Cronaca

tribunale az

Oggi, 7 novembre, il pubblico ministero del tribunale di Avezzano, Roberto Savelli, ha chiesto l'archiviazione per il figlio del sindaco (nella foto), Giulio Di Pangrazio, implicato in un incidente automobilistico poche settimane fa. L'istanza di archiviazione è stata effettuata in base al rapporto dei carabinieri di Avezzano e sono stati sentiti diversi testimoni, i quali hanno rimarcato che non c'è stata alcuna omissione di soccorso da parte del ragazzo, la cui unica "colpa", forse, è quella di essere figlio del primo cittadino di Avezzano. Il giovane Di Pangrazio, al momento dell'incidente, era stato fatto oggetto di minacce da parte di alcuni presenti, ed era rimasto impaurito dalle modalità degli stessi. L'archiviazione del caso è stata richiesta perchè il fatto non sussiste.

Tutto qui, per quanto potrebbe riguardare un "normale" sinistro (augurandoci che ne accadano sempre meno) che ha visto, però, coinvolto, il figlio del sindaco del Capoluogo della Marsica. Sulla vicenda, infatti, si sono avventati come avvoltoi e soliti corvi, i detrattori di ogni genere, quali ex consiglieri comunali ed altri ancora (chi più ne ha, più ne metta!) e soprattutto, come sempre, ad affondare il dito nella piaga, certi giornali della carta stampata e vari siti web (sempre loro), per strumentalizzare questa circostanza e... Non soltanto.

Questi i principali appuntamenti di Luciano D’Alfonso per sabato 7 novembre:

- ore 9:00 a PESCARA, nell’Aurum, Stati Generali della Polizia Locale regionale. I lavori si svolgeranno con il seguente programma: Saluto del Presidente D'Alfonso; introduzione del Dr. Grippo; intervento dei relatori Fabio Dimita e Pierluigi Arigliani; conclusioni di Domenico Carola. Sono stati invitati i Comandanti e responsabili di Servizio dI Polizia Locale dell'Abruzzo;

- ore 18:00 a TERAMO, nel Parco della Scienza, Presentazione de "il Cielo d'italia" evento organizzato dal Comitato Mostre ceramiche Antiche e contemporanee in collaborazione con l'Amministrazione comunale di Teramo, i Rotary Club international aderenti, l'AiCC e i maestri ceramisti italiani.

lucianodalfonso

La Marsica come polo di eccellenza, un posto pieno di peculiarità da rivalutare e presentare come punto di forza dell'Abruzzo: un progetto ambizioso che passa attraverso il miglioramento del sistema viario, messa a punto del nuovo ospedale, banda larga e ultralarga, tempi di percorrenza più brevi sulla Pescara – Chieti – Avezzano – Roma. Ne ha parlato oggi il governatore della Regione, D'Alfonso (nella foto),, nel corso della Giunta Regionale straordinaria, che si è tenuta al Palazzo Arssa di Avezzano. La giornata si è svolta alla presenza dell'Onorevole Gianni Letta, di diverse autorità regionali e sindaci del Comprensorio marsicano.

chieti città 010613 rep 05

Spesa a rischio anche nel Chietino, sabato 7 novembre, per via dello sciopero nazionale dei lavoratori dei supermercati e delle grandi catene commerciali.

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno infatti proclamato una mobilitazione, dallo slogan "Fuori tutti", per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti nazionali di settore e la difesa di diritti e salario dei lavoratori. Alla protesta partecipano gli addetti delle aziende aderenti a Federdistribuzione, Confesercenti e Distribuzione Cooperativa. 

Per i circa 500mila lavoratori del settore, la situazione è diventata complicata in virtù della "liberalizzazione degli esercizi commerciali, con le aperture indiscriminate 24 ore su 24 e 7 giorni su 7" che ha comportato un "peggioramento delle condizioni di lavoro". 

teatromarrucino

Le provocazioni, più o meno fondate, sono nel suo stile. E stavolta il comico romano Enrico Brignano, abruzzese d’origine (la mamma era di Palombaro), non ha smentito una delle sue caratteristiche più note. Nel mirino, però, è finito uno dei simboli principali della città di Chieti, il teatro Marrucino. Lo ha fatto venerdì 30 ottobre, all’Aquila dove è stato ospite della scuola sottufficiali della Guardia di finanza con lo spettacolo “Sono italiano ma non è colpa mia”. 

Lo storico palcoscenico teatino, è stato citato da Brignano come esempio negativo di teatro rovinato “Basta vedere - ha detto - come è ridotto il Marrucino di Chieti”.

E a distanza di una settimana insorge il consigliere di Giustizia Sociale Bruno Di Paolo, che attacca il sindaco Umberto Di Primio che “si è sempre autodefinito paladino della teatinità”.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

Apertura sedi ...

Prot. URP n. 1112/u Pescara, ...

Apertura sedi ...

Prot. URP n. 1112/u Pescara, ...

VASTO:ELEZIONI POLITICHE ...

        ...

ANATRA ZOPPA ... MERCATO ...

Anatra Zoppa: dopo gli ...

NEVICATE IN ARRIVO...

Atteso nelle prossime ore un ...

PAZIENTI ONCOLOGICI: ...

Sabato 24 febbraio, dalle 16.00, ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

PAZIENTI ONCOLOGICI: INCONTRO

Sabato 24 febbraio, dalle ...

NONNA AMELIA FA 108

San Giovanni Teatino: nonna ...

AIELLI: RESTYLING

Ritrovare, con il restauro, ...

RUBRICHE VARIE

AVIS AVEZZANO: ASSEMBLEA

Convocata per il 24 febbraio alle 15.30 ...

LETTOMANOPPELLO: ...

  Nasce a Lettomanoppello uno sportello ...

SPORT

CALCIO, AVEZZANO: TERZO POSTO

4 i gol per l’Avezzano ...

RUGBY: VITTORIA PER L'AVEZZANO

L'Avezzano nel ...