Cultura

abruzzo logo

Giovedì 5 novembre alle 16:00
alla
Casa d'Annunzio, a Pescara, in
Corso Manthonè, presentazione libro
MARTA LA SARTA
di Valentina Di Cesare
Edizioni Solfanelli.
Giovedì 5 novembre, nella sala polifunzionale provinciale di Teramo, alle 16,30, presentazione della mostra documentaria: "L'Abruzzo nell'archivio storico del Banco di Napoli", tratta dalla più grande raccolta archivistica bancaria del mondo.

Sempre giovedì 5 novembre, alle 10,30, ad Ortona, mostra bibliografica: "Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei", all'area espositiva della biblioteca comunale e poi conferenza "Cibo ed Emozioni", che si terrà nella sala "Eden".

 

sulmona piazza e centro 241012 rep 05Sulmona: 10x10xMaw - Call for artworks

L’iniziativa dell’Associazione no profit Maw, per l’arte contemporanea

L’arte fuori da ogni quotazione, in rapporto empatico con il pubblico

Sulmona: 10x10xMaw. E’ la nuova idea proposta dal Laboratorio Maw di Sulmona per una condivisione senza barriere culturali ed economiche dell’arte. Il progetto è rivolto a tutti gli artisti che vorranno partecipare aderendo all’iniziativa. Gli stessi saranno invitati a donare uno o più lavori di piccole dimensioni (10cmx10cm), dal tema libero, su qualsiasi supporto e attraverso ogni media artistico, per promuovere l’arte contemporanea. Le opere donate verranno esposte a Sulmona, negli spazi del Laboratorio Maw, in una mostra collettiva, dal 6 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016, senza l’indicazione dell’autore. I lavori potranno essere acquistati dal pubblico con un contributo minimo di 10 euro. I contributi raccolti saranno destinati a realizzare 10x10x1, una mostra personale in favore di uno degli artisti partecipanti, scelto da un’apposita giuria di esperti del settore. Le opere potranno essere consegnate entro il 20 novembre 2015. I nomi di tutti i partecipanti verranno poi inseriti nei materiali informativi prodotti dal Laboratorio (brochure, depliant..) e pubblicizzati sul sito internet dell’Associazione. Il bando per partecipare all’iniziativa è scaricabile dal sito www.mawlab.org. Molte sono già le adesioni, come confermano i curatori dell’evento, Italia Gualtieri e Rino Di Pietro. “Adesioni stanno giungendo da artisti italiani e stranieri - affermano gli stessi curatori - segno di una grande disponibilità e anche di un bisogno di confronto. Una vera e propria prova, tra finzione e realtà, di un possibile sistema in cui il pubblico agisce per un’interazione empatica con l’oggetto artistico, fuori da ogni giudizio legato a firma e quotazione”. Altri incontri e meeting sull’arte contemporanea saranno organizzati durante le settimane della mostra collettiva.

P.B.

 

avezzano arssa 170211 rep 04

Archeoclub

 

Venerdì 13 novembre p.v., alle ore 16, presso la sala conferenze del Palazzo Torlonia (sede della Sezione di Archivio di Stato di Avezzano), Gianvincenzo Sforza parlerà sul tema:

La pesca nel Lago del Fucino.

Fonti documentarie.

Nell’occasione, sarà aperta la visita alla mostra sui manifesti elettorali del 1948 e sulla transumanza.

L’incontro è di grande interesse, dato l’enorme documentazione presente nell’Archivio Sforza, posto in Celano. E’ anche l’occasione per  rafforzare il rapporto di collaborazione  tra l’Archeoclub e la Sezione dell’Archivio  di Stato di Avezzano, da poco tempo insediato nel prestigioso Palazzo Torlonia.

