Politica

sospiri lorenzo 010715RIFORMA SANITARIA, FORZA ITALIA: PER PAOLUCCI CHIUDERE O DECLASSARE GLI OSPEDALI E’ UN SUCCESSO

PESCARA 12/11/2015 – “Come può  Paolucci parlare di grande successo se per l’Abruzzo si prevede una riforma sanitaria devastante che porterà alla chiusura o al declassamento di 10 nosocomi (Sant'Omero, Atri, Giulianova, Penne, Ortona, Popoli, Sulmona, Guardiagrele, Atessa e Castel di Sangro) con la soppressione, in quasi tutti, del pronto soccorso? L’assessore alla sanità continua a gettare fumo negli occhi degli abruzzesi nel tentativo di nascondere il pesante scotto che dovremo pagare a causa del suo, e del commissario D’Alfonso, sciagurato piano”.

E’ quanto affermano in una nota i Consiglieri regionali di Forza Italia, nel commentare le dichiarazioni dell’assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, all’indomani del Tavolo di monitoraggio.

“La realtà è ben diversa da quella rappresentata da Paolucci che nello sbandierare i suoi altisonanti annunci omette due particolari: in primis che già da un anno l’Abruzzo è praticamente fuori dal Commissariamento e che gli ottimi livelli di assistenza erano già stati certificati nel 2014 e quindi erano stati raggiunti grazie al lavoro della Giunta Chiodi. Il successo quindi per l’assessore sarebbe l’ok al piano sanitario così come lo hanno presentato? Dica allora chiaramente quale sarà il prezzo da pagare per gli abruzzesi e i pesanti danni che subiranno i territori. Meriterebbe ben altro dei complimenti che dice di aver ricevuto a Roma. Forza Italia resta fortemente critica sul piano di risanamento firmato Paolucci e D’Alfonso e continuerà la sua battaglia a difesa dei sacrosanti diritti dei cittadini”.     

 

rapino marcoSANITA’, RAPINO (PD): “SIAMO RIUSCITI AD EVITARE IL FALLIMENTO, RIDARE FIDUCIA AI CITTADINI E ANCHE ALLA BUONA POLITICA”

"Aprirò nel Pd una serie di incontri sul tema Sanità” dichiara il Segretario dem “sulle riforme fatte, su come cambierà in meglio l'assistenza sanitaria, sui fondi che ci verranno assegnati e dove saranno destinati”

"La sanità abruzzese dopo decenni potrà riprendere un cammino virtuoso fatto di accordi su riforme, nuove tecnologie, strutture più moderne e servizi qualificati. Avremo una sanità che saprà seguire le esigenze del malato e dei cittadini. L'uscita dal Commissariamento, i conti in regola, le riforme fatte sono obiettivi che ci permettono di accedere a nuovi finanziamenti e rendere vive e concrete le proposte fatte dal Pd e dall'Assessore Silvio Paolucci. I tanti gufi del centrodestra abruzzese rimarranno a digiuno. Speravano di vedere compiuto lo sfascio che avevano provocato cambiando nella ex giunta Pace 5 assessori in cinque anni. Erano gli anni del centrodestra quando il presidente della commissione regionale sanità era nelle mani di Fabrizio Di Stefano e l'Abruzzo cadde in un deficit pauroso tanto da far rischiare il blocco dei servizi sanitari. Per loro è arrivata una cocente sconfitta. Gli strilli, le goliardie di oggi di Sospiri e Febbo sono per loro stessi un boomerang, la riprova che non hanno saputo governare. Facciano un seria autocritica e magari al posto delle polemiche possano avere tempo per studiare e collaborare con l'assessore Paolucci nell'interesse dei cittadini, di tutti i cittadini". Marco Rapino, segretario regionale del Partito Democratico, alza i toni del dibattito politico sulla sanità e rivendica al presidente D'Alfonso e all'Assessore Paolucci il merito di aver riportato sotto controllo i conti della spesa sanitaria, di aver realizzato scelte innovative, concretizzato progetti, e soprattutto convinto il Governo che l'Abruzzo ha le carte e i conti in regola per poter offrire ai cittadini una assistenza sanitaria migliore.

