elezioni 2018

di giuseppantonio

FLAVIO TOSI IN ABRUZZO A SOSTEGNO DI “NOI CON L’ITALIA – UDC”:

“NOI ARGINE AI POPULISTI, BASTA PROMESSE ELETTORALI, SERVE SERIETA’ ”

Pescara, 27 febbraio 2018 – “Noi siamo il vero argine ai populisti, siamo gli unici che non stanno giocando a chi la spara più grossa con promesse impossibili da realizzare, siamo concreti e seri perché i nostri candidati in tutta Italia, e anche qui in Abruzzo, sono amministratori e persone competenti e radicate sul territorio, sappiamo cosa significa fare i conti con la gente e con i problemi, siamo per questo il punto di equilibrio e di responsabilità del centrodestra, siamo certi che in Abruzzo faremo un ottimo risultato ben sopra la soglia di sbarramento”.

            E’ quanto ha dichiarato oggi a Pescara il portavoce nazionale di "Noi con l'Italia" Flavio Tosi, già sindaco di Verona e assessore regionale alla Sanità in Veneto, nel corso di una conferenza stampa al fianco dei candidati di “Noi con l’Italia – Udc” Giulio Sottanelli, deputato uscente e capolista al Senato e di Enrico Di Giuseppantonio, candidato capolista alla Camera nel collegio Chieti-Pescara. Nell’ambito della sua visita in Abruzzo a sostegno dei candidati della lista "Noi con l'Italia-Udc" Flavio Tosi, dopo Pescara, ha fatto tappa anche a L’Aquila, per un incontro con gli elettori in centro storico.

            Flavio Tosi ha parlato delle proposte su sicurezza, giustizia e tassazione: “Per fare sicurezza non servono le sparate populiste di qualcuno, serve l'aumento delle pene contro chi compie reati, per contenere l’immigrazione è necessario prevedere accordi bilaterali con i Paesi di provenienza e, in generale, bisogna riformare il sistema della giustizia: servono norme secche, rigide e di facile applicazione, in modo che non ci sia discrezionalità nell’applicazione della pena – ha detto Tosi – anche sul tema delle tasse vogliamo proporre cose che siano compatibili con i conti dello Stato e non proponiamo frottole, tra queste proposte vogliamo una legge che introduca nella Costituzione un tetto massimo alla tassazione, in modo che questo diventi un vincolo per chiunque governi il Paese per i prossimi decenni. L’Italia ha bisogno di persone che abbiano dimostrato coi fatti di sapere amministrare e di assumersi responsabilità: le sparate elettorali servono solo a buttare fumo negli occhi ai cittadini e incentivano la sfiducia e l'astensionismo, il nostro progetto e i nostri candidati saranno un valore aggiunto per il centrodestra e per il futuro Parlamento”.

sottanelli giulio

In Abruzzo il programma venatorio

su ambiente e ruralità unisce i partiti

Gaetano Quagliariello e Giulio Cesare Sottanelli (Noi Con l'Italia), Giandonato Morra (Fratelli d’Itali) e Dino Pepe e Sandro Mariani (PD), nel rispetto delle reciproche posizioni politiche, hanno mostrato convergenza sul ruolo importante dell’attività venatoria nella gestione faunistico-ambientale condividendo il manifesto.

Roma, 27 febbraio 2018

La campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del 4 marzo sta entrando nel vivo inasprendo le contrapposizioni tra le diverse forze politiche in campo. C’è un tema, però, che in Abruzzo sembra superare le tradizionali divergenze programmatiche, registrando invece un consenso trasversale nella maggioranza assoluta degli schieramenti.

Si tratta del riconoscimento del ruolo del mondo venatorio e della figura del cacciatore nella gestione dell’equilibrio faunistico-ambiente, indispensabile per la salvaguardia della biodiversità.

