Cronaca

mamma sogni d oro

Riparte in autunno il servizio gratuito di trasporto notturno per il sabato sera targato Mamma sogni d’oro

Sabato 24 settembre riparte alla mezzanotte, dopo la pausa estiva, il servizio di trasporto notturno del sabato sera di mamma sogni d’oro finanziato dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio Dei Ministri. Un servizio che lo scorso inverno ha totalizzato 2567 presenze totali.

Anche per quest’anno viaggiare è gratuito ed è possibile farlo in Marsica e Valle Peligna. Gli orari e le fermate sono pressoché identiche a quelle dell’anno scorso. Unica novità è la tratta che copre la Valle del Giovenco che diventa più veloce in quanto i bus si raddoppiano. Ci sarà un bus per Celano e Pescina e un altro per Ortucchio, Gioia e Lecce Dei Marsi e San Benedetto dei Marsi.

Questi i nuovi orari:

per la città di Avezzano il Taxi Gratuito è attivo dalla mezzanotte alle 04.00 e per accedere al servizio basta chiamare il numero 3404900153 al quale risponde un operatore che si trova all’interno del taxi per gestire il tuo viaggio e quello di tuo figlio.

boldrini laura

Italicum e referendum costituzionale, economia e politiche per il Mezzogiorno, le nuove leggi per contrastare la violenza in famiglia, gli scenari per l’Italia e per l’Europa in vista delle presidenziali Usa, la giustizia.

Sono i temi della due giorni di meeting dal titolo “Proponiamo il futuro” che il Centro Democratico con il presidente nazionale Bruno Tabacci organizza a Pescina, il 24 e 25 settembre prossimo. Tanti i nomi di spicco nei diversi dibattiti in programma: sabato alle 18.30 interverrà la presidentessa della Camera Laura Boldrini (nella foto), mentre a rappresentare il governo ci saranno domenica 25 alle 17 il ministro della Giustizia Andrea Orlando e sabato, per tutto l'arco della giornata, il viceministro dell’Economia Enrico Morando ed i sottosegretari Gennaro Migliore e Domenico Rossi. Interverranno anche il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, parlamentari di maggioranza e opposizione, consiglieri regionali e rappresentanti del mondo dell’economia e dell’Università.

municipio az 3

Si sono seduti sui banchi della sede della regione Abruzzo, in via Sandro Pertini, ad Avezzano, dopo essere stati spostati, per l'inagibilità delle scuole di via Fucino, ma hanno trovato la sgradita sorpresa di sedie, pavimenti, suppellettili sporchi. Sono bambini delle elementari, i cui genitori, al momento, pare non possano fruire neanche di un autobus per raggiungere la nuova sede. Eppure, molte mamme, che abitano lontano da via Sandro Pertini, non hanno l'auto o parenti che possano accompagnare i piccoli a scuola. Tornando a bomba: parecchi genitori, risentiti, segnalano perfino i banchi sporchi e grembiulini inguardabili dei loro figli, dopo una mattinata di scuola. Giriamo a chi di competenza questa lagnanza giunta in redazione.

capistrello municipio 110712 rep 01

Ha avuto luogo ieri il consiglio comunale a Capistrello, come richiesto dai Consiglieri comunali d'opposizione, per discutere della sicurezza degli edifici scolastici. Come per tutti i comuni del territorio, anche nel centro rovetano, è evidente la preoccupazione. “Abbiamo chiesto un Consiglio dedicato a questo tema perché riteniamo doveroso siano forniti dati certi alle famiglie degli alunni e a tutti gli operatori della scuola sullo stato di sicurezza degli edifici – dichiarano i Consiglieri di minoranza – purtroppo non abbiamo ottenuto chiarezza dal Sindaco. Alla domanda di pubblicare tutte le certificazioni di idoneità, agibilità, vulnerabilità e sicurezza dei vari edifici, l'argomento è stato puntualmente eluso”. La discussione sul punto è durata a lungo e alla presenza di numerosi genitori interessati al tema.

dehors

L’art. 3, lett. e.5) del D.p.r. n. 380/2001, ha lo scopo di frenare il fenomeno dei c.d. abusi progressivi, infatti, riconduce alla nozione di intervento di nuova costruzione, anche le istallazioni di strutture non murarie, per le quali è sempre necessario il permesso di costruire. Tante strutture in legno costituite da un unico manufatto, qualificate come semplici gazebi, sono state ancorate di fronte a diversi esercizi commerciali, ad Avezzano, in virtù di una concessione quinquennale che ha radici nella precedente amministrazione e che in questi giorni si è estinta per vie naturali, perché ha avuto termine. L'amministrazione Di Pangrazio, come da programma e secondo la scadenza dell'accordo, dovrebbe esigere dagli esercenti lo smantellamento dei gazebi al più presto, ma non lo fa. Ne', tantomeno, di loro spontanea volontà, i commercianti si armano nel destrutturare queste costruzioni, definite inizialmente, perché dovevano durare relativamente poco, sul suolo comunale, come "removibili". Insomma, in barba a leggi e concessioni, tutto resta com'è, con strutture private ad occlusione di strade pubbliche. E i gazebi, scomodi o no (occupano i marciapiedi quasi totalmente), ad oggi, restano.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

AVEZZANO, MERCATO: NUOVA ...

Dal 6 ottobre prossimo il ...

LUNEDI' IL CONSIGLIO ...

E' stato convocato per lunedì 24 ...

INTERRUZIONE SERVIZIO ...

Chiusura di alcuni plessi ...

DISINFESTAZIONE AD ...

Il comune informa la ...

AVEZZANO: RILANCIO ...

Conferenza stampa lunedì 24 ...

SAN SALVO: FURTO CON ...

Nella notte  tra il 20 e il ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

ABRUZZO: ARTIGIANATO ...

Sono 1.390 gli occupati ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

CORO "LE COLLANELLE": IL ...

Il cd del coro “Le Collanelle”, ...

RUBRICHE VARIE

IN VETTA SUL VIGLIO

Sabato 22 settembre, tutti insieme sul monte ...

ESCURSIONE CON ETHNOBRAIN

Sabato 15 settembre sul Monte Marsicano, uno ...