Politica

di giuseppantonio

PRESENTATE LE LISTE DI “NOI CON L’ITALIA – UDC” IN ABRUZZO:

GIANNI CHIODI E ENRICO DI GIUSEPPANTONIO CAPILISTA ALLA CAMERA,

GIULIO SOTTANELLI CAPOLISTA AL SENATO

L’Aquila, 29 gennaio 2018 - Sono state depositate in Corte d’Appello a L’Aquila le liste di “Noi con l’Italia – Udc” per le elezioni politiche del 4 marzo, questi i nomi dei candidati e delle candidate:

CAMERA DEI DEPUTATI

COLLEGIO PLURINOMINALE TERAMO-L’AQUILA

Giovanni Chiodi detto Gianni

Simona Mei

Adelio Di Natale

Beta Costantini

CAMERA DEI DEPUTATI

COLLEGIO PLURINOMINALE PESCARA-CHIETI

Enrico Clemente Di Giuseppantonio

Fabiana Desiderio

Valter Cozzi

Incoronata Ronzitti

SENATO DELLA REPUBBLICA

COLLEGIO PLURINOMINALE ABRUZZO

Giulio Cesare Sottanelli

Franca Camplone

Giuseppe Marcuccitti

Desirée Del Giovine

palazzo chigi 241112 rep 07

Elezioni politiche:ecco il centrodestra


Non sono mancate le sorprese dell’ultimissima ora nel centrodestra. Il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, si è scagliato contro la scelta di candidare l’imprenditore pescarese Antonio Martino al collegio uninominale Camera L’Aquila.« Credo sia irrispettoso - ha aggiunto Biondi - per la storia e per le necessità di questa città che non si sia trovata la possibilità di individuare un candidato espressione di questo territori».Per il resto nei collegi uninominali Camera /che sono di coalizione) sono stati candidati Lucrezia Rasicci (Teramo, in quota Lega), Guerino Testa (Pescara, Fratelli d’Italia), Emilia De Matteo (Forza Italia, Chieti) ed Enrico Di Giuseppantonio (Noi con l’Italia, Lanciano-Vasto). La lista proporzionale Camera L’Aquila/Teramo sarà guidata da Paola Pelino, seguita un po’ a sorpresa dal vice sindaco aquilano Guido Liris. Quella Chieti/Pescara vede ai primi due posti Gianfranco Rotondi (imposto da Roma) e Tiziana Magnacca (sindaco di San Salvo, Forza Italia).Per quanto riguarda Forza Italia, il listino al Senato sarà guidato da Nazario Pagano (coordinatore di Forza Italia), seguito da Antonella Di Nino, sindaco di Pratola (Forza Italia). La Di Nino è candidata anche al collegio uninominale Chieti-Pescara del Senato.L’altro collegio uninominale per Palazzo Madama, quello L’Aquila-Teramo, è andato a Gaetano Quagliariello in quota Noi per l’Italia, catapultato da Roma. Fuori dai giochi sia il giornalista Andrea Ruggieri che il pianista celanese Nazzareno Carusi.

A Montorio al Vomano incontro pubblico dei sei amministratori dimissionari

Si Può Fare 2.0 chiude dialogando con i cittadini

Alla presenza di oltre cento persone, i componenti dimissionari hanno spiegato le motivazioni della loro scelta.

