Politica

martino antonio
FORZA ITALIA: MARTINO, SENTO GRANDE RESPONSABILITÀ PER IL DELICATO RUOLO.

IL DEPUTATO COMMENTA LA NOMINA A SEGRETARIO ORGANIZZATIVO IN ABRUZZO.

L’Aquila, 7 aprile - ”Sono onorato della nomina e sono cosciente della grande responsabilità che questo delicato ruolo mi attribuisce. Sono certo che la organizzazione passa per il lavoro e il sacrificio, in questo senso come imprenditore, con umiltà, sono convinto di poter dare il mio contributo sempre rispettando quanto fatto finora in Forza Italia in Abruzzo".

Così Antonio Martino, il deputato abruzzese di Forza Italia eletto nel collegio uninominale dell'Aquila, commentando la sua nomina a segretario organizzativo regionale di Forza Italia. Martino alle elezioni politiche del 4 marzo scorso ha vinto con il 42 per cento dei consensi distanziando del 10,80 per cento il candidato del M5S Giorgio Fedele.

quagliariello gaetano due

ABRUZZO: QUAGLIARIELLO (IDEA), D’ALFONSO METTA FINE A INCOMPATIBILITA’

“Noi crediamo fermamente nella certezza del diritto. Il diritto postula la presunzione di innocenza e dunque auguriamo a Luciano D’Alfonso una rapida risoluzione della vicenda di cui parlano le cronache odierne. Lo stesso diritto prescrive però l’incompatibilità tra la carica di senatore e quella di presidente della Regione Abruzzo, pertanto gli rinnoviamo l’invito a porre fine a questa situazione di evidente illegalità sancita da molteplici fonti giuridiche a cominciare dallo stesso regolamento regionale. D’Alfonso ha chiesto 1.600 ore di lavoro, e cioè 100 giorni, prima di lasciare la Regione. Ne avrebbe avute a disposizione molte di più se non avesse preferito la grande fuga verso Roma. Ora che la scelta è compiuta, ne tragga le conseguenze”. Lo dichiara il senatore Gaetano Quagliariello, leader di ‘Idea’.

d alfonso

D’ALFONSO SU PROCEDIMENTO PER VILLA DELLE ROSE A LANCIANO

La rilettura dell’azione politica e degli atti della Pubblica amministrazione da parte di un giudice terzo è un dato di fatto positivo che certifica alla fine del suo percorso la correttezza e la compiutezza dell’impegno istituzionale a cui chi ha responsabilità guarda senza timore.

In queste ore ho avuto contezza di un procedimento da parte della Procura della Repubblica di Pescara riguardante un atto della Giunta regionale – la delibera n. 367 del 3 giugno 2016 – con il quale si dava indirizzo alla struttura tecnica della Regione di esplorare le possibilità di individuare risorse da destinare alla riqualificazione di un bene pubblico di grande valore culturale e ambientale quale quello di Villa delle Rose a Lanciano.

L’assunzione di quell’atto è avvenuta - come si dimostrerà per tabulas - in una giornata di intenso lavoro coincidente con la responsabilità istituzionale che mi vedeva impegnato nel corso della mattinata a Roma, a Palazzo Chigi e presso l’ambasciata americana, nel primissimo pomeriggio in un impegno elettorale a Collecorvino e, a seguire, lo svolgimento istituzionale della Giunta regionale per l’approvazione della delibera citata, per poi riprendere un percorso politico-istituzionale incontrando amministratori e cittadini a Francavilla, Lanciano e Manoppello.

L’ipotesi di lavoro della Procura pescarese pertanto mi vedrà impegnato a favorire e far acquisire ogni utile informazione e documentazione che permetta alla magistratura di pervenire alla verità incontrastata certificante l’assoluta correttezza e liceità delle attività svolte anche in questo caso dal sottoscritto, dai componenti della Giunta e dai collaboratori interessati dal procedimento.

