novembre ci sarà una passeggiata della salute organizzata dal servizio di Diabetologia del policlinico SS. Annunziata, a partire da piazza Vico alle 10 e alle 11,30,  dove per tutta la mattinata si terranno test di valutazione del rischio diabete. 

A Lanciano, sabato 14 novembre sarà allestita una postazione informativa all'interno del "Centro Commerciale Lanciano", mentre domenica 15, sia al mattino che al pomeriggio uno stand sarà attivo in piazza Plebiscito.
In occasione della Giornata Mondiale del Diabete, medici e persone con diabete chiedono alla Regione di applicare concretamente il Piano Nazionale Diabete” afferma Valeria Montani, coordinatore per l’Abruzzo della Giornata Mondiale del Diabete.Sono almeno 130 mila le persone con diabete nella nostra regione  (dati Osservatorio Ibdo-Istat 2014) delle quali 38 mila si stima abitino in provincia di Chieti (l'anno scorso erano 31mila)

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

rincipali appuntamenti ...

  Principali ...

GUARDIA DI FINANZA ...

GUARDIA DI FINANZA L’AQUILA: ...

COMPIONO UN OMICIDIO: ...

A causa della droga assunta per ...

MISSIONE PER DONNE

Sabato 25 novembre, ad Avezzano, ...

LADRI A PROCESSO

Ladri seriali finiranno sotto ...

CAMERA DI COMMERCIO ...

L’ufficio decentrato di Avezzano ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

MISSIONE PER DONNE

Sabato 25 novembre, ad ...

IL "CAMMINO DI ZEFFIRINO"

Domenica 3 dicembre  ...

"SE CHIUDI TI COMPRO"...

Lunedì 27 novembre, alle ...

RUBRICHE VARIE

MARSICA: NEBBIE

Un peggioramento delle condizioni ...

ABRUZZO: CLIMA INVERNALE

Si prevedono correnti d’aria a soffiare dai ...

SPORT

AVEZZANO: VITTORIA FUORI CASA

Vittoria fuori casa per ...

CALCIO - AVEZZANO – L'AQUILA: ...

1 – 1 per l'Avezzano: i ...