Cronaca

di sabatino renzo

  La Maccaferri di Castilenti conferma la chiusura ma agevolerebbe l'ingresso di altri imprenditori Per i lavoratori un anno di cassa integrazione straordinaria Si è appena concluso, a Pescara, il tavolo regionale sulla vertenza Maccaferri, azienda di Castilenti, che produce impiantistica metalmeccanica di alta qualità realizzando sistemi per la stabilizzazione dei versanti. I rappresentanti dell'impresa hanno incontrato l'assessore regionale alle attività produttive, Giovanni Lolli, e una delegazione teramana composta dal presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino, dal sindaco di Castilenti, Alberto Giuliani e dal consigliere regionale Luciano Monticelli. Presenti anche i sindacati - fiom Cgil e Fim Cisl - e Italia Lavoro. La Maccaferri ha ribadito la sua decisione di abbandonare il polo produttivo nel teramano, quindi, per i 42 dipendenti si apre la strada della cassa integrazione guadagni straordinaria, per un anno, per cessazione di attività. "Ci attiveremo immediatamente per gli ammortizzatori sociali, già la prossima settimana dovrebbe esserci una riunione in Provincia - ha affermato il presidente Renzo Di Sabatino - ma considerato quanto quello dell'occupazione sia un nodo particolarmente sensibile per l'area del Fino non vogliamo lasciare nulla d'intentato. Abbiamo incassato la disponibilità della Maccaferri ad agevolare eventuali affitti o cessioni ad altre imprese, operazioni che potrebbero vederli partner. Insieme alla Regione e allo stesso Comune, utilizzando i canali dello scouting imprenditoriale, proveremo a compiere un'esplorazione per verificare se ci sono gruppi o imprenditori interessati. Alla Maccaferri si producono manufatti di alta qualità e questo patrimonio di professionalità e macchinari potrebbe incontrare l'interesse del mercato". Teramo 18 novembre 2015

logo asl teramo

PICCOLA OPERA CARITAS DI GIULIANOVA, LA ASL DI TERAMO D’INTESA CON LA REGIONE

LIQUIDA I COMPENSI PER IL PERIODO GENNAIO-AGOSTO 2015. FONDI GIA’ DISPONIBILI IN BANCA

Con la delibera n. 1421 firmata in data odierna, il direttore generale della Asl di Teramo Roberto Fagnano ha disposto la liquidazione dei compensi per le prestazioni effettuate nel periodo gennaio-agosto 2015 dalla Piccola Opera Caritas di Giulianova. La somma liquidata “nelle more della rimodulazione del Piano residenziale per prestazioni assistenziali” è pari a 524.494,98 euro. Gli ordinativi di pagamento (n. 10.663 e 10.664) sono stati emanati oggi stesso, dunque i fondi sono disponibili in banca e gli stipendi potranno essere erogati già da domani, giovedì 19 novembre.

Con tale somma verranno pagati gli stipendi non corrisposti e la Piccola Opera Caritas potrà proseguire il proprio lavoro senza interrompere i servizi di assistenza, assicurando la funzionalità della struttura. Inoltre il Presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso ha assunto l’impegno di definire - nell’incontro del 3 dicembre previsto in sede conciliativa per definire il contenzioso per gli anni 2012-2013 - una transazione che sia “la più avanzata possibile”. Gli uffici regionali sono già in contatto con la dirigenza della Asl teramana e della Piccola Opera Caritas per giungere ad una predefinizione della transazione da chiudere il 3 dicembre prossimo.

