Politica

municipioavezzano

E' un detto di chi continua a non capire che il proprio modo di fare comincia ad essere un segno di sfida, spingendo alla sopportazione i cittadini avezzanesi: parliamo dell'ormai arcinoto Piero Carducci che, ricordiamo, dopo essere stato il consulente e dipendente con assunzione a tempo determinato dell'ex sindaco Di Pangrazio con un costo a carico dei cittadini avezzanesi di oltre 120 mila euro per 4 anni, e che ha sostenuto alle ultime elezioni, l'attuale sindaco De Angelis. Non si sa cosa abbia prodotto Carducci per la comunità, in questi 4 anni, e sarebbe opportuno che qualcuno, dell'opposizione e non, ne verificasse l'operato. Carducci, fino a poco tempo fa, com'è noto, è stato collaboratore nelle aziende del sindaco De Angelis, cosa legittima, ma il primo cittadino insiste nel gratificarlo, per la collaborazione avuta, conferendogli addirittura anche una stanza nella segreteria comunale. La vicenda comincia ad avere contorni poco chiari, visto che, per aggirare l'ostacolo del contratto di collaborazione, che farebbe gridare allo scandalo, Carducci è stato nominato presidente del Nucleo di Valutazione del comune, anche con un aumento del compenso rispetto a quello precedente. E anche qui, al di là dell'opportunità, o meno, di questa nomina, legittima, di fatto essa pare sia servita allo stesso Carducci per frequentare, con assiduità, il palazzo comunale con ufficio, computer eccetera, con accesso a dati sensibili e riservati ai soli dipendenti e dirigenti dell'amministrazione... Insomma, l'aquilano, comincia a restare indigesto anche ad alcuni dirigenti del comune di Avezzano. Una vicenda dai "contorni" poco chiari della quale, qualcuno, si dovrebbe interessare. 

de angelis gabriele 3

Coalizione Di Pangrazio: sotto l'albero di Natale solo fumo per gli avezzanesi

"Dove sono i fondi per gli edifici scolastici di via Corradini e di via delle Industrie?"

"De Angelis e la sua squadra continuano a ‘fare la ruota’ con i risultati del lavoro dell'amministrazione Di Pangrazio, senza produrre alcunché di utile per la città". Non fa sconti la Coalizione Di Pangrazio che interviene in merito agli ultimi annunci diffusi dal Comune: "Finora questa amministrazione ha potuto solo sbandierare i frutti del lavoro della precedente squadra di Governo cittadino come fossero risultati raggiunti 'miracolosamente' dall’attuale”, sottolinea il consigliere Ferdinando Boccia, ”Così lo stesso De Angelis, tra Natale e fine anno, quando ha dichiarato che 'in poco più di 5 mesi abbiamo appaltato oltre due milioni e mezzo di euro per le scuole' e altre simili perle, con assoluto senso dell'umorismo e in sprezzo dell'intelligenza dei cittadini. Tutti i lavori relativi agli edifici scolastici, inclusi quelli che saranno realizzati ex novo, sono stati ampiamente programmati, finanziati e per la maggior parte appaltati dalla precedente amministrazione grazie al progetto “Scuole sicure”, premiato e assunto a modello nazionale. Da chi non perde occasione per dirsi 'di stile' ci saremmo aspettati almeno un minimo di correttezza istituzionale, che non c'è stata. Vorremmo però che spiegasse, a noi e a quelle famiglie allarmate e trascinate in piazza dai 'comitati per la sicurezza' - capeggiati da qualcuno oggi assessore e da 'mamme in apprensione' poi candidate con De Angelis - comitati oggi 'misteriosamente' spariti, che fine hanno fatto i progetti prioritari per gli edifici scolastici di via Corradini e di via delle Industrie, strutture con indici di vulnerabilità molto basse ma per le quali, incredibile, non è stato inserito neanche un euro di spesa in bilancio per il 2018. La sicurezza di queste costruzioni non è più una priorità? Ce lo facciano sapere i rappresentanti della provvisoria maggioranza e, soprattutto, lo facciano sapere agli avezzanesi, in particolare quelli che sono 'serviti alla causa' anche davanti alle telecamere delle tv nazionali, convocate al tempo da certi volponi o presunti tali”.