Rapino sull'onda dei buoni risultati e dei fondi che saranno sbloccati annuncia iniziative del Pd. "Aprirò nel Pd una serie di incontri sul tema Sanità, sulle riforme fatte, su come cambierà in meglio l'assistenza sanitaria, sui fondi che ci verranno assegnati e dove saranno destinati, anche in vista del Piano triennale 2016-2018. Il dibattito coinvolgerà, le associazioni dei medici, i sindacati, i cittadini per raccogliere indicazioni e proposte. Un metodo che abbiamo messo in atto in modo positivo quando l'Assessore Paolucci ha presentato al partito il piano di riforme che ha poi avuto il sostegno dei circoli Pd. L'obiettivo raggiunto premia tutti gli abruzzesi". Ed entrando nel merito di ciò che sarà destinato in più alla Regione afferma: "è stato centrato un traguardo che permette lo sblocco di risorse per 92 milioni di euro, 70 di premialità e 23 di conguaglio. Accanto alle cifre corrisposte metteremo in campo altri progetti, quelli contenuti nel Piano di

programmazione. Un grande riassetto che prevede, tra l'altro, 11 nuovi pronto soccorso e due ospedali di area disagiata, per le città di Penne e Castel di Sangro. Come ha ricordato l'Assessore Paolucci, infatti, presto il Governo farà un decreto per trasferire 237 milioni di euro dalle casse regionali alle Asl. Questo il buon lavoro fatto dal Pd e da quanti hanno creduto che l'Abruzzo non era una "Regione Canaglia" tra questi ricordo l'ex assessore Bernardo Mazzocca. Le riforme fatte ci permettono oggi di ridurre anche i tagli previsti dal Governo e di avere sul territorio 13 ospedali anziché i 10 che ci erano stati imposti. Un risultato non da poco. Eravamo su un baratro rovinoso, siamo riusciti ad evitare il fallimento e ridare fiducia ai cittadini, agli operatori e anche alla buona politica".

cialente massimo 040213 rep 02

Visita del Presidente Mattarella, Cialente emette ordinanza chiusura cantieri ricostruzione

Lunedi' 16 novembre, in occasione della visita del Presidente della Repubblica, e' stata disposta, con ordinanza a firma del sindaco Massimo Cialente, la sospensione delle attivita' dei cantieri, pubblici e privati, che operano in alcune aree della citta'.

Si tratta, in particolare, di viale Crispi, corso Federico II, via Sant'Agostino, via Indipendenza, via XX Settembre, via Castiglione, via Filomusi Guelfi e delle zone adiacenti la Casa dello Studente in via XX Settembre, la chiesa di San Pietro Apostolo a Onna e il Tribunale.

La disposizione, adottata per motivi di ordine e sicurezza pubblica, contiene anche l'obbligo, per le ditte, di provvedere, preventivamente alla sospensione delle lavorazioni, alla corretta delimitazione delle aree cantiere, onde evitare accessi alle zone riservate, all'eliminazione di carichi sospesi o altri potenziali pericoli nelle adiacenze e alla pulizia degli spazi circostanti, ivi compreso lo svuotamento dei depositi temporanei del materiale di risulta eventualmente presenti nei siti dei cantieri.

d alfonso incontro  Cirsu

I principali appuntamenti di Luciano D’Alfonso per giovedì 12 novembre:

- ore 8:30 a ROMA, nella sala Verde di Palazzo Chigi, incontro di lavoro presieduto dal Sottosegretario di Stato prof. Claudio De Vincenti avente ad oggetto Patto per la Regione Abruzzo. Parteciperanno anche il dr.Tommaso di Rino e la dr.ssa Cristina Gerardis;

- ore 10:00 a ROMA, in via della Pigna, incontro con Mons. Liberio Andreatta;

- ore 11:30 a ROMA, in via Monzambano n. 10, incontro con il Presidente ANAS ing. Gianni Vittorio Armani;

- ore 12:30 a ROMA, nella sede della Regione Abruzzo, incontro con il prof. Maurizio Di Palma, Presidente di ECOTER;