In queste settimane ricche di incontri e colloqui, i rappresentanti della Cabina di regia del mondo venatorio – Caccia, Ambiente e Ruralità hanno, infatti, incontrato importanti esponenti abruzzesi, riscontrando apprezzamento nei confronti delle istanze presentate alla politica, dettagliate in punti programmatici precisi per rilanciare un’immagine corretta, reale, e non manipolata dell’attività della caccia praticata nel pieno rispetto della legalità e in armonia con l’equilibrio naturale.

A condividere gli impegni citati in Abruzzo: Gaetano Quagliariello (Noi Con l'Italia), candidato al Senato nel collegio uninominale L’Aquila, Giulio Cesare Sottanelli (Noi Con l'Italia) capolista al Senato nel collegio proporzionale L’Aquila, Giandonato Morra (Fratelli d'Italia) candidato alla Camera capolista nel collegio plurinominale L’Aquila, Dino Pepe (PD) candidato alla Camera nel collegio proporzionale L'aquila e Sandro Mariani (PD) candidato al collegio Uninominale camera Abruzzo - 02, Teramo.

 

 “Nel corso di queste settimane e nei numerosi dibattiti politici a cui ho preso parte, c’è stato sempre un unico grande assente, il dott. Antonio Martino candidato del centrodestra nel collegio Marsica – L’ Aquila – Alto Sangro. 

Il confronto deve essere alla base della politica, anche e soprattutto, come garanzia al cittadino, per un voto davvero consapevole, per non ritrovarsi, il 5 marzo, nuovamente fuori dalle scelte future dei partiti. Per questo credo che sia doveroso un confronto tra le forze politiche, in particolare con la presenza del candidato del centrodestra Antonio Martino. Io sono a disposizione in qualsiasi momento”. Ad affermarlo è Giorgio Fedele, candidato Uninominale Camera per il M5S che spiega “dal 25 gennaio è partito il nostro Tour. Tutti i nostri candidati sono stati in giro tra la gente, parlando con i cittadini, prendendo parte a convegni pubblici o grandi eventi. 

quagliariello gaetano tre

La campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del 4 marzo sta entrando nel vivo inasprendo le contrapposizioni tra le diverse forze politiche.

Nonostante ciò Gaetano Quagliariello (nella foto) e Giulio Cesare Sottanelli (Noi Con l’Italia),Giandonato Morra (Fratelli d’Itali) e Dino Pepe e Sandro Mariani (PD), nel rispetto delle reciproche posizioni politiche, hanno mostrato convergenza sul ruolo importante dell’attività venatoria nella gestione faunistico-ambientale, condividendone il manifesto.

 

ELEZIONI: MARTINO, “SALVARE AZIENDE ECCELLENZE D’EUROPA, QUI C’E’ CAPACITA’ DEL FARE”

L’AQUILA, 24 feb - “Bisogna supportare le aziende per troppo tempo lasciate sole dalla politica, che combattono e resistono e tengono viva con orgoglio l’economia del territorio aquilano, invece di scappare all’estero inseguendo manodopera a basso costo”.

Lo ha affermato Antonio Martino, candidato del centrodestra alle elezioni politiche 2018 nel collegio uninominale per la Camera numero 1 - L’Aquila, nel corso della partecipata inaugurazione del comitato elettorale di Forza Italia nel centro storico del capoluogo, nel Palazzo dei Combattenti che si affaccia sulla Fontana Luminosa, all’inizio di corso Vittorio Emanuele.

Ho visitato in particolare la Silver di Avezzano, produttrice di veicoli industriali tra le prime quattro d’Europa - spiega - Quando sono arrivato c’era una bisarca che stava per partire per essere consegnata in Giappone, qui c’è una capacità del fare di cui nemmeno ci rendiamo conto”.

Successivamente, il candidato ha raggiunto Ovindoli, parlando a lungo con i maestri di sci della stazione turistica acquisendo consapevolezza dei problemi della montagna.

Infine, in serata, è previsto l’intervento a una manifestazione politica promossa a Celano dal sindaco, Settimio Santilli, e dall’ex deputato e vice sindaco Filippo Piccone.