Cultura

expo 2015 casa abruzzo 02Le eccellenze della Valle del Foro in vetrina a CasAbruzzo: il parco abruzzese ha emozionato anche Milano

L’associazione Valle del Foro è stata protagonista nei giorni 27-28 ottobre negli spazi messi a disposizione dalla Regione, a CasAbruzzo via Fiorichiari,9 Milano.

Tante le eccellenze presenti di questo lembo di terra di soli 38 km, in cui si conservano culture, tradizioni, borghi antichi, incorniciati dallo sfondo del Parco Nazionale della Majella con le sue stazioni sciistiche Passolanciano-Majelletta e abbracciata dal mar Adriatico.

L’Associazione Valle del Foro - spiega il Presidente Fabrizio Fanciulli, in occasione di Expo 2015 - è rientrata tra le Associazioni per la promozione del territorio a CasAbruzzo, nella location di via Fiori Chiari a Brera, che per sei mesi è stata punto di incontro e riferimento delle eccellenze abruzzesi e palcoscenico di eventi che hanno richiamato numerosi milanesi e turisti da tutto il mondo”.

Anche la Valle del Foro invitata con i suoi prodotti - spiega il Presidente - ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per essere promossa ‘eccellenza’ abruzzese, rappresentata da alcuni dei prodotti di ‘nicchia’ che la contraddistinguono e che la rendono unica su tutto il territorio”.

Le aziende che sono intervenute hanno dimostrato ancora una volta qualità e professionalità. Protagonisti dei due giorni Milanesi sono stati i vini di Villamagna: Fattoria Licia, Torre Zambra, gli olii e sottoli di oleificio Cinosi di Rapino, il laboratorio gastronomico artigianale di D'Onofrio di Villamagna che ha offerto confetture e prodotti sott'olio tipici della linea Oleum, La torta del lupo di Pretoro, conosciuta in tutto il mondo, per la sua unicità di cioccolato e montepulciano.

Nella serata del 27 grande festa a CasAbruzzo con lo show cooking che ha visto invece come protagonisti il cuoco Dante Di Battista de La Locanda del Vecchio Borgo di Vacri, ed Erika De Luca di Fattoria Licia Villamagna con la preparazione e degustazione di uno dei piatti della grande tradizione abruzzese “pallotte casc’e ov”; il tutto impreziosito dalla musica del duo jazz Bussi-Selvini (Clarinetto-Chitarra) intervenuti nell’ agosto scorso lungo la Valle del Foro all’interno del Festival Suoni D’Abruzzo.

Nell’intenso programma è stato presentato il Progetto “La Vi..T..a D’Acqua” percorso fotografico e virtuale delle attività dell’Associazione lungo la Valle e dei pacchetti turistici del territorio. Presentazione della notte della Transumanza in collaborazione con la Camera di Commercio e Soprintendenzadi Chieti. Proiezione del Film-Documentario di Maiella Trekkers Pretoro, regia Nicola Santamaria“Passeggiate Musicali nella Regione Verde D’Europa”.

Inoltre un ringraziamento particolare va al Comune di Pretoro che ha reso possibile il trasferimento del ‘Duomo di Milano’, opera in legno, realizzata da uno degli ultimi fusari di Pretoro, il Maestro Antonio Palmerio, classe 1931, che è stata esposta con all’interno di CasAbruzzo ed ha avuto un grande successo proprio per la sua particolare bellezza e per la maestria con cui è stata messa in piedi tutta l’opera, di non facile realizzazione.

Il 28, poi, ancora festa con le degustazioni dei vini e “scrucchiata” dell’azienda vitivinicola Fattoria Licia.

Dopo questa bellissima esperienza la Valle del Foro vi aspetta per farvi scoprire ancora tanti altri tesori.

www.valledelforo.it

“…la valle tra il cielo e il mare”.

 

COMUNICATO STAMPA

OGGETTO: Comunicato Associazione Fontevecchia su evento ‘Tavola dei Morti’ del primo novembre

Un lungo cammino che, tra racconti, narrazioni e simboli, accompagnerà il pubblico nella visita della ‘Tavola dei Morti’, ovvero nella riscoperta dell’antica tradizione abruzzese di lasciare ‘apparecchiata’ la tavola di casa nella notte tra il primo e il 2 novembre con le migliori pietanze contadine, dalla pasta all’uovo rigorosamente fatta a mano al pollo al forno con le patate, sino al vino e al dolce, per accogliere e rendere più sereno il passaggio delle anime dei propri defunti che in quella notte, si narra, tornano a trovare i propri cari e i propri affetti. E’ l’evento organizzato per la sera di domani, domenica primo novembre, dall’Associazione ‘Fontevecchia’ a Spoltore e che si svolgerà presso il Borgo di Case Troiano.