- ore 15:30 a ROMA, nella sede del Ministero dell’Ambiente in via Cristoforo Colombo n. 44, incontro convocato dal Ministro Gian Luca Galletti avente ad oggetto "Parco Nazionale della Costa Teatina". Sono stati invitati: Presidente Regione Abruzzo, Presidente Provincia di Chieti, sindaci dei comuni di Ortona, San Vito Chietino, Rocca S. Giovanni, Fossacesia, Torino di Sangro, Casalbordino, Villalfonsina, Vasto, San Salvo; Presidente Maurizio Lupi, On. Marcello Di Caterina;

- ore 17:00 a ROMA, nella sede nazionale del PD, seminario di approfondimento concernente le infrastrutture e il Mezzogiorno. Ai lavori prenderanno parte i Presidenti dei Gruppi PD al Senato e alla Camera Zanda e Rosato, il Presidente Commissione Trasporti Meta. Inoltre parteciperanno i capigruppo della suddetta Commissione del Senato e della Camera, Sen. Marco Filippi, e On. Mario Tullo e i membri titolari della Commissione Trasporti al Parlamento Europeo On. Isabella De Monte e On. David Sassoli. I lavori saranno conclusi dal Ministro alle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio.

Sospiri e consiglieri Di Domizio e Ciuffi2GRUPPO REGIONALE FORZA ITALIA

Comunicato del capogruppo Forza Italia (Regione Abruzzo) Sospiri e amministratori di Cepagatti su conferenza stampa odierna su ‘Vasche antiesondazione: opere e vincoli’

Finanziate e avviate, si spera, le opere antiesondazione sull’asta Aterno-Pescara, con la realizzazione di 5 vasche naturali sui territori di Rosciano e Cepagatti, che comunque causeranno una perdita a carico dei due comuni, la Regione deve ora operare per vincolare in maniera perenne le aree ancora libere lungo l’intero asse, al fine di impedire ulteriori e future cementificazioni. A tal fine lunedì depositerò un emendamento alla legge approvata un mese fa per vietare ogni genere di edificazione, sia residenziale che commerciale, sulle superfici poste sino a 150 metri dalle sponde e dagli argini. In altre parole, fatte le vasche di compensazione, a nessuno venisse in mente di autorizzare altri palazzi o centri di distribuzione, com’è già avvenuto in passato a Spoltore, Chieti, Manoppello o San Giovanni Teatino. Sono certo che il Pd non potrà che sottoscrivere e approvare tale norma a tutela dell’intera regione”. A dirlo è stato il Capogruppo di Forza Italia, alla Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri nel corso della conferenza stampa odierna convocata sul tema, alla presenza dei due consiglieri comunali di Cepagatti Paolo Di Domizio e Monica Ciuffi.

