Politica

abruzzo regione logo

DALLA REGIONE 5 MILIONI PER L’ACCORDO DI PROGRAMMA SULLA VALLE PELIGNA

FINANZIATI 5 PROGETTI A VALENZA STORICO-CULTURALE

La Giunta regionale ha approvato oggi l’Accordo di programma quadro denominato APQ – Valle Peligna che prevede risorse pari a 5 milioni 145mila euro a valere sul PAR-FSC Abruzzo 2007-2013 per 5 progetti di tipo turistico-culturale. Questo l’elenco delle iniziative che saranno finanziate dopo la firma dell’Accordo tra Regione Abruzzo e Ministero dello sviluppo economico:

  1. Soggetto attuatore: Comune di Bugnara. Interventi nei Comuni di Villalago (ristrutturazione immobile da adibire a centro servizi per attività turistico-culturali); Bugnara (ristrutturazione immobili da destinare ad attività turistico-culturali); Introdacqua (ristrutturazione immobili da destinare a museo della Musica); Cocullo (realizzazione di un’area attrezzata per manifestazioni etnico-culturali); Anversa degli Abruzzi (biblioteca comunale e riqualificazione area verde pubblico).

  2. Soggetto attuatore: Comune di Sulmona. Interventi nei Comuni di Sulmona (sosta attrezzata per area camper, punto informativo e cinematografia); Pratola Peligna (ristrutturazione di palazzo Colella Santoro da adibire a polo turistico-culturale e realizzazione di un’area infrastrutturale).

  3. Soggetto attuatore: Comune di Raiano. Interventi nei Comuni di Raiano, Prezza, Corfinio, Vittorito e Roccacasale per il completamento del Parco archeologico di Corfinium, del Parco enogastronomico per la valorizzazione della cultura culinaria locale, del Parco naturalistico, del Parco ludico sportivo La Solfa e del Parco avventura.

  4. Soggetto attuatore: Parco nazionale della Maiella. Interventi nei Comuni di Pacentro (volo dell’angelo zip-line), Pettorano sul Gizio (Parco archeologico pre-industriale La valle dei mulini) e Cansano (completamento del Campus ambientale).

  5. Soggetto attuatore: Parco nazionale della Maiella. Interventi di promozione marketing territoriale.

d alfonsoVenerdì 18 dicembre, alle ore 11.30 nella Sala Blu della Regione Abruzzo in viale G. Bovio 425 a Pescara, si terrà la firma di tre protocolli stipulati dalla Regione Abruzzo con la società TUA, le università abruzzesi e le Province abruzzesi. Per l'occasione è convocata una conferenza stampa cui parteciperanno il Presidente della Giunta regionale Luciano D'Alfonso, l'assessore Dino Pepe e il consigliere regionale Camillo D'Alessandro.

di nicola maurizio 150112 rep 02DI NICOLA (CD): CONTRIBUTO DI 700MILA EURO ALLA PROTEZIONE CIVILE

(ACRA) - L'Aquila, 17 dicembre - Uno stanziamento di 700mila euro destinato al Dipartimento della Protezione Civile della Regione, per far fronte ai danni provocati dagli episodi di maltempo che hanno colpito l'Abruzzo nel corso dell'anno che sta per concludersi. Lo annuncia il Presidente della Commissione Bilancio Maurizio Di Nicola, a margine dei lavori del Consiglio regionale, in cui è stato approvato l'emendamento che lo vede primo firmatario. "Queste risorse - spiega Di Nicola - saranno utili per coprire i costi derivanti dagli interventi effettuati delle associazioni di volontariato di Protezione Civile e della Croce Rossa in occasione delle emergenze dei mesi di febbraio, marzo e ottobre, in cui hanno garantito l’assistenza ed il soccorso necessario alle popolazioni colpite. Serviranno anche a garantire l’attivazione delle apposite convenzioni tra la Regione e le stesse associazioni di volontariato, sempre più determinanti per le attività di Protezione Civile e, quindi, di salvaguardia per la pubblica e privata incolumità. Potranno, inoltre, essere impiegati per ammodernare e dotare alcune porzioni del territorio della Regione, attualmente sprovviste, delle necessarie stazioni per il monitoraggio dei principali parametri meteorologici, idrogeologici e nivologici, al fine di migliorare l’attuale sistema di prevenzione e previsione dei rischi". Nello stesso emendamento sono stati destinati 50mila euro per la promozione turistica regionale e 40mila euro per l'area marina protetta Torre del Cerrano. (com/f.f.)