COMUNICATO STAMPA

OGGETTO: Comunicato Associazione Fontevecchia su oltre cento persone alla ‘Tavola dei Morti’ del primo novembre

I racconti suggestivi della tradizione del professor Francesco Stoppa, Presidente del Cata (il Centro di Antropologia territoriale degli Abruzzi) dell’università ‘d’Annunzio’ e del Consorzio Tradizioni Teatine, ha accompagnato il percorso delle oltre cento persone che hanno preso parte alla ‘Tavola dei Morti’ promossa dall’Associazione Fontevecchia presso il Borgo Case Troiano a Spoltore nella notte a cavallo tra il primo e il 2 novembre. Dalla riscoperta del ‘pozzo dei guerrieri’ dove, nel mese di novembre non si poteva attingere acqua, alla visita delle tavole ‘apparecchiate’ per accogliere il passaggio delle anime care, l’evento si è concluso con l’omaggio ai defunti attraverso la condivisione del ‘grano dei morti’ e il ristoro penitenziale, riassaporando i cibi dei nostri nonni, come ceci tostati, fave bollite e ‘patate e chicocce’.

“Abbiamo voluto proporre un viaggio indietro nel tempo, riscoprendo usi e costumi che purtroppo sono andati perduti, assieme al ricordo di persone, fatti e vicende che caratterizzano borghi, contrade e quartieri – ha detto il Presidente dell’Associazione Fontevecchia Luciano Troiano -. Con la ‘Tavola dei Morti’ abbiamo raccontato soprattutto ai più giovani una tradizione importante per la nostra storia, appunto il dovere di onorare nella maniera più giusta, rispettosa e opportuna quelle persone che hanno fatto parte della nostra vita e che in quella notte, vuole la narrazione, tornano nelle nostre case per un breve attimo, e la partecipazione straordinaria del pubblico è stata la migliore risposta che potevamo attenderci”. L’evento, organizzato sempre in collaborazione con il Consorzio Tradizioni Teatine, di cui Fontevecchia è partner, ha preso il via alle 20.30 in punto dinanzi alla sede della Motorizzazione civile, dove il professor Stoppa ha illustrato il significato più autentico dell’iniziativa, con la riscoperta del ‘pozzo dei guerrieri’, situato sotto quello che oggi è un terrapieno-rotatoria e dove storicamente si abbeveravano soldati e briganti. “In quel pozzo anticamente si recavano le donne del paese, tranne nel mese di novembre, perché – ha ripercorso il Presidente Troiano – la narrazione, tra storia e leggenda, racconta che in seguito a una violenta battaglia, oltre 400 anni fa, molti guerrieri furono gettati in quel pozzo, e le loro anime rapivano coloro che osavano prendere l’acqua nel mese dedicato ai defunti”. Quindi con la sola luce delle candele, e con l’assistenza dell’Associazione ‘Volontari senza frontiere’ con il Presidente Angelo Ferri, è cominciato il cammino verso un uliveto, per il racconto su ‘Li Mazzamurielli’, “ossia - ha ricordato il professor Stoppa – gli spiritelli che abitavano in alcune case e che angustiavano il vivere quotidiano delle famiglie con piccoli dispetti”. Lungo il percorso sulla stradina del borgo ancora hanno ripreso forma i racconti delle ‘ossa a la vutate de lo lope’, ossia del ritrovamento di ossa umane a seguito dell’impianto di vigne e oliveti, ossa che ancora oggi fanno sospettare la presenza in loco di un’area cimiteriale addirittura di epoca romana o medievale e infine la visita alle due abitazioni imbandite per il passaggio notturno delle anime dei cari defunti, secondo gli usi del posto, con prosciutto e formaggio, maccaroni al sugo, pollo e patate, acqua, vino, pane, caffè, biscotti, dolci e frutta. Cibo che, come vuole la tradizione, dopo aver accolto il passaggio dello spirito dei propri cari, sarà consumato oggi dalle famiglie o donate ai poveri. E all’esterno delle abitazioni, l’illustrazione di alcuni oggetti simbolo, come il sacco di grano o la forca, o la scopa rovesciata, per scacciare l’eventuale ingresso di spiriti negativi, tornati dopo una morte violenta, prematura o dopo un suicidio, e consentire l’ingresso sereno solo delle anime care. Durante la serata c’è stata la sosta nella Chiesa della Santissima Trinità dove arde perennemente un lume accanto a un altarino con le foto di tutte le persone che hanno abitato il borgo e che oggi non ci sono più, così come di amici e parenti degli attuali residenti. E la serata si è conclusa, rigorosamente prima della mezzanotte, proprio per non disturbare la processione spirituale dei defunti, con l’offerta ai presenti del ‘cibo penitenziale’, anch’esso rispettoso della tradizione, ovvero ‘il grano dei morti’, ossia grano bollito con noci, melograno e mosto cotto, fave lesse, ceci abbruscati, chicocce e patane e vino rosso. “L’interesse dimostrato dai presenti è stato enorme – hanno confermato il Presidente Troiano e il professor Stoppa -, tutti hanno partecipato spesso ripescando dalla propria memoria antichi ricordi sepolti di racconti dei propri nonni o riportando a loro volta le tradizioni specifiche dei propri paesi d’origine, registrando addirittura la presenza di una famiglia inglese in vacanza a Roccamontepiano e che ha voluto assistere all’evento. Dunque non c’erano streghe e scheletri, ma tanta autentica emozione. Ovviamente anche la ‘Tavola dei Morti’ fa parte di un più ricco programma di riproposizione della nostra storia e delle nostre radici con la riorganizzazione degli eventi del ciclo calendariale che, anticamente, scandiva la vita dei nostri avi e che tra qualche giorno ritroveremo con le celebrazioni del San Martino e di San Nicola”.

