Politica

pescara consiglio comunale 01Comunicato del Coordinatore cittadino FI Cerolini su richiesta sospensione aggiudicazione del bando comunale con taglio dei servizi di assistenza e revisione della spesa

Il sindaco Alessandrini deve fermare la procedura di aggiudicazione del bando di gara per l’affidamento, per soli sei mesi, del servizio di assistenza per i non-autosufficienti, che prevede un taglio drammatico delle prestazioni sulla pelle dei cittadini, e, piuttosto, deve pretendere dalla Regione Abruzzo il ripristino dell’intero importo della voce di spesa, magari attingendo a quel milione di euro già disponibile in cassa per la costruzione di un inutile pontile sul mare. Con la nuova gara, già in corso, le ore di assistenza domiciliare passeranno dalle 90mila annuali fissate dalla giunta Albore Mascia con l’appalto 2012-2015, ad appena 29mila ore per 6 mesi, ossia meno di un terzo di quelle precedentemente garantite. Ciò significherà meno ore di assistenza domiciliare socio-assistenziale, meno ore di Domiciliare integrata, e meno ore per il trasporto dei disabili, soprattutto i ragazzi, verso scuola o negli Istituti di riabilitazione. Un taglio che è uno schiaffo nei confronti delle centinaia di persone che vivono una condizione di inabilità tale da necessitare di un supporto esterno e che ora si ritroveranno sole”. A dirlo è il Coordinatore cittadino di Forza Italia, Guido Cerolini, ex assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara.

L’allarme l’abbiamo lanciato lo scorso settembre e purtroppo il tempo ci ha dato ragione – ha ricordato Cerolini –. L’amara sorpresa d’autunno era contenuta in una determina del 31 luglio scorso, pubblicata solo il 31 agosto, in cui si parlava della proroga dei servizi. In sostanza, per il Comune di Pescara è scaduto, il 6 agosto scorso, il Piano Locale triennale per ‘La non Autosufficienza’, nel silenzio più totale della Regione Abruzzo che, ancora oggi, non si è pronunciata circa i fondi destinati ai Servizi i cui fruitori sono, chiaramente, le fasce più deboli della popolazione, ovvero coloro che hanno più bisogno. Il sindaco Alessandrini, anziché far sentire la propria voce presso la Regione Abruzzo e al Governatore D’Alfonso, pretendendo un nuovo Piano e garantendo una continuità qualitativa della strategia assistenziale messa a punto negli anni del Governo di centro-destra, ha cercato di arrangiarsi attivando, per i mesi di agosto, settembre e ottobre, una proroga dei contratti in essere, e poi avviando una nuova gara d’appalto per la copertura del servizio sino al 31 marzo 2016, ossia cinque-sei mesi. Peccato che sia nella proroga che nella nuova gara d’appalto sia previsto il taglio drastico del servizio di assistenza domiciliare socio-assistenziale (Sad), Domiciliare integrata (Adi), per anziani e disabili, e del Trasporto disabili, che fanno parte dei Liveas, ossia dei Livelli essenziali di assistenza. Ovvero: l’appalto triennale 2012-2015 ha previsto una spesa di 1milione 499mila 189,62 euro annuale, per la copertura di 90mila ore lavorative annuali, ossia 7.500 ore al mese di assistenza. Nella nuova gara d’appalto, già chiusa con la nomina della Commissione aggiudicatrice, il dirigente ha confermato, come nella prima determina, che ‘le risorse disponibili del Comune, per l’anno 2015-2016, permettono di garantire la fruizione dei servizi al massimo fino al 31 marzo 2016, con una contrazione abnorme del monte ore lavorativo che passa dalle 90mila ore annuali ad appena 29mila ore semestrali’, ossia solo 4.833 ore al mese, la metà di quante ne sono state garantite sino a oggi, con una spesa di sole 433mila 512 euro. Una contrazione che si riverserà sulle spalle dei cittadini che hanno il diritto di usufruire dell’assistenza del Comune a causa di condizioni socio-sanitarie di forte precarietà. È chiaro – ha detto il Coordinatore Cerolini – che, in tali condizioni, ciascun utente si vedrà ridurre in maniera drastica le ore di assistenza, costringendo molte famiglie ad attingere alle proprie risorse per ricorrere a un’assistenza privata, ma il problema è che molti anziani non se lo possono permettere, e resteranno in condizioni di abbandono. Complessivamente parliamo di più di 500 utenti e relative famiglie, ossia un centinaio di ragazzi disabili che hanno diritto al servizio del trasporto scolastico; circa 400 gli utenti della SAD e poco più di 50 quelli dell’ADI. Tale provvedimento è vergognoso: il sindaco Alessandrini e la sua giunta sapevano da mesi della scadenza dell’appalto, e da mesi si sarebbero dovuti attivare nei confronti del Governo regionale per pretendere il nuovo Piano Locale per la Non autosufficienza 2015 con i relativi fondi che la giunta Chiodi, con il consigliere Sospiri, hanno sempre assicurato. Ed è altrettanto chiaro che, in tali condizioni, non è possibile parlare di ‘continuità del servizio’ da parte del Comune: la verità è che molti anziani e disabili si vedranno togliere semplicemente le ore di assistenza, senza avere alcuna voce in capitolo, abbandonati a loro stessi, nel silenzio totale delle Istituzioni e, purtroppo, anche nel silenzio dei sindacati, sempre tanto attenti durante il Governo Albore Mascia, e tanto distratti oggi. Forza Italia si prepara alla mobilitazione delle famiglie: nel frattempo chiediamo al sindaco Alessandrini di fermare l’aggiudicazione del servizio, garantendo le attività alle stesse condizioni precedentemente assicurate dal centro-destra, aprendo un confronto, anche duro, con la Regione Abruzzo che, al di là delle chiacchiere sulla cosiddetta filiera istituzionale sta pesantemente danneggiando e pregiudicando il settore sociale della nostra città. Piuttosto che costruire pontili sul mare, il Governatore D’Alfonso dirottasse quella somma sull’assistenza degli utenti più deboli”.