sospiri lorenzo 010715

COMUNE CAPPELLE SUL TAVO

Comunicato stampa Comune Cappelle sul Tavo su assegnazione fondi manutenzione scuole

Arrivano i fondi per la riqualificazione straordinaria del plesso scolastico di via Cocchione, nel Comune di Cappelle sul Tavo, che ospita elementari e medie. Le risorse, oltre 763mila euro, sono state inserite nel Piano triennale regionale per l’edilizia scolastica 2015-2017 grazie all’intervento del Capogruppo alla Regione di Forza Italia Lorenzo Sospiri e ci consentiranno di realizzare opere di consolidamento strutturale al fine di incrementare i livelli di sicurezza degli spazi destinati ai nostri ragazzi assicurando massima tranquillità alle famiglie e agli stessi studenti”. Lo hanno annunciato il sindaco del Comune di Cappelle sul Tavo, Maria Felicia Maiorano Picone, e l’assessore al Bilancio Daniela D’Angelo.

La nostra amministrazione comunale – hanno spiegato il sindaco Maiorano Picone e l’assessore D’Angelo – hanno sempre considerato la sicurezza delle scuole come una priorità nell’agenda di governo, garantendo comunque servizi efficienti e fornendo interventi tempestivi e risposte certe alle istanze delle famiglie e del territorio. A fine 2014 abbiamo avuto la possibilità di presentare alla Regione Abruzzo un progetto per l’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria del plesso scolastico di via Cocchione, opere che però non potevamo realizzare senza l’intervento di un sostegno finanziario extracomunale. Parliamo di interventi strategici e fondamentali di manutenzione straordinaria per garantire ai nostri studenti di avere una scuola più confortevole consentendo loro di utilizzare al meglio tutti gli spazi disponibili. La struttura della nostra scuola garantisce già un buon livello di sicurezza, ma con l’attuale progettazione andremo a consolidare ulteriormente l’esistente per poi incrementare i servizi rivolti ai ragazzi. Abbiamo atteso per tre anni, ma finalmente nei giorni scorsi – hanno aggiunto il sindaco Maiorano Picone e l’assessore D’Angelo – abbiamo ricevuto la conferma dell’avvenuta assegnazione del finanziamento, complessivamente 763mila 748,12 euro, una boccata d’ossigeno e un sospiro di sollievo per la città per la possibilità di mettere rapidamente l’opera in cantiere. Ora parte subito la fase operativa: dopo la conferma dell’assegnazione, attendiamo dagli uffici regionali di conoscere i dettagli circa l’immediata erogazione dei fondi. Quindi, al rientro dalle vacanze estive, presenteremo ufficialmente, anche alle famiglie, il progetto scuola e procederemo con la progettazione definitiva ed esecutiva per poi andare in gara d’appalto. L’obiettivo, ferma restando l’erogazione dei fondi, è quello di aprire il cantiere nel periodo estivo, non appena si chiuderà l’anno scolastico, al fine di concentrare nei primi tre mesi la parte più invasiva e ingombrante dei lavori, in modo da non interferire con la presenza degli studenti e con il regolare svolgimento del percorso didattico, lasciando in ultimo i dettagli inerenti la parte esterna della struttura”.

Cappelle sul Tavo, 01 gennaio 2018

Il Sindaco Maria Felicia Maiorano Picone

L’Assessore al Bilancio Daniela D’Angelo

giunta regionale

PAOLUCCI SU RICORSO AL TAR CONTRO LA CENTRALE SNAM A SULMONA

E SU RICHIESTA ANNULLAMENTO PERMESSO DI RICERCA “MONTE PALLANO”

Due importanti provvedimenti a tutela dell’ambiente e del territorio regionale sono stati assunti dalla Giunta regionale nella seduta di ieri, 29 dicembre.