Grati per l’attenzione, si porgono distinti saluti

Spoltore, 2 novembre 2015

Per ulteriori informazioni, si prega rivolgersi all’Ufficio Stampa 331/6796820

montorio al vomano

In occasione del 1° Open Day presentati a Palazzo Patrizi i nuovi spazi e servizi della biblioteca civica

Grande partecipazione per il primo Open day della Biblioteca di Montorio, promosso nello scorso fine settimana a Palazzo Patrizi all'assessorato alla Cultura in collaborazione con l'Istituto comprensivo Montorio-Crognaleto, la cooperativa "Piramide", che gestisce la struttura, e il gruppo "Amare Montorio".

"L'iniziativa – afferma l'assessore alla Cultura, Alfonso Di Silvestro - è stata l'occasione per comunicare ufficialmente le novità della biblioteca civica, che è entrata a far parte del polo bibliotecario e che si è arricchita della connessione Internet, con due postazioni fisse che gli utenti potranno usare gratuitamente".

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

TERAMO: RIMOZIONE ALBERO

Sono cominciati in mattinata i ...

SILVI: 82ENNE INTOSSICATO

Un uomo di 82 anni residente a ...

ORTONA: RIFIUTI E SCUOLE

Del mirino del neo-segretario ...

TERAMO: STRADE KILLER

Il tragico incidente sulla ...

PESCARA: TAGLIO DIGA ...

Pescara, al via il taglio della ...

TRUFFA: MARSICANI NEI ...

Avrebbero simulato un incidente ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

TENORE MARIANI: ANCORA ...

Il tenore marsicano ...

AUGURI: 100 ANNI A TREMONTI

E' nata a Tremonti, ...

FIACCOLATA PER RIGOPIANO

Torna la tradizionale ...

RUBRICHE VARIE

ABRUZZO: CLIMA INVERNALE

Si prevedono correnti d’aria a soffiare dai ...

METEO: FINE SETTIMANA ...

Domenica 19 novembre, cielo parzialmente ...

SPORT

AVEZZANO: VITTORIA FUORI CASA

Vittoria fuori casa per ...

CALCIO - AVEZZANO – L'AQUILA: ...

1 – 1 per l'Avezzano: i ...