Sport

avezzano calcio

Mercoledì 18 novembre, alle 15,00, la Società sportiva "Avezzano calcio" (nella foto, la squadra), darà luogo ad una conferenza stampa allo Stadio dei Marsi, per la presentazione della partnership tra la società biancoverde e la Banca Bper.

Saranno presenti, tra gli altri, il Presidente dell’Avezzano calcio e il Direttore commerciale.

angolana fotoRENATO CURI ANGOLANA vs TORRESE 1-0

Dodicesima giornata di eccellenza abruzzese. Visto l’intervento di manutenzione del terreno di gioco del “Petruzzi” di Città Sant’Angelo, l’incontro tra Angolana e Torrese si gioca sul manto sintetico di Ortona. Cattive notizie per l’Angolana in fase di riscaldamento. Dario Celli si fa male al polpaccio ed è costretto a rinunciare alla maglia da titolare. Al suo posto entra De Luca. Opta per un nuovo assetto tattico Tatomir, passando dal 5-3-2 iniziale al 4-3-3 con De Luca punta centrale insieme a La Selva e Dragani. Termina una rete a zero in favore dell’undici di casa. La cronaca del match parte al 7’ minuto con il vantaggio angolano. Splendida imbucata di De Luca per Galasso, il terzino vede La Selva libero in area di rigore ed è facile, per l’ex Francavilla, insaccare l’estremo ospite. Prova a rispondere la Torrese, al 9’ di gioco, con una conclusione centrale e debole di Falasca. Nove giri di lancette dopo, Agresta è miracoloso su un colpo di testa, a distanza ravvicinata, di Lolli. Con il vantaggio nerazzurro le squadre rientrano negli spogliatoi. Nella ripresa parte forte l’Angolana. 49’ sul cronometro La Selva serve in area di rigore Dragani ma, a tu per tu con Spinelli, calcia, costringendo l’estremo ospite a deviare in calcio d’angolo. Torrese pericolosa al 57’ con una conclusione dai 35 metri di Falasca che impegna Agresta alla deviazione in corner. Occasione per l’Angolana al 60’. Farindolini recupera un buon pallone sulla trequarti di campo, mette in mezzo per De Luca, l’attaccante nerazzuro colpisce di testa ma è attento Spinelli a controllare il pallone. Ancora Angolana protagonista. Farindolini inventa per Dragani, conclusione a botta sicura ma è provvidenziale il portiere giallorosso a salvare il risultato con un colpo di reni.  Al 76’ l’Angolana resta in dieci uomini, per la terza partita consecutiva, per l’espulsione di Di Camillo. Nonostante l’inferiorità numerica, l’Angolana gestisce il risultato senza soffrire. Torrese poco cattiva e priva di idee.

TABELLINO

R.C. ANGOLANA: Agresta, Remigio, Carpegna, Di Camillo, Mottola, De Luca, Galasso, Michetti, Dragani (71’ Bordoni), La Selva, Farindolini.

A disposizione: Angeloffi F., Angelozzi L., Bordoni, Agnellini, Balzano, Di Giacomo, Celli.

All. Alessandro Tatomir

TORRESE: Spinelli, Tarquini (65’ Valentini), Pomponi, Lolli (60’ Di Sante), Cristofori, Melchiorre, De Sanctis, Salvi, Falasca (70’ Giansante), Capretta, Bonavita.

A disposizione: Del Sordo, Valentini, Di Sante, Addari, Kruger, Giansante, Gattucci.

All. Vittorio Calabrese

Arbitro: Antonio Romanelli (Lanciano)

Assistenti: Mara Mainella (Lanciano) Umberto Nappi (Pescara)

Ammoniti: Pomponi (T); Mottola (A); De Sanctis (T); Bonavita (T)

Reti: 7’ La Selva

l aquila rugby-alessio cocchiaroTrofeo d'Eccellenza, esordio con sconfitta per L'Aquila Rugby Club a Padova

Esordio con sconfitta per L'Aquila Rugby Club a Padova. I neroverdi, che hanno affrontato il Petrarca nella prima giornata del Trofeo d'Eccellenza, hanno comunque mostrato miglioramenti sul piano del gioco.

La gara parte subito a favore dei padroni di casa, con una marcatura dell'ala Simone Rossi. L'estremo Niccolò Fadalti non trasforma e si va sul 5-0. La reazione è buona da parte dei neroverdi, che si portano in avanti ma, al 28' è ancora Rossi a schiacciare dopo una punizione battuta velocemente. Fadalti stavolta centra i pali. Al 30' un giallo per ripetuto antigioco alla seconda linea Vittorio Flammini porta all'inferiorità numerica dei neroverdi, che cinque minuti più tardi subiscono la terza meta, ad opera di Andrea Trotta, dopo un'azione a tutto campo del Petrarca. Fadalti trasforma e si va negli spogliatoi sul 19-0, con gli abruzzesi che a dispetto del risultato mostrano miglioramenti.

Nella ripresa Mercier e Niculae sostituiscono da subito Davide Sebastiani con Giovanni Marchetto, e rientra anche Flammini dal giallo. Dopo quattro minuti L'Aquila realizza i primi punti con un piazzato di Simone Matzeu, ma due minuti più tardi è Francescato a marcare la meta del bonus. Fadalti trasforma ancora. Al quarto d'ora è invece la volta della meta della terza centro neozelandese Travis Larsen. Il piede preciso dell'estremo patavino porta il risultato sul 33-3. I neroverdi si rialzano e d'orgoglio vanno in meta di prepotenza al 60', con il giovanissimo Andrea Ciofani, entrato qualche minuto prima al posto di Marcello Angelini (con Erbolini spostato a centro). Matzeu trasforma, riducendo il divario. Il finale lascia spazio alla seconda meta personale di Trotta: Marcato trasforma. Finisce 40-10 (5-0). Da segnalare l'esordio assoluto per Alessio Ponzi, entrato qualche minuto prima della fine, e le buone prove, tra gli altri, di Nardo Casolari e Davide Ciotoli.