 

pescara municipio 110812 rep 03Comunicato Armando Foschi – Pescara Mi piace – su Pescara appestata dall’odore di feci

Un odore nauseabondo di feci sta appestando da questa mattina tutta la città di Pescara, a partire dalle zone più vicine al mare e al fiume, un olezzo insostenibile che permane in assenza di vento, rendendo irrespirabile l’aria. Un odore che, memori di quanto accaduto la scorsa estate, con lo sversamento in mare di 30milioni di litri di feci e liquami in 17 ore, per la rottura di una condotta di 10 metri di diametro, ha subito fatto scattare l’allarme tra decine di cittadini che hanno chiamato in Comune per avere risposte, senza ottenere alcun risultato. L’Associazione ‘Pescara – Mi piace’ chiede al Comune di accertare con tempestività l’origine del cattivo odore e di ufficializzare cosa lo stia causando, mobilitando anche l’Agenzia regionale per la tutela ambientale, affinchè esegua gli opportuni controlli”. A lanciare l’allarme è Armando Foschi, membro dell’Associazione ‘Pescara – Mi piace’, raggiunto da decine di telefonate di cittadini in allarme.

Già ieri sera – ha spiegato Foschi – nel centro cittadino c’era un forte odore acre, tipico del sansificio. Ma questa mattina l’aria è completamente cambiata, anzi è diventata irrespirabile. Già alle 7 del mattino tutta la città era invasa dall’odore inequivocabile di escrementi: da Porta Nuova, zona via D’Avalos-via Bardet, via Marconi, sino al centro, dunque riviera nord, via del Concilio, piazza Sant’Andrea, via Gobetti, era impossibile non accorgersene e non essere disturbati da quell’olezzo anomalo. Il pensiero di molti è subito corso verso il depuratore, ovvero al sospetto che fosse accaduto qualcosa all’impianto di via Raiale, e in tanti già dalle 8 hanno tempestato i centralini del Comune per capire cosa stesse accadendo e perché a Pescara ci fosse quell’odore che sta tuttora costringendo tutti a tenere ben chiuse le finestre di case, scuole e uffici. Ma dal Comune nessuna risposta. E ovviamente l’allerta resta, perché non possiamo dimenticare l’emergenza ambientale che si è verificata a Pescara appena il 28 luglio scorso, quando in 17 ore 30milioni di litri di reflui e liquami di fogna sono finiti nel fiume e nel mare, e in tanti avevano avuto, in quei giorni, il sospetto vedendo il colore strano dell’acqua e, soprattutto, il suo cattivo odore. Ma in quell’occasione il sindaco Alessandrini ha ritenuto opportuno non avvisare la popolazione che ha continuato a farsi il bagno in mezzo a quelle feci; così come accaduto lo scorso 17 ottobre quando nel mare è stata avvistata e fotografata una evidente chiazza marrone che, uscendo dal fiume, arrivava fino a piazza Primo Maggio, ma, anche in quel caso, fatti i campionamenti mai nessuno ha saputo la natura e l’origine di quella chiazza marrone. A questo punto i sospetti sono molti e l’Associazione ‘Pescara – Mi piace’ chiede al Comune di intervenire per accertare l’origine dell’odore insopportabile, attivando tutte le opportune misure di emergenza e mobilitando le unità ispettive dell’Arta con le strumentazioni del caso, perché la città ha il diritto di sapere che aria sta respirando”.

Vi inviamo cordiali saluti

Pescara, 16/12/2015

Per info

Armando Foschi

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/groups/pescaramipiace/

Sospiri e consiglieri Di Domizio e Ciuffi2GRUPPO REGIONALE FORZA ITALIA

Comunicato del capogruppo Forza Italia (Regione Abruzzo) Sospiri su annullamento progetto nuova Caserma dei Carabinieri

Assorbendo la gestione dell’area degli ex Monopoli di Stato in via Rigopiano, il sindaco Alessandrini non ha solo spalancato le porte a una nuova area di degrado, che mai riuscirà a trasformare in un parco attrezzato, ma ha di fatto cancellato per sempre il progetto che prevedeva la realizzazione della nuova Caserma dei Carabinieri a Pescara. Un progetto peraltro che porta la firma del Governatore D’Alfonso che impedì al centro-destra di realizzare quel manufatto nell’area all’epoca assegnata all’Arma, l’ex campeggio sulla riviera sud, per dislocarlo esattamente nel rione San Giuseppe. Il sindaco Alessandrini, spalleggiato dal Presidente Blasioli, ha dunque sconfessato il suo pigmalione in maniera clamorosa, togliendo a Pescara ogni speranza di veder rinforzata la presenza dei militari nel nostro territorio, una decisione scellerata contro la quale mobiliteremo la cittadinanza”. A dirlo è stato il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri dopo l’ufficializzazione della firma, ieri, della convenzione, con la quale il Comune ha assunto la gestione diretta dell’area per i prossimi sei anni.