“Diciamo subito – ha precisato Luciano Troiano, Presidente dell’Associazione ‘Fontevecchia’ - che nella nostra manifestazione non c’è nulla di esoterico e soprattutto non ha nulla a che vedere con i festeggiamenti di Halloween che, peraltro, non appartengono alla nostra storia, né alla nostra cultura, ma, anzi, sono andati a soppiantare la nostra tradizione che invece voleva si dedicasse la notte a cavallo tra l’1 e il 2, ossia tra Ognissanti e la celebrazione dei defunti, proprio alla commemorazione e alla preghiera per le anime dei nostri cari che non sono più altro nostro fianco. Con la ‘Tavola dei Morti’ noi vogliamo raccontare ai più giovani e riportare alla luce una tradizione importante per la nostra storia, appunto il dovere di onorare nella maniera più giusta, rispettosa e opportuna quelle persone che hanno fatto parte della nostra vita e che in quella notte, vuole la narrazione, tornano nelle loro case per un breve attimo. L’evento, organizzato sempre in collaborazione con il Consorzio Tradizioni Teatine, di cui Fontevecchia è partner, e con il professor Francesco Stoppa dell’Università ‘d’Annunzio’ Chieti-Pescara, prenderà il via alle 20.30 in punto dinanzi alla sede della Motorizzazione civile, dove il professor Stoppa racconterà ciò che accade in quella notte, ossia ‘Li mazzamurielli’. Per cominciare racconteremo sul posto la storia del ‘pozzo dei guerrieri’, situato sotto quello che oggi è un terrapieno-rotatoria e dove storicamente si abbeveravano soldati e briganti. Quindi con la sola luce delle candele ci si incamminerà verso il Borgo Case Troiano, seguendo un percorso delimitato dai lumini, e con alcune pause, ciascuna delle quali sarà caratterizzata da un racconto su vicende e personaggi che hanno caratterizzato il Borgo stesso. Lungo la stradina del borgo racconteremo la storia delle ‘ossa a la vutate de lo lope’, ossia del ritrovamento di ossa umane a seguito dell’impianto di vigne e oliveti, ossa che ancora oggi fanno sospettare la presenza in loco di un’area cimiteriale addirittura di epoca romana o medievale. Quindi visiteremo la prima casa: all’esterno di ogni abitazione ci saranno dei simboli, come il sacchetto di grano o la scopa rovesciata e, ogni volta, spiegheremo le ragioni di quelle presenze che affondano nella tradizione abruzzese”. Ovviamente anche le tavole saranno imbandite secondo gli usi del posto, con prosciutto e formaggio, maccaroni al sugo, pollo e patate, acqua, vino, pane, caffè, biscotti, dolci e frutta. “Ma la particolarità – hanno ancora ricordato i membri dell’Associazione ‘Fontevecchia’ – è che quel cibo comunque non potrà essere consumato, perché la ‘tavola imbandita’ deve accogliere le anime che passeranno la notte da quella cucina e che potranno ritrovare, come tramanda la narrazione, i piatti tanto amati in vita. E infatti la tradizione vuole che, nei tempi antichi, le famiglie consumavano quei cibi solo il giorno seguente o, addirittura, destinavano gli alimenti ai poveri”. Durante la serata sarà possibile rendere omaggio alla Chiesa della Santissima Trinità, situata nel borgo, e che sarà regolarmente aperta, e i residenti del borgo racconteranno le storie sulle persone che storicamente hanno abitato il luogo, come ‘La tavule di Nonne Filumene’, ‘Giovanni lu francese’ e ‘La finestre de Zà Retine’. Al termine dell’evento, a tutti i partecipanti sarà offerto il ‘cibo penitenziale’, anch’esso rigorosamente rispettoso della tradizione, ovvero  ‘il grano dei morti’, ossia grano bollito con noci, melograno e mosto cotto, fave lesse, ceci abbruscati, chicocce e patane e vino rosso. “Quindi i presenti non vedranno streghette, scheletri o zucche illuminate – ha sottolineato il Presidente Troiano -, ma avranno l’occasione di riscoprire una tradizione diffusa in tutto il meridione sino agli anni ’50 e che purtroppo si è andata perdendo”.

Spoltore, 31 ottobre 2015

expo 2015

Giovedì 29 ottobre, Casa Abruzzo a Brera ha ospitato l’evento conclusivo della presenza abruzzese a Milano nei sei mesi dell’Esposizione Universale 2015.

Dopo lo show di Gabrielle Cirilli, dentro a Expo, domenica scorsa, l’Abruzzo ha salutato Milano e, simbolicamente, il pubblico internazionale che in tutti questi mesi ha popolato la sua Casa di Via Fiori Chiari con unanuova kermesse ricca di eventi, alla presenza, tra gli altri, del consigliere delegato Camillo D’Alessandro e del presidente di Abruzzo Sviluppo Manuel De Monte. Ma l’Expo segna un primato importante, per l’Abruzzo: recependo la Carta di Milano, la nostra Regione è sinora l’unica Istituzione ad aver adottato il “diritto al cibo” nel suo Statuto ed è stata ai primi posti nel gradimento del pubblico sui social: su twitter è stata addirittura la regione più citata dopo la Lombardia.

