Politica

IN MEMORIA DI UN AMICO.

È morto Walter Del Duca. Con lui se ne va un altro Repubblicano vero. Ha dato molto alla sua comunità ed all’Abruzzo, spendendosi come professionista e come politico. Chiunque lo abbia conosciuto nella prima veste – quella di primario ospedaliero – sa di quale e quanta umanità fosse capace, indipendentemente dalla persona che aveva davanti e dal ruolo che essa ricopriva. E quell’umanità non era disgiunta da una profonda capacità professionale, frutto di esperienza e di studi ininterrotti nelle sue numerose specializzazioni, che ne facevano una vera risorsa per chiunque gli si affidasse. Eppure questa conoscenza non era mai esibita, mai estroflessa. Certo, veniva fuori dopo qualche minuto di colloquio con lui, come venivano fuori la sua cultura e l’umanità di cui ho parlato, ma era inevitabile, non era un’azione voluta.

Anche nel Partito Repubblicano Italiano, che amava profondamente e di cui interpretava con gli atti della vita l’essenza, Walter Del Duca spiccava. Paradossalmente spiccava per il non apparire. Sicuramente avrebbe potuto avere dal Partito molto più di quel che ebbe, ma la cosa non lo disturbava più di tanto. Ricoprì vari incarichi, fu Consigliere Comunale, Assessore alle Finanze al Comune di Pescara, Consigliere della Fondazione Caripe e poi della Pescara Abruzzo, ma sicuramente Walter Del Duca avrebbe potuto essere per il Partito Repubblicano Italiano molto più di quello che è stato. È il destino di coloro che hanno capacità e carisma naturali, e per questo non avvertono il bisogno di salire su uno sgabellino a gridare lo slogan del momento. È stato per noi Repubblicani una miniera non del tutto utilizzata, e la rimessa è stata tutta del Partito Repubblicano Italiano. Tuttavia siamo orgogliosi di averlo avuto tra di noi e di poter dire che uno di noi è stato. Memoria e Onore all’amico Walter Del Duca.

Pescara, 12 Ottobre2015

GianCarlo Amicarelli

Segretario della Federazione Regionale d’Abruzzo

del Partito Repubblicano Italiano

consiglio regionale 220714 rep 05

CONSIGLIO REGIONALE: DOMANI DOPPIA SEDUTA

(ACRA) – L’Aquila, 12 ottobre – Il Consiglio regionale è convocato in seduta straordinaria domani, martedì 13 ottobre, alle ore 11, per discutere del recepimento del Decreto Lorenzin e delle conseguenze sul sistema sanitario regionale. Nel pomeriggio i lavori proseguiranno in seduta ordinaria. All’ordine del giorno una serie di interpellanze: “O.P.G. e borse lavoro malati psichici” (Pettinari, M5S), “Compenso Direttore generale della Regione Abruzzo” (Febbo, FI), “Situazione rapporti commerciali Saga-vettori low cost” (Smargiassi, M5S), “Chiarimenti mancata partecipazione al tavolo di mediazione lodo SEVEL - ERGO UAS dei responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione Ambienti di Lavoro - Asl 2 Lanciano-Vasto-Chieti su convocazione della Direzione Territoriale del Lavoro Chieti-Pescara” (Marcozzi, M5S). Successivamente l’Assemblea discuterà due risoluzioni: la prima sul genocidio del popolo armeno, la seconda sull’adozione del piano regionale delle bonifiche. Si passerà poi all’esame dei progetti di legge sulla gestione dei corsi d’acqua, sul riordino delle funzioni amministrative delle Province, sulle procedure di assegnazione e vendita dei terreni agricoli del Fucino provenienti dalla riforma fondiaria, sul riconoscimento dell'agricoltore come custode dell'ambiente e del territorio. In chiusura dei lavori si voterà l’autorizzazione, all’Ater di Chieti, all’utilizzo dei proventi derivanti dalla vendita di alloggi, e si procederà all’elezione del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale. (f.f.)

l aquila palazzo consiglio regionale 291112 rep 04(ACRA) – L’Aquila, 12 ottobre – La settimana politica all’Emiciclo inizia oggi, lunedì 12 ottobre, con la seduta congiunta della Prima (Bilancio) e Quinta (Cultura) Commissione, che dovranno esaminare il progetto di legge per la concessione di un “contributo ad hoc all’unica istituzione concertistica orchestrale abruzzese”. I lavori della Prima Commissione continueranno con la discussione sulla “valorizzazione dello scalo d’Abruzzo” e sull’istituzione del Parco regionale marino “Trabocchi del Chietino”. Il primo punto sarà al centro anche della seduta della Quarta Commissione (Politiche europee), prevista per le 15, mentre tutti e due saranno esaminati, alle 15.30, dalla Seconda Commissione (Territorio), che si occuperà anche della modifica alla legge regionale sugli espropri per pubblica utilità. Martedì alle 11 è fissato il Consiglio regionale in seduta straordinaria per discutere della riorganizzazione della sanità regionale. I lavori proseguiranno nel pomeriggio in seduta ordinaria. Giovedì torna a riunirsi la Quarta Commissione, che si occuperà di cooperazione europea in materia di gioventù. Venerdì alle 11.30 la Commissione Speciale Immigrazione è convocata, infine, nell’aula consiliare del Comune di Vasto, per concordare delle visite alle strutture della provincia di Chieti che ospitano i migranti. (f.f.)

