Cronaca

avezzano casa riposo

Avevano avviato una proficua attività di spaccio nei locali della ex dimora per anziani “San Giuseppe” di Avezzano, diventata, dopo la chiusura, rifugio di senzatetto e sbandati e al centro, anche recentemente, di diverse vicende di cronaca.

Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale di Avezzano aveva disposto la muratura degli ingressi della palazzina. Poco fa la polizia locale di Avezzano ha fatto irruzione nei locali, dove sono state rinvenute delle dosi di stupefacente; un cittadino marocchino è stato fermato e, accompagnato al commissariato di Avezzano, identificato e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

ospedale

La Uil Fpl si afferma nella Asl 1 Avezzano Sulmona - L’Aquila. Alle elezioni per il rinnovo delle Rsu, ha infatti ottenuto 769 voti, pari al 31,5 per cento, affermandosi come primo sindacato nella Asl 1. Hanno votato 2436 persone su 2858 aventi diritto, pari all’85,23 per cento.

augustodibastiano

Il Centro Giuridico del Cittadino di Avezzano, ricorda che, in Italia, sono 7 milioni e 730mila i contribuenti che non pagano l’IRPEF, o perché sotto la soglia minima (no tax area) o perché azzerano l’imposta grazie alle agevolazioni fiscali.

Di questi, 3,2 milioni non riescono completamente ad utilizzare le detrazioni, perché hanno un reddito troppo basso, e 750mila sono totalmente incapienti, quindi non beneficiano delle detrazioni per spese e nemmeno delle agevolazioni per familiari a carico.

 Gli altri 2 milioni e 360mila non hanno un reddito sufficiente per utilizzare le detrazioni sulle spese ma almeno in parte utilizzano quelle per i familiari.

Infine, ci sono 4,61 milioni di persone che utilizzano completamente le detrazioni per i carichi di famiglia oltre a quelle da lavoro, mentre non riescono a utilizzare pienamente quelle per oneri e spese. Tantissimi gli incapienti in Abruzzo.

(Nella foto: Augusto Di Bastiano, presidente del Centro Giuridico del Cittadino di Avezzano.)

metanodotto

54 comuni, la Diocesi, le associazioni, le aziende e poi sindacati, movimenti politici e aree protette hanno manifestato, sabato 21 aprile, nel pomeriggio, in corteo a Sulmona contro la realizzazione della centrale Snam e del Gasdotto.

Sono 365 le istituzioni e le organizzazioni contro la deriva fossile e le opere impattanti, dalla centrale al gasdotto, oltre a tanti cittadini”, così gli organizzatori del corteo che ha avuto adesioni da tutta Italia. Insieme per dire no agli 11 gli interventi principali tra stoccaggi, gasdotti, pozzi solo tra Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria e Molise.

pescaraponte

Pubblicata l’ordinanza del comune di Pescara per la stagione balneare. “In merito ai parametri stabiliti dalle normative nazionali e regionali, Pescara parte con due divieti temporanei di balneazione in corrispondenza dei punti di prelievo di via Balilla e via Galilei.

Questi due punti sono stati definiti zone di ‘acque scarse’ con delibera di giunta regionale n. 169 del 21 marzo scorso, caratterizzate, cioè, dalla elevata variabilità dei valori.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

LA SETTIMANA POLITICA ...

LA SETTIMANA POLITICA ...

TEATRO ROMANO RACCOLTE

GRANDE ...

AVEZZANO: CORSA IN ROSA

Donne di corsa per ...

SPACCIO: UN ARRESTO

Avevano avviato una proficua ...

RINNOVO RSU ALLA ASL

La Uil Fpl si afferma nella Asl ...

"OFFICINE DELLA PAROLA"

Con il vescovo dei Marsi, Pietro ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

CORO "LE COLLANELLE": IL ...

Il cd del coro “Le Collanelle”, ...

RUBRICHE VARIE

WEEKEND ... MITE

Persiste un campo anticiclonico sull'Europa ...

In Italia quasi otto ...

7,25 miliardi di detrazioni che non vengono ...