Politica

comune az

 

Il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, comunica che questa mattina ha revocato la giunta comunale, composta da Emilio Cipollone (vice sindaco), Crescenzo Presutti, Felicia Mazzocchi, Fabrizio Ridolfi, Kathia Alfonsi, Guido Gatti e Angela Salvatore.

La scelta segue all'applicazione della sentenza del Consiglio di Stato che ha disposto una nuova composizione del Consiglio Comunale e che ha chiaramente modificato l'assetto politico-amministrativo, determinato a seguito della proclamazione del 29 giugno del 2017.

«Rinnovo ai miei assessori l'incondizionata stima personale e professionale», il commento del sindaco De Angelis, «li ringrazio per il lavoro portato avanti in questi mesi. Il provvedimento è finalizzato a verificare la possibilità di prosecuzione del mandato amministrativo».

Mercoledì, alle 12, nella sala consiliare del Comune di Avezzano, il sindaco Gabriele De Angelis terrà una conferenza stampa per la formalizzazione delle dimissioni.

 

 

 

elezioni

A mezzanotte del 2 marzo termina la campagna elettorale; domani, sabato 3 marzo, silenzio elettorale e, domenica 4 marzo si vota per il rinnovo della camera e del senato, dalle 7,00 alle 23,00 in un'unica giornata.

Votano alla camera tutti gli elettori, mentre, al senato, solo coloro che abbiano compiuto 25 anni.

acerbo maurizio 01

Potere al popolo: solidarietà ai lavoratori ditte esterne ASL Chieti-Lanciano-Vasto 


Niente trasmissione a Rete8 per presenza fascisti, meglio andare a sentire lavoratori
 

Stamattina ero ospite di una tribuna politica a Rete8. Al mio fianco c’era un candidato di Forza Nuova. Ho abbandonato dunque la trasmissione dato che chiediamo con l'ANPI lo scioglimento di queste formazioni neofasciste.

Mentre andavo via l’esponente di Forza Nuova ha cominciato a ripetere la solita tiritera che noi non difendiamo più gli operai perché difendiamo gli immigrati.

Non ho mai visto questi neofascisti in una lotta sociale ma questo luogo comune è penetrato tra i ceti popolari.

Comunque lasciato lo studio di Rete8 sono andato all’ospedale di Chieti dove c’era un presidio dei lavoratori delle aziende esterne della Asl, persone che debbono campare con 600 euro al mese di retribuzione. Le loro rivendicazioni sono sacrosante. E' vergognoso che da 11 mesi attendano di essere ricevuti dal direttore generale Flacco. Lo è ancor di più il fatto che non si controllino le aziende che hanno vinto appalti costosissimi sia sul piano del trattamento dei dipendenti sia su quello della qualità dei servizi.

La loro situazione non dipende da immigrazione ma dalle scelte dei governi di centrodestra e centrosinistra di sistematica esternalizzazione nel settore pubblico e precarizzazione del lavoro.

Loro rivendicano giustamente che la ASL tuteli i diritti di chi lavora per le ditte esterne ma più in generale la stabilizzazione. Per ottenerla è indispensabile porre fine al dilagare degli appalti esterni e procedere alla creazione di un’azienda in house che riassorba i lavoratori. Il programma di Potere al popolo coincide con le rivendicazioni dei lavoratori: porre fine al sistema delle esternalizzazioni su cui privati fanno affari in accordo con protettori politici mentre lavoratori vengono sottopagati.

In Abruzzo come Rifondazione Comunista avevo presentato anni fa una proposta di legge regionale che prevedeva la reinternalizzazione nella sanità dei servizi appaltati all'esterno.

Le esternalizzazioni sono uno dei tanti prodotti avvelenati delle pseudo-riforme di centrodestra e PD e hanno creato un sottobosco affaristico-clientelare che va sradicato come dimostrano in tutta Italia le innumerevoli inchieste giudiziarie.