pescara municipio 110812 rep 06GRUPPO COMUNALE FORZA ITALIA

Comunicato consigliere comunale Forza Italia Fabrizio Rapposelli su riapertura piscina provinciale

La piscina provinciale annessa al Liceo-Istituto ‘Volta’ dev’essere riaperta subito garantendo alla scuola l’uso esclusivo dell’impianto nelle ore mattutine, per poi aprire la struttura, dalle 14 in poi, alla collettività. È sempre stata questa la volontà del mio assessorato quando abbiamo deciso di investire ben 700mila euro per la ristrutturazione delle vasche, con l’obiettivo prioritario di dare vita al primo e unico Liceo sportivo della provincia. Purtroppo il ritardo con cui la Provincia-amministrazione Di Marco sta ancora preparando il bando per la gestione suscita il sospetto che si vogliano contrarre gli spazi riservati alla scuola che, a un anno dalla chiusura del cantiere, continua a subire una penalizzazione ingiustificabile. Al Presidente Di Marco chiediamo dunque di rendere intanto disponibile immediatamente l’impianto per gli studenti, nelle more di un bando che prima del 2016 non sarà sicuramente definito”. A dirlo è il consigliere comunale di Forza Italia Fabrizio Rapposelli, ex assessore provinciale all’edilizia scolastica con la giunta di centro-destra.

Due sono state le ragioni che, anni fa, hanno indotto la nostra amministrazione a riqualificare e ammodernare quella piscina – ha ripercorso Rapposelli -: innanzitutto il voler restituire all’Istituto ‘Volta’ una struttura degna di tale nome utilizzabile, in primo luogo, dagli studenti. L’impianto infatti era stato costruito trent’anni fa grazie a un finanziamento del Credito Sportivo e aveva la necessità di quei lavori per continuare a essere agibile. In secondo luogo, abbiamo compreso che, nel rifare il bando per affidare all’esterno la sua gestione, era fondamentale garantire la disponibilità della struttura nelle ore mattutine a uso esclusivo della scuola. Oggi temo, invece, che con il nuovo bando si possa escludere la scuola dall’utilizzo della piscina al mattino. Al contrario l’amministrazione di centro-destra, sotto il mio assessorato, ha deciso di investire 700mila euro per quella piscina annessa al Volta per la ricchezza della tradizione sportiva di quell’Istituto, e perché rientrava in un progetto complessivo di potenziamento dell’intera scuola, una delle poche Istituzioni scolastiche ad avere all’interno della propria area una piscina nel centro-meridione, ovvero un vanto per la città e per la provincia di Pescara. Dunque, come stabilito, il bando doveva e dev’essere chiaro: uso mattutino riservato esclusivamente agli studenti; poi, dalle 14 in poi si può prevedere l’apertura dell’impianto alla collettività, assicurando anche un utilizzo sociale. Prima della scadenza del nostro mandato, avevamo già assunto un impegno chiaro con la scuola e con gli Uffici scolastici provinciale e regionale. Poi, con l’arrivo della nuova amministrazione provinciale di centro-sinistra, per l’ennesima volta l’intera procedura si è bloccata. I lavori di riqualificazione della piscina sono finiti da un anno – ha detto il consigliere Rapposelli – e del bando per la gestione neanche l’ombra. E oggi il ritardo registrato nella redazione e nella pubblicazione di quel bando non vorrei fosse funzionale a una contrazione degli spazi destinati alla scuola nell’utilizzo della piscina stessa. Oggi il vicepreside ha ragione a chiedere chiarimenti, ma anche Forza Italia e la città chiedono spiegazioni all’attuale amministrazione provinciale che, nella gestione delle nostre scuole, può vantare un record in negativo sicuramente irripetibile”.