Luciano D’Alfonso, presidente della Regione Abruzzo

consiglio regionale 220714 rep 08

MARTEDÌ 10 APRILE SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE

(ACRA) – L’Aquila, 6 aprile - La Conferenza dei Capigruppo ha fissato per martedì 10 aprile la prossima seduta del Consiglio regionale dell’Abruzzo. I lavori d’Aula inizieranno alle ore 13.00 con l’approvazione dei verbali delle precedenti sedute per proseguire con lo svolgimento delle interpellanze sui seguenti temi: esondazione del canale Fosso Grande di Spoltore-Pescara - Impegni per la messa in sicurezza degli abitati limitrofi; Por Fesr Abruzzo 2014/2020 riguardante l'avviso pubblico per il sostegno alla "Promozione dell'eco efficienza e riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche"; lavori di escavazione per approfondimento dei fondali del porto di Ortona; iniziative contro il caro pedaggi autostrade A 24 e A25; Piano nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare (Aedes), con particolare riferimento ai virus Chikungunya, Dengue e Zika; richiesta di chiarimenti in merito alle delibere di Giunta in tema di commissioni esaminatrici dei concorsi pubblici indetti dall’Azienda USL di Avezzano-Sulmona-L’Aquila. Il Consiglio procederà poi all’esame dei seguenti progetti di legge: modifica alla legge regionale in materia di “alloggi di edilizia residenziale pubblica”; “norme per la promozione e il sostegno delle Pro Loco”; “Istituzione del garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza”; modifica alla legge regionale in materia di “apicoltura nella Regione Abruzzo”; modifiche ed integrazioni alla legge regionale in materia di “gestione della fauna ittica e disciplina della pesca nelle acque interne”; “norme in materia di congruità dell’incidenza della manodopera denunciata sul valore dell’opera; “disposizioni in materia di riduzione del trattamento economico dei Consiglieri regionali”. All’ordine del giorno sono previste anche le elezioni del Garante dei detenuti, di un componente del Collegio regionale per le Garanzie Statutarie e dei componenti della Commissione regionale per la realizzazione delle pari opportunità. (ndl)

 

municipio avezzano

In merito al caso Gielle il partito democratico chiede al comune di Avezzano chiarimenti sulle azioni messe in atto e su quelle previste per il recupero delle somme. Una interrogazione in vista della prossima seduta del 24 aprile è stata presentata dai consiglieri di opposizione del Partito Democratico Roberto Verdecchia e Domenico Di Berardino, i quali chiedono al sindaco se l’intenzione sia, o meno, quella di recuperare l’intera somma oppure solo una quota di essa.

La vicenda è correlata a una controversia contro Gielle durata più di 30 anni. La Corte Suprema di Cassazione ha messo la parola fine alla lunga vicenda giudiziaria. I fatti risalgono al 1985, quando l’Ente Fucino aveva ceduto al Comune di Avezzano alcuni beni in uso alla società Gielle, con l’impegno di riconoscere alla stessa migliorie per 950 milioni. Dopo la sentenza shock che condannava il Comune a pagare 806 milioni di euro di danni, l’Amministrazione impugnando gli atti dell’allora Carispaq, ha ottenuto la visto accogliere la tesi difensiva.

Ci chiediamo: perché da mesi non si parla di questa ostica e importante vicenda?

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

CAMPO ROM SGOMBERATO

Continua il problema degli ...

VIA CORRADINI CAMBIA

Migliorare la qualità della vita ...

ALBERI IN CITTA': ALTRI ...

Gli arbusti in piazza Torlonia, ...

AVEZZANO: ASSEGNI PER ...

L’amministrazione comunale di ...

"NONNO ASCOLTAMI"

Parte in tutta Italia la nona ...

RESTAURO PALAZZO DEI ...

Martedì 25 settembre alle 11.30 ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

ABRUZZO: ARTIGIANATO ...

Sono 1.390 gli occupati ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

CORO "LE COLLANELLE": IL ...

Il cd del coro “Le Collanelle”, ...

CULTURA

"NONNO ASCOLTAMI"

Parte in tutta Italia la ...

RESTAURO PALAZZO DEI ...

Martedì 25 settembre alle ...

"FIABA DAY"

Conferenza Stampa di ...

RUBRICHE VARIE

ESCURSIONE CON ETHNOBRAIN

Sabato 15 settembre sul Monte Marsicano, uno ...

Arte in Giardino 16 ...

Arte in Giardino 16 settembre 2019 Avezzano ...

SPORT

PESCARA CALCIO: AL VIA GLI ...

I biancazzurri riprendono ...

L'ANGIZIA BATTE IL TOSSICIA

L’Angizia Luco parte bene ...