Davvero non abbiamo nulla da imparare dalla demagogia di neofascisti e razzisti che servono a chi comanda per distrarre i ceti popolari dai veri nemici e dai reali problemi.

 
Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, candidato di Potere al popolo
 
 

quagliariello gaetano due

GAETANO QUAGLIARIELLO: IL MIO PATTO CON IL COLLEGIO L’AQUILA-TERAMO

“Fra le sue tante storture, questa legge elettorale figlia dell’emergenza ha una peculiarità positiva: prevede collegi uninominali nei quali si presentano persone con la loro storia, la loro faccia, la loro credibilità. Anche per questo bisognerebbe diffidare di quei candidati che si sono nascosti dietro un simbolo.

Chi sarà eletto nel collegio uninominale sarà legato innanzi tutto al territorio, prima e assai più che a un partito.

  • Per questo io mi impegno, in caso di elezione, ad aprire una struttura a disposizione dei cittadini, che potranno presentarmi le loro istanze ed essere informati sul mio lavoro; a rendere tangibile la mia presenza; a venire nel mio collegio tutte le settimane, nei tempi non occupati dall’attività parlamentare.

Mi impegno, inoltre, a portare avanti alcune proposte, diverse delle quali già avviate nella scorsa legislatura, cominciando dalle seguenti priorità:

  • disegno di legge organico su sicurezza sismica, prevenzione e ricostruzione;
  • modifica strutturale del codice degli appalti, per evitare inutili ritardi e sovrastrutture burocratiche che non producono nulla in termini di trasparenza e contrasto della corruzione e hanno il solo effetto di rallentare la realizzazione delle opere e ostacolare il lavoro delle persone oneste;
  • ripristino, a fronte di un’emergenza non risolta, di procedure emergenziali che possano tra l’altro sbloccare l’utilizzo di fondi già stanziati (in particolare per gli edifici pubblici: scuole, ospedali, caserme, ecc.);
  • disegno di legge su parchi e montagna, per rendere il tema delle aree interne una priorità e impedirne lo spopolamento;
  • estensione della cedolare secca alla locazione degli immobili a uso commerciale, imprenditoriale e artigianale nonché agli alloggi utilizzati con finalità turistiche ricadenti nelle aree dei crateri sismici;
  • Istituzione e ampliamento delle Zone Economiche Speciali nelle aree colpite da calamità naturali, nelle aree interne a rischio spopolamento e nelle aree colpite da forte crisi economica”.

Gaetano Quagliariello, candidato del centrodestra al Senato nel collegio uninominale L’Aquila-Teramo 

castellorsini

Insieme per il territorio è l’hashtag della convention che riunirà tutti i candidati alle politiche della coalizione di centrodestra, al Castello Orsini di Avezzano, oggi, 1° marzo alle 18.

L’incontro, che è organizzato dal coordinamento di Forza Italia di Avezzano, non sarà il classico comizio elettorale ma un momento dove tutta la coalizione interagirà con i presenti, anche attraverso i social che trametteranno in diretta streaming l’intero evento.

I candidati di Forza Italia, di Noi con l’Italia, di Fratelli d’Italia e della Lega saranno tra la gente per far conoscere i propri programmi.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

LA SETTIMANA POLITICA ...

LA SETTIMANA POLITICA ...

TEATRO ROMANO RACCOLTE

GRANDE ...

AVEZZANO: CORSA IN ROSA

Donne di corsa per ...

SPACCIO: UN ARRESTO

Avevano avviato una proficua ...

RINNOVO RSU ALLA ASL

La Uil Fpl si afferma nella Asl ...

"OFFICINE DELLA PAROLA"

Con il vescovo dei Marsi, Pietro ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

CORO "LE COLLANELLE": IL ...

Il cd del coro “Le Collanelle”, ...

RUBRICHE VARIE

WEEKEND ... MITE

Persiste un campo anticiclonico sull'Europa ...

In Italia quasi otto ...

7,25 miliardi di detrazioni che non vengono ...