A Pescara il sindaco Alessandrini evidentemente non considera la sicurezza una priorità della sua agenda di governo – ha sottolineato il Capogruppo Sospiri -. Mentre aumentano ogni giorno furti, rapine, aumenta il senso di precarietà dei cittadini che chiedono di vedere più divise in strada, il sindaco Alessandrini ha infatti cestinato in modo definitivo la prospettiva di dotare la città di una nuova Caserma dei Carabinieri, una struttura nel 2003 destinata a sorgere sulla riviera sud di Pescara, con un progetto bloccato dall’allora sindaco D’Alfonso che la delocalizzò nell’area degli ex Monopoli, compresa tra via Passo Lanciano e via Rigopiano. A salvare il progetto è stato il centro-destra che, nel 2009 riprese per i capelli il finanziamento iniziale, destinato alla costruzione degli alloggi dei militari, prima che il Governo si riprendesse i fondi non spesi sempre dalla giunta D’Alfonso. Avviate le opere, oggi dovere del sindaco Alessandrini sarebbe stato quello di andare dal Governo Renzi e, sfruttando la filiera istituzionale, pretendere l’assegnazione degli altri fondi necessari per completare l’opera, disponendo di un progetto pronto, che, oltre alla costruzione di una struttura all’avanguardia, garantendo un potenziamento delle unità assegnate a Pescara, prevedeva anche la realizzazione di un parco aperto alla città. Ma il sindaco Alessandrini ha invece cestinato il progetto e ha deciso, in maniera autonoma, che dopotutto garantire la sicurezza dei cittadini non è poi così importante, e, archiviata la caserma, ha pensato fosse meglio accontentare il presidente Blasioli e sognare di usare tutta la superficie per il parco, l’ennesimo nel quartiere, che disterà 10 metri appena dal Parco di via Caduti di Nassiryia, e 50 metri dal parco Collodi, Parco Cicognini e Parco Renzetti. Peraltro un parco che la giunta Alessandrini non riuscirà mai a gestire, visto che oggi ha anche pubblicato un avviso per cercare chi sia disponibile a sobbarcarsi l’onere di chiudere e aprire ogni giorno i cancelli delle aree verdi già esistenti, proprio per sopperire alla carenza di personale, di risorse e di idee. È chiaro che, al di là dell’ennesima scelta politica sbagliata messa a segno dal sindaco Alessandrini, la firma con l’Agenzia del Demanio traccia una frattura tra il primo cittadino e il Governatore D’Alfonso, fautore e patron della Caserma in via Rigopiano e che evidentemente non è stato neanche interpellato a fronte di una decisione tanto importante per la città. Non solo – ha aggiunto il Capogruppo Sospiri -: altrettanto scellerata pare l’ipotesi di dislocare la futura Caserma in via Michelangelo, ovvero in pieno quartiere residenziale, quando lo stesso Governatore D’Alfonso ha impedito la localizzazione della Caserma della Guardia di Finanza in via Saffi, ossia a due passi da via Michelangelo, paventando gli eventuali problemi di sicurezza per la cittadinanza a fronte del continuo passaggio dei mezzi delle Forze dell’Ordine a velocità sostenuta. A questo punto delle due l’una: o Alessandrini non conosce nulla della politica di D’Alfonso, o ha improvvisamente deciso di recidere il cordone ombelicale, aprendo una voragine senza fine. A ogni modo bocciamo senza mezzi termini la scelta dissennata di cancellare il progetto della Caserma dei Carabinieri che difenderemo in ogni modo e mobilitando il territorio”.

Pescara, 15.12.2015

Capogruppo Forza Italia

Regione Abruzzo

Lorenzo Sospiri

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

AVEZZANO: CONSIGLIO ...

Ad Avezzano il Consiglio ...

WORKSHOP SU DATI ...

E’ previsto per martedì 24 alle ...

FIERA DEL 25 APRILE

Si avvicina la fiera del 25 ...

SOPPRESSIONE SERVIZIO ...

Chiuso l’ambulatorio ...

CARABINIERI: CAMBIO DI ...

A causa di alcune criticità ...

CONSULTORIO: CORSI ...

Tra le varie attività, al ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

CORO "LE COLLANELLE": IL ...

Il cd del coro “Le Collanelle”, ...

CULTURA

CONSULTORIO: CORSI GRATUITI

Tra le varie attività, al ...

TERAMO: EDUCAZIONE STRADALE

L’Aci di Teramo ha ...

SAN GABRIELE: CONVEGNO DEI ...

Sabato 21 aprile il ...

RUBRICHE VARIE

CAI IN GITA

Per domenica 22 aprile, il CAI di Avezzano, ...

MARSICA: ACQUAZZONI ...

Giornate tipicamente primaverili si susseguono ...

SPORT

PESCARA – SPEZIA: L'ARBITRO ...

Pescara Spezia: la partita ...

TAEKWONDO CELANO: UN SUCCESSO

Successo per il centro ...