Il nostro movimento civico è nato come proposta di un impegno amministrativo al di fuori degli schemi partitici, come risposta al desiderio di cambiamento e rinnovamento nella gestione della cosa pubblica e all’insoddisfazione crescente rispetto a chi aveva governato Montorio negli anni precedenti. Con questi presupposti, la lista civica “Si Può Fare Montorio e Frazioni”, aveva inteso accorciare le distanze con i cittadini, privilegiando ascolto e trasparenza, ed essere dialogante con tutte le altre forze politiche; la nostra doveva essere una casa aperta, pronta ad accogliere chiunque intendesse dare il proprio contributo, con una prospettiva di continuità del progetto civico. Purtroppo, a metà strada, qualcuno ha deciso in totale autonomia di iniziare ad abbracciare un percorso politico diverso, quindi, in previsione del congresso del circolo cittadino del PD che ci sarebbe stato di li a poco, è iniziata la campagna di tesseramento nel partito che ha coinvolto direttamente e indirettamente il Vice Sindaco Guizzetti, l’Assessore Anna Foglia, i Consiglieri Petrarca e Scavuzzo ed il delegato al Bim Voconi. Il percorso civico che avevamo condiviso e presentato nella competizione elettorale di maggio 2014, che aveva suscitato interesse e apprezzamento dei nostri concittadini, è stato praticamente abbandonato dai nuovi tesserati del PD, nel disinteresse totale del Sindaco che evidentemente, pur non avendo preso la tessera, ha sostenuto l’iniziativa. Visto il disinteresse a portare avanti il progetto originale, già dal dicembre 2016, tutti i componenti del gruppo civico, gli Assessori Testa e Di Silvestro ed i consiglieri, Di Giammarco, Giancarlo Foglia, Cimini e Rossi, quest’ultimo dimessosi dal ruolo di capogruppo, hanno iniziato a manifestare il loro disappunto. Nel contempo è proseguito con immutabile dedizione l’impegno amministrativo, il Paese aveva assoluto bisogno di stabilità per fronteggiare nel miglior modo possibile le avversità legate al terremoto e all’emergenza neve di gennaio 2017. Nei mesi successivi non abbiamo registrato alcun passo indietro rispetto al percorso di riavvicinamento al PD locale da parte dei nuovi tesserati. Infatti ad ottobre 2017, con le elezioni del nuovo direttivo del circolo cittadino, si è concretizzata la presenza di una parte della lista “Si Può Fare Montorio e Frazioni” e dei loro familiari o di persone a loro riconducibili. Il Sindaco, a cui è sempre stata garantita la nostra fiducia, sia quando ci siamo costituiti come nuovo gruppo consiliare (Si Può Fare 2.0) che successivamente, non si è mai dimostrato “garante” della situazione che si è venuta a creare. Ma soprattutto non è mai stato Super Partes nel rapporto tra i due gruppi, ha invece iniziato ad assumere comportamenti ostruzionistici rispetto alle nostre deleghe, impedendoci di fatto a svolgere nel migliore dei modi e con la necessaria serenità il ruolo di amministratori. Ci siamo resi conto che la connotazione civica non interessava più a chi aveva aderito al PD, partito che ne avrebbe potuto condizionare le scelte con la prospettiva dell’imminente nuova tornata elettorale. Un esempio l’avevamo già avuto nella posizione assunta direttamente dal Sindaco in merito all’azzeramento delle indennità del Presidente e dei componenti della Giunta del BIM, dove sono stati usati due pesi e due misure tra i precedenti ed i nuovi amministratori. La situazione, ormai definitivamente compromessa, non avrebbe garantito più una proficua gestione amministrativa. A questo punto, dopo aver atteso che si portassero a compimento alcune attività in corso e si deliberassero in Giunta e Consiglio comunale alcuni atti fondamentali, abbiamo, in data 8 gennaio 2017, rassegnato le dimissioni. Tali dimissioni, fatte singolarmente, avrebbero consentito al Primo Cittadino di continuare ad amministrare, così come si stava provando a fare attraverso un accordo con i consiglieri di minoranza. Le successive vicissitudini, ormai note, hanno portato invece al commissariamento. L’avvento del Commissario Prefettizio, che ha unito i poteri ordinari e straordinari di Sindaco, Giunta e consiglio Comunale, permetteranno la normale attività degli Uffici, soprattutto nell’ottica della Ricostruzione, visto la non discrezionalità amministrativa delle procedure che seguiranno un iter ordinario. L’incontro, fortemente voluto dal gruppo SPF 2.0, era assolutamente necessario per fare comprendere ai cittadini intervenuti come le nostre dimissioni siano il punto di arrivo di una crisi politico-amministrativa che era iniziata molto tempo prima. La necessità di dare continuità alle attività in corso ed il desiderio di provare a ricucire la frattura, per la quale è stato determinante l’abbandono del progetto civico da parte dei nuovi tesserati del PD, ci hanno orientato in questi mesi a non esternare le difficoltà che stavamo incontrando ma a questo punto, consci di aver fatto la scelta giusta per il bene del Paese, aspettiamo il ritorno alle urne affinché Montorio possa avere un’amministrazione coesa ed in grado di continuare con determinazione il lavoro svolto fino ad oggi.

l aquila provincia

Per lunedì 29 gennaio, alle 10.00, da tenersi nella Sala del Consiglio Comunale “Tullio De Rubeis”, in Via F. Filomusi Guelfi, all’Aquila, è convocato il Consiglio della Provincia dell'Aquila per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

1) Atto d'indirizzo relativo agli aumenti dei pedaggi autostradali A24 e A25;

2) Atto d'indirizzo inerente il progetto di realizzazione della centrale di compressione della Snam nel territorio del Comune di Sulmona;

3) Approvazione proposta di linee guida per elaborazione Piano Triennale per la Prevenzione Corruzione e della Trasparenza 2018-2020.

elezioni

Sono state ufficializzate le candidature del Movimento 5 Stelle delle liste proporzionali per le prossime elezioni politiche del 4 marzo. 


Salvo cambiamenti dell'ultima ora, i nomi sono questi:

AL COLLEGIO PLURINOMINALE CAMERA
Abruzzo 1:
1) Vacca Gianluca
2) Torto Daniela
3) Colletti Andrea
4) Stenta Sara

Abruzzo 2:
1) Corneli Valentina
2) Berardini Fabio
3) Tomassetti Carmela
4) Fedele Giorgio

COLLEGIO PLURINOMINALE SENATO
Abruzzo 1:
1) Castaldi Gianluca
2) Di Girolamo Gabriella
3) Murgo Stefano
4) D’Eramo Cinzia.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

TACCUINO ELETTORALE

Domenica 25 febbraio, alle ...

CITTA' METROPOLITANA: ...

Su iniziativa del presidente ...

QUAGLIARIELLO: MENO ...

“C’è un’Italia che funziona, che ...

NEVE SU A24 E A25

L’arrivo di un fronte di aria ...

TELESIRIO: NUOVO CANALE

Martedì 27 febbraio, alle 10,00, ...

MALTEMPO IN ABRUZZO: LE ...

In vista dell’ondata di maltempo ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

RUBRICHE VARIE

AVIS AVEZZANO: ASSEMBLEA

Convocata per il 24 febbraio alle 15.30 ...

LETTOMANOPPELLO: ...

  Nasce a Lettomanoppello uno sportello ...