angelini luca

Chiedono soldi sfacciatamente, denaro che andrebbe, secondo loro, ad enti di beneficenza, a persone che hanno bisogno, poveri, disabili, categorie deboli, ma non è vero. Se si domamda a queste persone una certificazione dell'ente citato, non viene esibita o forse si, su carta straccia, perché poi, a casa, su internet, si scopre che l'organizzazione in questione non esiste. Parliamo di Avezzano, precisamente del piazzale atto a parcheggio dell'ospedale civile, dove non hanno davvero più limiti i questuanti della finta beneficenza, sempre provvisti di una autorevole e credibile "postazione". Il versamento dell’obolo ovviamente non è obbligatorio ma il gioco abusivo di queste "presenze", prevede anche il rifiuto, tanto c'è sempre chi abbocca, chi dice si e, a fine giornata, la raccolta esentasse sarà stata sicuramente, comunque, proficua. Ma quello che colpisce, non è tanto il fatto che in certi posti si aggirino questi abusivi, bugiardi e quindi irregolari, cosa tollerata e vietata, ma che il parcheggio del nosocomio avezzanese ne sia invaso e che le autorizzazioni alla truffa mascherata da beneficenza, ovviamente, non ci sono e chi la opera non si intimorisce mai, ostenta una spavalderia unica, risponde con prontezza ad ogni domanda. Una buona notizia è che l'Assessore Comunale di Avezzano, alla Polizia Locale, Luca Angelini (nella foto), insieme con il Comandante della stessa, Luca Montanari, sta mettendo a punto un piano, deterrente di queste truffe, contro ogni forma di abusivismo e di accattonaggio. Una strategia che, a tappeto, intende debellare ogni fenomeno irregolare come quello citato e purtroppo ancora in atto. Ma forse ancora per poco.

chieti città 010613 rep 04

La Cgil Fp e la Cisl Fp annunciano lo stato di agitazione del personale del Tribunale di Chieti. La decisione, già nell’aria, si è concretizzata dopo l’ultima assemblea dei lavoratori e oggi, in seguito al perdurare delle condizioni critiche di lavoro dei dipendenti e all’assenza di un confronto chiesto a presidenza e dirigenza del foro teatino, è stata comunicata ufficialmente anche alle istituzioni.

Pare che i lavori di ristrutturazione, che da circa tre anni interessano l’edificio in piazza San Giustino, costringono a lavorare in condizioni precarie con accorpamenti tra uffici, affollamento nei locali, intuibili disagi per operatori e utenti, con polveri provenienti dal cantiere, fori e interventi sui muri perimetrali dello stabile.

chieti città 010613 rep 10
 Le Poste Centrali di Chieti, in via Spaventa, resteranno chiuse mercoledì 18 novembre a causa dei lavori di manutenzione straordinaria.

"L'intervento è finalizzato al miglioramento degli standard di accoglienza e di sicurezza degli ambiente - fa sapere Poste Italiane - sarà comunque regolarmente disponibile lo sportello ATM per il prelievo di denaro contante e tutte le operazioni consentite, all’esterno dell’ufficio. Per qualsiasi esigenza, la clientela potrà rivolgersi presso i limitrofi uffici postali di Chieti 2 (via degli Agostiniani), Chieti 6 (via de Lellis) e Chieti 1 (via Albanese), quest’ultimo disponibile con orario continuato fino alle 19.05".

L’ufficio postale di via Spaventa riaprirà regolarmente al pubblico da giovedì 19 novembre, secondo il consueto orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.20 alle 19.05 e il sabato dalle ore 8.20 alle 12.35.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

IMMONDEZZAIO... ...

In prossimità del municipio di ...

CONSULTORIO FAMILIARE ...

Sarà intitolato alla ...

"GENERAZIONI SCORRETTE" ...

Mancano pochi giorni allo ...

MARSICA: NEBBIE

Un peggioramento delle ...

MULTE ZTL TERAMO: ...

474 cittadini a Teramo verranno ...

CRISTICCHI DIRETTORE ...

Il cantautore e attore-scrittore ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

CONSULTORIO FAMILIARE "IRMA ...

Sarà intitolato alla ...

"GENERAZIONI SCORRETTE" AL ...

Mancano pochi giorni allo ...

CRISTICCHI DIRETTORE ...

Il cantautore e ...

RUBRICHE VARIE

MARSICA: NEBBIE

Un peggioramento delle condizioni ...

ABRUZZO: CLIMA INVERNALE

Si prevedono correnti d’aria a soffiare dai ...

SPORT

AVEZZANO: VITTORIA FUORI CASA

Vittoria fuori casa per ...

CALCIO - AVEZZANO – L'AQUILA: ...

1 – 1 per l'Avezzano: i ...