Pescara, 26 ottobre 2015

abruzzo provincieSETTIMANA POLITICA

(ACRA) – L’Aquila, 26 ottobre – La settimana politica all’Emiciclo inizia oggi, lunedì 26 ottobre, con la seduta della Prima Commissione (Bilancio) convocata alle ore 11. All’ordine del giorno i progetti di legge in materia di scarichi urbani, sostenibilità finanziaria delle spese di investimento, morosità incolpevole nell’acquisto della prima casa, valorizzazione dello scalo d’Abruzzo, lotta agli sprechi alimentari. E’ prevista anche l’audizione del Presidente dell’Anci e del dirigente del Servizio Bilancio della Giunta regionale sul patto di stabilità regionalizzato per i Comuni. Le disposizioni sullo scalo d’Abruzzo e sugli scarichi urbani saranno anche al centro della riunione della Quarta Commissione (Politiche europee), fissata per le 14.30. Di quest’ultimo tema, e dell’istituzione del fondo di perequazione per i Comuni montani a tutela delle falde acquifera, si parlerà, alle 15.30, in Seconda Commissione (Territorio). Martedì alle 10 si riunisce la Conferenza dei Capigruppo, in cui saranno audite le organizzazioni sindacali sul riordino delle Province. Alle 15 è previsto il Consiglio regionale. Mercoledì alle 10 la Commissione di Vigilanza si occuperà dell’acquisto del complesso “La City” di Pescara e dei protocolli con i tribunali abruzzesi che prevedono l’assegnazione di personale regionale. Alle 12 in Terza Commissione (Agricoltura, attività produttive e sviluppo economico) si discuterà dei regolamenti attuativi della legge sulle fattorie didattiche e sul personale addetto al bestiame al pascolo. Giovedì alle 10 è fissata la Quinta Commissione (Sanità, sociale, cultura). Si parlerà del progetto di legge sulla lotta agli sprechi alimentari e della riunione della programmazione sanitaria 2016-2018 con l’audizione dell’Assessore Silvio Paolucci. Alle 14.30, infine, la Seconda Commissione (Territorio) esaminerà il progetto di legge per l’istituzione del Parco marino regionale “Trabocchi del Turchino”. (f.f.)

abruzzo logo

Questi i principali appuntamenti di Luciano D’Alfonso per lunedì 26 ottobre:

- ore 9:00 a ROMA, incontro con Ministro della Salute Beatrice Lorenzin;

- ore 12:00 a PESCARA, nella sede della Regione in viale Bovio n. 425, seduta della Commissione Regione / Università. Partecipano i Rettori delle Università di L'Aquila e Chieti e i Direttori delle ASL di L'Aquila e Chieti.

abruzzo regione logo

Questi i principali appuntamenti di Luciano D’Alfonso per sabato 24 ottobre:

- ore 10:00 a PESCARA, nella sala “Tinozzi” della Provincia, “Servono ancora le Province?" Bilancio e riflessioni ad un anno di Governo della nuova Provincia. Intervengono: Antonio Di Marco, Luciano D'Alfonso, Achille Variati. Partecipano: Cittadini, Parlamentari, Presidenti Province d'Abruzzo, Sindaci, Consiglieri comunali, provinciali, regionali;

- ore 12:30 a BUCCHIANICO, in piazza Roma, cerimonia per il ripristino della viabilità della strada comunale Via Canale nel Comune di Bucchianico, a seguito di dissesto idrogeologico;

