rubriche varie

pescara mare 01

Sulla stampa abruzzese è uscita la notizia della imminente realizzazione di una palazzina per residenza popolare nella zona di Portanuova – zona stadio – angolo via Pepe / via D’Avalos ex asilo/consultorio familiare.  Non solo, pare che il comune, in zona, voglia destinare altre aree come quella individuata in via della Bonifica, per la costruzione di ulteriori palazzine per edilizia popolare, ancora a Pescara Sud.

Dall’altra parte della città invece, sulla Riviera Nord, il Comune di Pescara impegna risorse e fondi, battendosi da anni con ordinanze e ricorsi per la demolizione di ciò che rimane di un palazzo. Avranno, queste aree, più grande pregio e valore? Qual è la discriminante per cui da una parte si demolisce e da un’altra si edifica? Tutto ciò se lo chiede, ripetiamo, un telespettatore che si è rivolto alla nostra redazione.

abruzzo provincie

Negli eventi che si svolgeranno fino al 13 novembre,  saranno presenti in Abruzzo, regione coinvolta a 360°, delegazioni di Kazakistan, Turchia e Inghilterra per incontri culturali e imprenditoriali. Per internazionalizzare prodotti e servizi, le aziende abruzzesi potranno prenotare un incontro con buyer, investitori e tour operator dei tre Paesi con forte trend di crescita e importantissimi partner commerciali per il Made in Italy. Sono previste diverse iniziative: incontri d’affari internazionali, eventi d’arte di rilievo internazionale, tour tra borghi di storia e natura, visite in aziende per assaporare e cibi eccellenti, e vivere tradizioni culturali, alternanza scuola/lavoro internazionale per due licei coinvolti nel progetto. La presentazione del progetto si è avuta nel luogo internazionale per eccellenza: l’Expo universale di Milano. 

chieti città 010613 rep 05

Dopo gli appelli dei residenti di via Del Frantoio il Partito democratico di Chieti annuncia una interrogazione per sollecitare l’amministrazione comunale e la Regione ad affrontare le emergenze.

I problemi riguardanti la viabilità in via del frantoio e nelle aree limitrofe si sono aggravati negli ultimi mesi  a causa dei danni causati dal maltempo. Strade strette e scoscese in cui il manto stradale è totalmente dissestato. Il pericolo incidenti è dietro l’angolo ma nessuno sembra preoccuparsene. Effettuato anche un sopralluogo nella zona e verificato la situazione di totale abbandono della zona che si trova tra la parte alta e lo scalo della città.

avezzano

Maleducazione agli sportelli, disservizi, lentezza: non c'è cosa più mal riposta di un'attesa in presenza di chi opera allo sportello mentre mangia o chiacchiera, o fa altre cose che nulla hanno a che vedere con il lavoro per cui è preposto. Succede alle poste centrali di Avezzano, dove gli sgarbi sono dietro l'angolo, dove i numeri progressivi non scorrono come dovrebbero, dove spallucce, rispostacce e sguardi accigliati sono una consuetudine che non abbandona chi dovrebbe accogliere e tutelare chi ha bisogno dei servizi di POSTE. La maleducazione non dovrebbe essere contemplata anzi, nei paesi del nord Europa, fanno dei corsi appositi per chi si deve rapportare con il pubblico. In Italia e alle Poste di Avezzano, evidentemente, no.

ospedale

I donatori sanno che, al centro trasfusionale, ci si reca sempre di mattina presto, perché le donazioni di sangue hanno luogo fino ad una certa ora e perché questa importante e civile operazione si deve eseguire, consuetudine sana e onesta, a digiuno. All'ospedale di Avezzano, a parte il poco gradito cambio di location (dalla struttura interna all'ospedale, comoda, attrezzata e organizzata, si è passati a due container angusti e poco ben gestiti, con un salto indietro notevole), la confusione con i numeri progressivi dei donatori, è davvero tangibile e capitale; peraltro, a caos si aggiunge caos, laddove è stata imposta la figura del "donatore prenotato" e, tra i numeri progressivi presi sul posto la mattina stessa e la presenza di persone "prenotate" per la donazione, che arrivano all'improvviso, c'è davvero di che perdere la testa. Allora: o ci si prenota tutti il giorno prima, o tutti si prende il numero progressivo al momento, altrimenti si genera un'ingiustizia. Il problema (grande!) è che, dopo quanto accaduto stamattina tre donatori se ne sono andati.

in primo piano

  • Più Recenti
  • Più lette

PROGETTO PER CASA – ...

Inclusione sociale, networking e ...

LFOUNDRY E... LA MATERIA ...

LFoundry si è aggiudicata ...

PREVENZIONE CUTANEA

Specialisti della pelle in ...

SCIENTIFICO: DONAZIONE ...

Gli studenti del Liceo ...

FIERA 25 APRILE: ...

Con apposita ordinanza, la ...

ORTONA: LAVORI SULLE ...

Dopo settimane di proteste degli ...

ORANTE BELLANIMA IN ...

Il Coro “Schola Cantorum San ...

ABRUZZO: SCUOLE SICURE

“Ho intenzione di destinare l’1% ...

MUSICA SACRA AD AVEZZANO

Sabato 6 AGOSTO, alle 21,00 ...

TRASPARENZA: indaga ...

Di Germana D'Orazio L'ex ...

Un’azienda agricola come ...

Un’azienda agricola come ...

CORO "LE COLLANELLE": IL ...

Il cd del coro “Le Collanelle”, ...

CULTURA

CONSULTORIO: CORSI GRATUITI

Tra le varie attività, al ...

TERAMO: EDUCAZIONE STRADALE

L’Aci di Teramo ha ...

SAN GABRIELE: CONVEGNO DEI ...

Sabato 21 aprile il ...

RUBRICHE VARIE

CAI IN GITA

Per domenica 22 aprile, il CAI di Avezzano, ...

MARSICA: ACQUAZZONI ...

Giornate tipicamente primaverili si susseguono ...

SPORT

PESCARA – SPEZIA: L'ARBITRO ...

Pescara Spezia: la partita ...

TAEKWONDO CELANO: UN SUCCESSO

Successo per il centro ...