“Ovviamente non posso essere soddisfatto del risultato – commenta a caldo l'head coach Ludovic Mercier – ma non meritiamo il divario che racconta il tabellino, perché abbiamo giocato bene. Il problema è che quando facciamo errori li paghiamo subito, ma oggi abbiamo giocato di più, prendendoci responsabilità in campo. E' questo che mi interessa”.

“Abbiamo provato altre soluzioni oggi – conclude Mercier – e ho visto volontà ed entusiasmo di molti dei nostri ragazzi. Sappiamo però anche che dobbiamo iniziare a vincere, a cominciare dalla sfida interna di sabato prossimo”.

Prossimo appuntamento sabato 21 novembre, al “Fattori” dell'Aquila, per la sfida contro la Lazio, valevole per la seconda giornata del Trofeo d'Eccellenza.

PETRARCA PADOVA v L'AQUILA RUGBY CLUB 40-10 (19-0)

Marcatori: p.t. : 8' m Rossi (5 – 0); 28' m Rossi tr Fadalti (12 – 0); 36' m Trotta tr Fadalti (19 – 0); 5' cp Matzeu (19 – 3); s.t. 44' m Francescato tr Fadalti (26 – 3); 52' m Larsen tr Fadalti (33 – 3); 60' m Ciofani tr Matzeu (33 – 10); 77' m Trotta tr Marcato (40 – 10).

Petrarca Padova: Fadalti; Francescato, Bellucco (73' Bellini), Bettin, Rossi; Marcato (75' Nikora), Soffiato (60' Favaro); Larsen, Targa (75' Zago), Conforti (45' Michieletto); Trotta, Sattin; Jacob (46' Rossetto), Maistri (69' Ferraro), Vento (46' Milani).

All.: Cavinato.

L'Aquila Rugby Club: Biffi; Erbolini (78' Ponzi), Cortes, Angelini (56' Ciofani), Perju; Matzeu, Speranza (58' Carnicelli); Boccardo, Casolari (68' Ciotoli), Cecchetti (47' Vaschi), Sirbe, Flammini; Badalicescu (56' Di Valentino), Sebastiani (41' Marchetto), Montivero (78' Rossi).

All.: Mercier.

Arbitro: Angelucci (Livorno)

G.d.l.: Franzoi (Tv) e Favaro (Ve)

Quarto uomo: Pulpo (BS)

Cartellini: 29' Flammini (aquila); 77' Fadalti (Petrarca)

Man of the match: Trotta (Petrarca)

Calciatori: Fadalti (Padova) 4/5; Matzeu (L'Aquila) 2/2; Marcato (Padova) 1/1.

Note: cielo leggermente velato, temperatura primaverile, campo in perfette condizioni.

Punti conquistati in classifica: Petrarca Padova 5, L’Aquila Rugby 0

ANGOLANA-TORRESE A ORTONA

La Renato Curi Angolana comunica ufficialmente che la gara tra Angolana e Torrese, di domenica 15 novembre alle ore 14.30, valevole per la dodicesima giornata del campionato di eccellenza Abruzzo, verrà disputata allo stadio comunale di Ortona in via Papa Giovanni XXII. Nella giornata di lunedì 2 novembre sono stati effettuati lavori di riseminazione e riconcimazione su tutto il manto erboso del “Petruzzi” di Città Sant’Angelo che, per venti giorni, a partire da lunedì 2 novembre, non permetteranno l’accesso agli atleti nell’impianto sportivo angolano.

piscina

Sopravvive chi vive nel sogno dello Sport: al Terzo Memorial Paccarie’, il più forte è il Pescara.

Si è conclusa con la scoppiettante vittoria del Pescara Pallanuoto la terza edizione del Memorial dedicato al ricordo dello sportivo Enrico Paccarie’. Cinque squadre in competizione: un solo cuore a battere. In gara anche chi conobbe l’allenatore in vita.

Un ricordo lungo un goal. Presso l’Unipol BluStadium di Avezzano, nella giornata di domenica scorsa, l’addizione del gioco tra le squadre ha azzerato la divisione del risultato singolo. I numeri della Pallanuoto? Li ha la città di Avezzano e sono uno più promettente dell’altro. Nove sfide in totale, combattute fino all’ultimo e sul filo dell’acqua; 100 atleti under 17 dalle pinne agili e veloci; cinque squadre, maestre e maestranze nel passaggio e nel tiro della palla tonda; tre coppe finali.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

ELEZIONI: I CANDIDATI ...

Sono state ufficializzate le ...

ETERNIT A MARSIA

Ancora eternit nella città di ...

CAPISTRELLO: ALUNNI A ...

Fanno rientro a scuola gli ...

FIUME PESCARA: BOTTIGLIE ...

Centinaia di bottiglie di latte ...

TERAMO: PALAZZO ...

    A Teramo, ...

ELICOTTERO CADUTO: IL ...

Prima la benedizione del ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

L’ Azienda Agricola ...

L’ Azienda Agricola  ...

RUBRICHE VARIE

WEEKEND DI SOLE E VENTO

Inizia un weekend soleggiato e secco con meteo ...

WEEKEND DA... BRIVIDO

Farà freddo nel fine settimana, ove sarà ...