Nei giorni scorsi il Governatore D’Alfonso è riuscito a sbloccare l’iter di un progetto iniziato con il Governo Chiodi, ossia la realizzazione delle 5 vasche o bacini di laminazione, ossia le vasche di espansione, per permettere al fiume Pescara di esondare in occasione delle piene ventennali, trentennali e cinquantennali, un’opera – ha spiegato Sospiri – oggi obbligatoria perché nel tempo molti Comuni che corrono lungo l’asta hanno cementificato le aree naturali di esondazione e tutti ricordiamo gli effetti su Pescara dell’alluvione del 2 dicembre 2013, quando è stato necessario evacuare l’intero quartiere di Villaggio Alcyone e l’acqua ha invaso la golena sud e quella nord. Ora il progetto prevede la realizzazione di quelle vasche negli abitati di Rosciano e di Cepagatti perché, paradossalmente, sono stati i Comuni più virtuosi, ossia i soli due Comuni che hanno lasciato correttamente libero il territorio a ridosso del fiume. Le vasche vengono dunque realizzate, e, dovendo acquisire i terreni necessari per le opere, ciò accadrà tramite una legge che stabilisce la Servitù di allagamento, ovvero non ci saranno espropri, anche per evitare il rischio di contenziosi che avrebbero allungato i tempi di cantiere con il rischio di perdere i 54milioni di euro di finanziamento, dunque i terreni, tutti di natura agricola, non verranno tolti ai proprietari, ma ci sarà solo una servitù e i proprietari potranno continuare a coltivarli, imponendo, però, comunque delle limitazioni, ossia dei danni. Personalmente ho però fatto approvare due emendamenti alla legge 7 del 2010, ratificata un mese fa circa, per garantire comunque un indennizzo nei confronti dei Comuni e dei cittadini che sono stati bravi, e dunque non hanno cementificato come a Manoppello o Spoltore, né hanno fatto opere folli come a Pescara con la diga foranea: con il primo emendamento abbiamo previsto un ristoro per i proprietari dei terreni, che andrà da un minimo del 40 per cento del prezzo di mercato sino a un massimo del 75 per cento, a seconda se la superficie andrà a ospitare la vasca, o l’argine o solo la strada di accesso alla vasca. Con il secondo abbiamo previsto per i Comuni virtuosi, ossia Rosciano e Cepagatti, il pagamento di un ristoro consistente nella realizzazione di opere di mitigazione delle criticità idrauliche, idrogeologiche e ambientali. Ora però – ha proseguito il Capogruppo Sospiri – dobbiamo guardare al futuro, ossia garantire che quello che è avvenuto in passato, ovvero la cementificazione selvaggia delle sponde del fiume, che oggi ha reso necessario le 5 vasche, non accada mai più. Quindi non possiamo pensare di togliere tra i 50 e i 100 ettari a Cepagatti e Rosciano, e poi autorizziamo Megalò 2 o 3, o cementifichiamo ancora sulla sponda di Manoppello o autorizziamo un altro complesso residenziale lungofiume a Spoltore, rendendo inutile il sacrificio dei cittadini di Rosciano e Cepagatti. Oggi abbiamo il dovere di vincolare per sempre le aree a ridosso dell’asta fluviale e, a tal fine, lunedì depositerò un emendamento alla legge con il quale stabiliamo che sulle aree a 150 metri dalla linea di confine dell’area di rischio per fenomeni alluvionali, non si potrà mai più costruire, una norma che andrà applicata su tutti i comuni, come Chieti, Spoltore, Manoppello, San Giovanni Teatino e Pescara. Il Pd non potrà che sottoscrivere e votare la mia proposta di legge, che rappresenta solo il completamento del lavoro del Governatore D’Alfonso nell’assegnazione dei 54milioni di euro di finanziamento. È nostro dovere mettere in sicurezza l’asta fluviale per i prossimi trent’anni, le aree libere devono restare libere per sempre. Se non ci sarà l’approvazione della norma – ha commentato ancora Sospiri – evidentemente dovrò rivedere il mio giudizio e la mia posizione sull’intera operazione del Governatore D’Alfonso, ricordando che, ovviamente, i Comuni e i cittadini di Cepagatti e Rosciano non sono contenti di vedersi sottratti centinaia di ettari di terreno, ma sono comunque consapevoli della necessità di fare un sacrificio, purchè ne valga la pena”.

Pescara, 11.11.2015

Capogruppo Forza Italia

Regione Abruzzo

Lorenzo Sospiri

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

LIONS E... DIABETE

Il Lions Club, in occasione ...

MORINO: VERTICE A ROMA

Oggi pomeriggio, a Roma, ...

COMUNITA' MONTANA: ...

La Comunità montana Montagna ...

TAGLIACOZZO CONTRO ...

Il Comune di Tagliacozzo celebra ...

GUIDAVA DROGATO

Nei giorni scorsi, una pattuglia ...

CONFAGRICOLTURA SU ...

"Dal 20 novembre è scattata la ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

LIONS E... DIABETE

Il Lions Club, in occasione ...

PER RICORDARE ANTONIO VIOLA

Anche quest'anno il Coro ...

NOCCIANO E PESCARA: "NOTTE ...

I più importanti ...

RUBRICHE VARIE

MARSICA: NEBBIE

Un peggioramento delle condizioni ...

ABRUZZO: CLIMA INVERNALE

Si prevedono correnti d’aria a soffiare dai ...

SPORT

AVEZZANO: VITTORIA FUORI CASA

Vittoria fuori casa per ...

CALCIO - AVEZZANO – L'AQUILA: ...

1 – 1 per l'Avezzano: i ...