Cultura

augustodibastiano

Secondo alcuni scritti antichi e nella memoria di qualche attuale nonno avezzanese quasi centenario (che avrà raccolto, a sua volta, queste notizie dai suoi nonni) pare che, ai tempi del lago Fucino, oltre a dolci molto simili alle attuali frappe o chiacchiere, ad Avezzano, per Natale si preparassero cibi in umido e sughi a base di Luccio, pesce pregiato che nuotava nelle acque del Fucino. Augusto Di Bastiano (nella foto), del "Centro Giuridico del Cittadino" conferma che, da sue ricerche, pare che questa non sia una leggenda ed aggiunge che, per Carnevale, quando la carne era bandita, fino al prosciugamento del Lago fosse prevista una tavolata a base di umili ma gustosi piatti dolci e salati, tra cui fritti di ceci, cavolfiore e fritti di... Luccio. Pare questo fosse una pietanza prelibata, davvero buona e ben nominata nel centro – Italia.

lions club

A conclusione del progetto "Diventa donatore di midollo, diventa un eroe sconosciuto" , tema di studio nazionale del Lions Club, sabato 13 febbraio, alle 10,30, nell'aula magna dell'Istituto Industriale "Majorana" di Avezzano ci sarà la cerimonia di premiazione degli studenti che hanno partecipato al concorso.

Il Lions d'intesa con l'associazione Admo della Marsica, ha organizzato una serie di incontri di sensibilizzazione al tema della donazione, coinvolgendo gli studenti che frequentano le ultime classi dell'Iis "Majorana" e dell'Istituto Agrario "Serpieri".

mascheradolce

Coriandoli e stelle filanti coloreranno il carnevale marsicano. Domenica 7 febbraio, a Pero dei Santi, frazione di Civita d’Antino, a partire dalle 15, in piazza San Lidano andrà in scena la grande festa dei “Bambini in maschera”, così come a Sante Marie, nella sala don Beniamino. A Capistrello, alle 14, prenderà il via la quinta edizione del “Carnevale capistrellano”. La sfilata partirà dal piazzale della stazione per arrivare fino alla centralissima via Roma. Alle 14.30 dal piazzale Anffas di Tagliacozzo partiranno i carri, che giungeranno poi in piazza Duca degli Abruzzi. Alla stessa ora a Pescina start al grande carnevale pescinese, una sfilata con i carri che animerà le strade del centro. Sempre domenica 7 febbraio Luco dei Marsi si colorerà dell’euforia del carnevale: la festa, organizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso presieduta da Franco De Renzis, con il patrocinio del comune e la partecipazione delle associazioni, partirà alle 14:30 con la tradizionale sfilata delle maschere per le vie del paese. A fine giornata la giuria premierà in piazza Umberto I, per il "Carnevale marsicano", i tre migliori gruppi in maschera.

libritanti

Per "Momenti Letterari – 2° Edizione", l'Agenzia per la Promozione Culturale di Avezzano e l'Associazione Culturale "Proteo" presentano "La Cosa Più Bella Sulla Nera Terra E' Quello Che S'Ama", reading letterario che si terrà domenica 14 febbraio, alle 17,30.

L'evento, che avrà luogo nell'Auditorium dell'Agenzia per la Promozione Culturale, in via Cavalieri di Vittorio Veneto, ad Avezzano, con ingresso libero, sarà interpretato da Emma Francesconi, Francesco Frezzini, Vittoria Di Biase. Questo "abbraccio d'amore", in chiave culturale, intende aprire orizzonti "altri" sulla ricorrenza cara agli innamorati...

Coordinatore tecnico del reading letterario, Fernanda Mancini. Presenterà Orietta Spera.

castagnole

Passato Natale ci mettiamo a dieta? E come? I dolci abruzzesi sono "uno tira l'altro"! A Chieti, per esempio, ci sono le "Cartellate". Qui la parte difficile non è impastare, ma fare con la pasta una spirale…poi via dentro il miele sciolto in padella. Ma anche "Chiacchiere" o "Frappe", vanno bene come nomi. Va da sé che non ci facciamo mancare nulla in fatto di decorazioni con tanto di praline colorate! Parlando di castagnole, in Italia ci sono quelle ripiene, quelle vuote, quelle con l’alchermes e il miele…e poi ci sono quelle abruzzesi, semplici, buonissime coperte di zucchero a velo, decisamente gustose, senza creme all'interno. Alla fine, qualsiasi cosa si frigga, dobbiamo avere una piccola accortezza: nell’olio d’arachide tuffiamo una bella mandorla…perché? Riferirete dopo aver mangiato! Gli struffoli napoletani, in Abruzzo si chiamano "Cicerchiata", “nin si toscj”. Attenzione: le palline di pasta fritta della cicerchiata devono essere perfettamente tonde. La semplicità è garanzia di bontà e allora bastano farina, uova, zucchero e olio per raggiungere iln paradiso. Questi ingredienti sono alla base di tutti i dolci di carnevale, diversi che siano, da regione a regione.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

TACCUINO ELETTORALE

Domenica 25 febbraio, alle ...

CITTA' METROPOLITANA: ...

Su iniziativa del presidente ...

QUAGLIARIELLO: MENO ...

“C’è un’Italia che funziona, che ...

NEVE SU A24 E A25

L’arrivo di un fronte di aria ...

TELESIRIO: NUOVO CANALE

Martedì 27 febbraio, alle 10,00, ...

MALTEMPO IN ABRUZZO: LE ...

In vista dell’ondata di maltempo ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

"LA SIRENETTA", FAVOLA AL ...

Domenica 25 febbraio, alle ...

PAZIENTI ONCOLOGICI: INCONTRO

Sabato 24 febbraio, dalle ...

NONNA AMELIA FA 108

San Giovanni Teatino: nonna ...

RUBRICHE VARIE

AVIS AVEZZANO: ASSEMBLEA

Convocata per il 24 febbraio alle 15.30 ...

LETTOMANOPPELLO: ...

  Nasce a Lettomanoppello uno sportello ...

SPORT

CALCIO: PESCARA – CREMONESE

Sabato 24 febbraio, allo ...

CALCIO, AVEZZANO: TERZO POSTO

4 i gol per l’Avezzano ...