Con la delibera n. 852 la Regione Abruzzo ha conferito l’incarico legale a tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale, per la proposizione del ricorso al TAR Lazio per l’annullamento, previa sospensiva, della delibera del Consiglio dei Ministri del 22.12.2017 che ha dato parere positivo al progetto per la costruzione e l’esercizio della centrale di compressione gas di Sulmona proposto dalla SNAM Rete Gas S.p.A.

L’intervento proposto dalla società SNAM è per il territorio e per le popolazioni residenti inutile quanto dannoso ed espone ad un elevato rischio non soltanto il territorio ed il patrimonio naturale della Regione, che ne verrebbero irrimediabilmente devastati, ma anche e soprattutto la sicurezza delle popolazioni locali, considerata Ia pericolosità dell’area interessata dalla proposta progettuale, caratterizzata da un forte rischio sismico.

E’ proprio per la delicatezza dell’argomento sia sul piano sociale che su quello ambientale-culturale che la Giunta ha ritenuto di incaricare, oltre agli avvocati regionali Stefania Valeri e Marianna Cerasoli, anche l’avvocato Vincenzo Cerulli Irelli.

Con la seconda delibera, invece, la n. 853, la Regione Abruzzo richiede al Ministero dello Sviluppo economico di annullare il Permesso di ricerca “Monte Pallano” e conseguentemente dichiarare improcedibile l’istanza di concessione “Colle Santo" e i relativi procedimenti autorizzativi in corso.

Si tratta, nel caso esaminato, di una istanza denominata “Colle Santo” presentata dalla Forest CMI S.p.A. e respinta per ben due volte dal Comitato V.I.A. della Regione Abruzzo con giudizio n° 1929 del 10 aprile 2012 e giudizio n° 2315 del 20 novembre 2013 e poi definitivamente bocciata dal Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) con la sentenza n. 02495/2015.

Ciò nonostante, la società CMI S.p.A., con nuova istanza presentata al Ministero dello Sviluppo economico il 20 maggio 2016, prot. n. 11210, chiede la modifica del programma dei lavori per l’istanza di concessione di coltivazione denominata “Colle Santo”, derivante dal permesso di ricerca “Monte Pallano” afferente sempre allo stesso giacimento di gas naturale di Bomba (Ch).

Una ulteriore richiesta che verrà contrastata, come già avvenuto per la prima istanza, in tutte le sedi per far prevalere il diritto legittimo alla conservazione del patrimonio di un’area caratterizzata in superficie da fenomeni di instabilità, dalla presenza di importanti dislocazioni tettoniche in presenza di un Iago artificiale realizzato per la produzione di energia idroelettrica.

Pescara 30.12.2017

Silvio Paolucci – assessore regionale al bilancio

tagliacozzo comune e citta 110412 rep 03

Neve e disagi, le opposizioni: “il piano neve è insufficiente”