Pescara, 10.10.2015

Consigliere comunale Forza Italia

Fabrizio Rapposelli

sospiri lorenzo 010715GRUPPO REGIONALE FORZA ITALIA

Comunicato del capogruppo Forza Italia (Regione Abruzzo) Sospiri su sede regionale Rai e Prefettura

Sulla realizzazione della sede regionale della Rai a Pescara e sul futuro delle Prefetture abruzzesi pretendiamo un’operazione trasparenza e verità dal Governatore D’Alfonso dopo le allusioni lanciate tre giorni fa durante la presentazione del ‘cerchio sul mare’. Qual è il nesso tra la trattativa aperta per portare a Pescara la sede regionale dell’emittente televisiva, con centro di produzione, e la volontà di lasciare a L’Aquila ‘qualcosa di importante’, con una chiara citazione dell’organo prefettizio? È evidente che si tratta di due funzioni entrambe strategiche, ma completamente differenti, e che, sicuramente, non possono essere oggetto di ‘baratto’ istituzionale. Forza Italia ritiene quindi fondamentale che, al fine di fugare dubbi, sospetti od equivoci, il Presidente D’Alfonso renda esplicite le sue ‘allusioni’, chiarendo anche la sua posizione in merito alla battaglia in corso contro l’accorpamento delle Prefetture, deciso dal suo Governo nazionale Pd, oltre che lo stato della presunta trattativa aperta per il futuro dei dipendenti Rai in Abruzzo”. A chiederlo è il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri.

Tra le tante chiacchiere con le quali il Presidente ha infarcito il suo pomeriggio pescarese, tre giorni fa – ha sottolineato il Capogruppo Sospiri –, non è sfuggita al pubblico una sfumatura. Il Presidente ha infatti accennato alla visita del Consigliere d’amministrazione abruzzese Diagonale il quale gli avrebbe dato ampia disponibilità per la realizzazione della nuova sede regionale della Rai a Pescara, su un terreno già di proprietà dell’azienda televisiva, con annesso centro di produzione. Fin qui nulla di male, se non fosse che il Presidente, a suo dire, si sarebbe anche assunto l’onere di contribuire all’allestimento tecnologico della sede per almeno 2 milioni di euro, e ovviamente dovrà venirci a dire dove pensa di prendere queste somme in una finanziaria regionale che chiude i punti nascita e gli ospedali proprio per non andare in default, sostiene sempre il Presidente. Quello che però ha fatto sobbalzare i presenti, nell’aula consiliare di Pescara, è stato quando il Presidente ha dirottato il discorso sulle Prefetture, ovvero, affermando di avere in serbo una funzione importante anche per l’Aquila, ha chiesto al pubblico se ‘a una città come Pescara rendesse di più una sede regionale della Rai con centro di produzione televisiva o una Prefettura?’. Ed è qui che sorge il quesito: cosa c’entra la Rai con la Prefettura? Qual è il collegamento tra le due funzioni? Secondo la ripartizione del Governo Pd-Renzi, ovvero il partito del Presidente D’Alfonso, in Abruzzo è già stata sacramentata la soppressione di due Prefetture, quella di Teramo e quella di Chieti, e l’accorpamento degli uffici rispettivamente a Teramo e Pescara, provvedimento peraltro impugnato dai sindacati che per il 30 ottobre prossimo hanno proclamato una giornata di mobilitazione. Dunque quale è la novità che il Presidente ha messo in serbo per l’Aquila e che avrebbe come fulcro il ‘caso’ Prefettura. Siamo certi che il Governatore D’Alfonso non starà pensando alla costituzione di una Prefettura unica regionale, che andrebbe a deprimere, ulteriormente, i presidi di legalità e sicurezza sui territori, aggravando la situazione già prospettata con il Piano Renzi. Ma è chiaro che nella pubblica amministrazione non si può navigare con le ipotesi e le incertezze, per tale ragione, al fine di sgombrare il campo da qualunque sospetto, Forza Italia chiede al Governatore di esplicitare le operazioni eventualmente in corso, all’insegna della trasparenza ufficializzando l’iter inerente la sede regionale della Rai e, soprattutto – ha insistito il Capogruppo Sospiri -, assumendo una posizione contro la soppressione delle Prefetture”.

Pescara, 10.10.2015

Capogruppo Forza Italia

Regione Abruzzo

Lorenzo Sospiri

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

CARSOLI: ATTO ...

Pare che i furti avvenuti nella ...

AGENTI AGGREDITI

Ore di punta piuttosto "calde", ...

BANDA LARGA A MAGLIANO

Ammonta a circa 300.000 ...

IL "SERPIERI" VESTE... ...

Anche quest’anno scolastico sarà ...

INCOMPATIBILITA' ...

Autorità di Governo in azione ...

"PINOCCHIO" AL CASTELLO

Lunedì 21 novembre ad Avezzano, ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

IL "SERPIERI" VESTE... IL ...

Anche quest’anno scolastico ...

"PINOCCHIO" AL CASTELLO

Lunedì 21 novembre ad ...

CORRADO ODDI E L'INFANZIA

Domenica 19 novembre, alle ...

RUBRICHE VARIE

RACCOLTA ALIMENTARE

A Tagliacozzo, La Delegazione Abruzzo e Molise ...

ORTUCCHIO: SALVATA POIANA

Un esemplare di poiana è stato rinvenuto ieri ...

SPORT

AVEZZANO: VITTORIA FUORI CASA

Vittoria fuori casa per ...

CALCIO - AVEZZANO – L'AQUILA: ...

1 – 1 per l'Avezzano: i ...