L’Abruzzo, quindi, chiude questi entusiasmanti mesi trascorsi a Milano con la consapevolezza di aver destato interesse e curiosità.

l'aquila palazzo regione giunta 201208 rep 04

Si è tenuto presso la Scuola Media “Dante Alighieri”- succursale di Paganica - un incontro tra l’Arma dei carabinieri e gli alunni dell’Istituto. Ad organizzare e coordinare l’evento sono stati la dirigente scolastica e il corpo docente e di assistenza.

I 120 ragazzi della scuola hanno accolto il Comandante della Compagnia Carabinieri dell’Aquila, Capitano Francesco Nacca, ed il Comandante della Stazione di Paganica, Maresciallo Nunzio Gentile, in un clima di grande ospitalità e, dopo le presentazioni di rito, sono state affrontate prima tematiche afferenti le celebrazioni del 4 novembre, Festa delle Forze Armate e dell’unità Nazionale, e, poi, aspetti riguardanti la cultura della legalità.

Per quanto concerne la ricorrenza della Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale è stato fatto un rapido excursus storico delle radici di dette celebrazioni e dell’alto simbolismo che rappresenta l’Altare della Patria e del milite ignoto. Dopodiché, ricorrendo quest’anno il 60° dell’ingresso dell’Italia nell’O.N.U., è stato evidenziato il forte legame che la carta delle Nazioni unite ha con la nostra carta costituzionale e, quindi, con la missione che le Forze Armate Italiane sono chiamate ad assicurare.

Infine sono stati toccati argomenti molto sentiti dalla comunità giovanile come i fenomeni del bullismo, del cyber bullismo nonché l’uso e l’abuso di sostanze stupefacenti ed alcooliche.

Molto interesse ha infine suscitato la proiezione di filmati relativi all’uso di predette sostanze e quello promozionale dell’Arma proiettato nel finale.

pescara mare 01

Pubblicato il bando del Premio Internazionale di Pittura e Scultura G. D’Annunzio che per l’edizione 2015 apre la ricezione delle opere scultoree e pittoriche a partire dal 18 novembre presso l’Aurum di Pescara (Largo Gardone Riviera), di seguito il calendario dei principali appuntamenti:

- 18-28 novembre 2015 (ore 9,30-13,00 e 15,30-19,30) ricezione delle opere partecipanti;

- 29 novembre 2015 inaugurazione ed apertura della mostra (ore 15,30);

- 6 dicembre 2015 (ore 15,30-19,30) cerimonia di premiazione (Sala Flaiano);

- 7 dicembre 2015, unico giorno di riconsegna delle opere (ore 9,00 – 19,00)

La competizione internazionale giunge, quest’anno, alla XXIII edizione e si prevede un’ampia partecipazione di  artisti, poiché l’evento rappresenta un occasione per centinaia e di pittori e scultori che vedono garantita la propria libera espressione artistica senza limitazioni nell’uso delle tecniche, dei materiali e nella scelta del soggetto artistico.

Sono due le giurie cui è demandato il delicato compito eleggere i vincitori. La prima giuria, costituita dai collezionisti d’arte (giudici, avvocati, medici ed imprenditori abruzzesi), decreta i vincitori della categoria dei premi in denaro, mentre la seconda giuria tecnica costituita da un equipe di esperti del settore e critici d’arte  assegna gli ambiti premi istituzionali, tra cui figurano le partecipazioni disposte dalle amministrazioni provinciali, regionali e comunali dell’intera regione Abruzzo.

La manifestazione conta, altresì, un’ampia adesione di sponsor di aziende abruzzesi, in linea con quel mecenatismo che da sempre contraddistingue la regione dannunziana, promotrice di numerose attività culturali a beneficio dell’intera collettività. 

Per informazioni  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

ANCORA SU ESPOSTO PIERO ...

Nei mesi scorsi, abbiamo parlato ...

CAMPUS PREMIATO

Facendo seguito al lavoro ...

SANTOMAGGIO: NESSUNA ...

Nessuna incompatibilità del ...

TELESPAZIO: RINNOVO ...

Ieri si è svolto lo scrutinio ...

CELANO PER LE DONNE

Anche quest’anno, come ogni 25 ...

SPETTACOLO PER AMATRICE

Si terrà giovedì 30 novembre, ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

CULTURA

CELANO PER LE DONNE

Anche quest’anno, come ogni ...

SPETTACOLO PER AMATRICE

Si terrà giovedì 30 ...

MATTINATE FAI D'INVERNO IN ...

Anche tre città abruzzesi ...

RUBRICHE VARIE

MARSICA: NEBBIE

Un peggioramento delle condizioni ...

ABRUZZO: CLIMA INVERNALE

Si prevedono correnti d’aria a soffiare dai ...

SPORT

CAMPIONATO REGIONALE ...

Domani a Fossacesia, la ...

AVEZZANO: VITTORIA FUORI CASA

Vittoria fuori casa per ...