Tagliacozzo. La modesta nevicata di ieri 28 dicembre, che ha lasciato a terra meno di dieci centimetri di neve, ha comunque provocato non pochi disagi alla cittadinanza a causa delle lacune e dell’insufficienza strutturale del piano neve messo in campo dall’Amministrazione Comunale. Ricordiamo che all’inizio del mese di dicembre l’Amministrazione aveva annunciato in maniera inspiegabilmente trionfalistica la messa a punto del nuovo piano neve e aveva dato conto a mezzo stampa di una riunione tecnica avvenuta in Comune e organizzata dall’Assessore Giuseppe Mastroddi. Lo stesso Assessore aveva poi sostenuto in Consiglio Comunale che il piano neve approntato per il capoluogo e le frazioni avrebbe dimostrato grande efficienza. A fronte di tutto ciò e della solita enfasi propagandistica tipica dell’Amministrazione Giovagnorio, i cittadini di Tagliacozzo hanno potuto toccare con mano l’assoluta impreparazione del Comune di fronte a una pur debole prima nevicata della stagione. Solo in alcune frazioni la situazione è stata gestita in maniera accettabile, ma in altre le parti più alte dei borghi sono state totalmente trascurate. Altre ancora, come ad esempio la frazione di Poggetello, hanno visto arrivare i primi mezzi spazzaneve solo a pomeriggio inoltrato. Ma la situazione più paradossale si è verificata nel capoluogo, dove il servizio è risultato largamente insufficiente e interi quartieri, anche centralissimi, ancora a tarda sera non erano stati minimamente interessati dall’attività di pulizia e sghiacciamento delle strade. Il tutto, mentre i cittadini si domandavano cosa facessero gli amministratori anziché presidiare il territorio e dare indicazioni alle ditte incaricate di pulire e sghiacciare le strade. Il fatto che questa situazione si sia verificata con meno di dieci centimetri di neve suscita preoccupazione in vista del lungo inverno tagliacozzano che è appena cominciato. Per questo è nostro dovere affermare, prima che altre eventuali e più intense nevicate possano creare situazioni ben più gravi, che il piano neve del Comune è a oggi insufficiente. In particolare, non è possibile affidare lo spazzamento delle strade del capoluogo e della frazione di Poggetello a un solo mezzo del tipo BobCat e a un trattore, come sta scritto nel capitolato d’oneri che il Comune ha affidato alla ditta che si è aggiudicata l’appalto. A tal proposito, va sottolineato che la ditta nella giornata del 28 dicembre ha messo in moto più mezzi di quanti il capitolato d’oneri ne imponesse ed è dunque chiaro che il problema risiede nel modo in cui l’Amministrazione ha impostato il contratto per il servizio. Ricordiamo al Sindaco e agli Assessori che i cittadini di Tagliacozzo pagano le tasse e che, a fronte di queste, devono essere loro garantiti almeno i servizi essenziali. Non vorremmo che, oltre alle continue interruzioni del servizio idrico, si vada incontro a un inverno caratterizzato da situazioni persino drammatiche per quanto riguarda la gestione delle nevicate. Non sarebbe questo un buon modo, oltre che di garantire ai cittadini i loro sacrosanti diritti, di rilanciare il turismo invernale, che prima ancora che di luci e addobbi di lusso ha bisogno di servizi essenziali come la mobilità e la viabilità.

I consiglieri di opposizione</p> <p style="margin-left: 8.74cm; margin-bottom: 0cm;">Vincenzo Montelisciani, Maurizio Di Marco Testa

Romana Rubeo, Angelo Poggiogalle

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

TAGLIACOZZO SENZA ...

Comune di Tagliacozzo e un nuovo ...

STRADA PROVINCIALE ...

Come segnalato da alcuni ...

IN RICORDO DI MADRE ...

Domenica 21 gennaio, alle 18.30, ...

SCURCOLA: ORIENTAMENTO ...

Venerdì 26 gennaio, dalle 10 ...

LE VIE DEL BAROCCO

"Le vie del barocco in Abruzzo", ...

PREMIO STUDENTESCO A LUCO

Torna, a Luco dei Marsi, ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

IN RICORDO DI MADRE CUCCHIARI

Domenica 21 gennaio, alle ...

SCURCOLA: ORIENTAMENTO ...

Venerdì 26 gennaio, dalle ...

LE VIE DEL BAROCCO

"Le vie del barocco in ...

RUBRICHE VARIE

TAGLIACOZZO SENZA ...

Comune di Tagliacozzo e un nuovo progetto, ...

IN GITA AL RIFUGIO ...

Domenica 21 gennaio, il CAI e "Noi, la ...

SPORT

JUDO: CAMPIONATI PER NUNZIATO

Si è qualificato per il ...

CALCIO: L'AVEZZANO VINCE

Grande partita quella ...