- ore 17:30 a PESCARA, nella sala Convegni della Fondazione Pescarabruzzo, cerimonia di assegnazione del Premio Internazionale NordSud di Letteratura e Scienze anno 2015 ai vincitori: Andrès Barba per la Narrativa; Lambert Schlechter per la Poesia; Roberto Battiston per le Scienze Esatte e Naturali; Stefano Zambelli per le Scienze Sociali. Interverranno: Nicola Mattoscio, Luciano D'Alfonso, Marco Alessandrini, Carmine Di Ilio, Stevka Smitran. Presenta Maria Silvia Santilli giornalista RAI.

febbo mauro 180211 rep 06

Istituti riuniti di Chieti: Tante false promesse e nessun impegno concreto per gli Istituti Riuniti di Chieti

 CHIETI - “Sulla questione finanziaria  degli Istituti Riuniti di Chieti, dopo l’incontro di lunedì 19 ottobre, che si è tenuto con le sigle sindacali alla presenza dell’Assessore alla Sanità Silvio Paolucci, al Presidente del Consiglio Regionale , al Presidente della Commissione Sanità Mario Olivieri, con il direttore del dipartimento della Salute  Muraglia ed alla presenza del sottoscritto, tutti i rappresentanti del Governo regionale di Luciano D’Alfonso si erano presi l’impegno che alla prima Commissione sanità avrebbero portato all’attenzione della stessa, azioni da porre in essere immediatamente per ridare respiro economico alle Case di Riposo di Chieti”. E’ quanto dichiara il Presidente della Commissione di Vigilanza, Mauro Febbo.

“Infatti – spiega Febbo - si era convenuto che è necessario rivedere il regolamento per la compartecipazione (voluto da questo Governo Regionale) e l’eliminazione della rendicontazione attraverso i Comuni (conseguenza del regolamento voluto da questo Governo Regionale). Due modifiche sostanziali che avrebbero permesso alla Casa di riposo teatina di snellire la procedura di entrate economiche e creare flussi di cassa più veloci per ridare respiro alla importante e storica attività del capoluogo, e su cui c’era l’impegno dell’assessore Paolucci di far deliberare in Giunta la modifica per poterla portare in approvazione alla prima commissione utile. Il tutto perché oltre al pagamento degli stipendi ai dipendenti e altri acquisti utili ai servizi per gli ospiti c’è la scadenza impellente del Durc (l’11 novembre)”. 

“Sia  nella Commissione sanità tenutasi il giorno 22 ottobre u.s., sia quella che si terrà il giorno 29 ottobre p.v. – continua il Consigliere regionale di Forza Italia –  non esiste nessun riferimento al problema degli Istituti Riuniti di Chieti. All’ordine del giorno ci sono: l’approvazione verbale della seduta precedente, addirittura l’AUDIZIONE del Dr. Silvio Paolucci - Componente la Giunta regionale per relazionare in merito a quanto esaminato e discusso nella riunione svoltasi a Roma il 15 ottobre e relativamente all'equilibrio di bilancio, ai LEA e al piano di programmazione sanitaria 2016-2018 e il Pdl n. 135/15 di iniziativa consiliare “Lotta agli sprechi alimentari”, ma nessuna traccia del problema delle Case di riposo di Chieti”.

“A questo punto – conclude Febbo – credo che dell’impegno rimangono solo  “chiacchiere e promesse” da parte di questo governo regionale, risalenti addirittura  alla campagna elettorale  per le comunali a Chieti. Bugie che ormai stanno ledendo fortemente questa istituzione, che ha tutti i  fondamenti professionali e sanitari per poter continuare la sua importantissima opera di assistenza agli anziani e se presto non si interverrà nelle sedi opportune  l’accelerazione di questo declino rimarrà  l’unico atto concreto grazie a questo centrosinistra regionale. Di questo malessere mi farò portavoce al prossimo Consiglio Regionale”. 

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

Apertura sedi ...

Prot. URP n. 1112/u Pescara, ...

VASTO:ELEZIONI POLITICHE ...

        ...

ANATRA ZOPPA ... MERCATO ...

Anatra Zoppa: dopo gli ...

NEVICATE IN ARRIVO...

Atteso nelle prossime ore un ...

PAZIENTI ONCOLOGICI: ...

Sabato 24 febbraio, dalle 16.00, ...

ATTENZIONE SU VIA MONTE ...

Via Monte D'Oro, strada ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

RUBRICHE VARIE

AVIS AVEZZANO: ASSEMBLEA

Convocata per il 24 febbraio alle 15.30 ...

LETTOMANOPPELLO: ...

  Nasce a Lettomanoppello uno sportello ...