Cronaca

neonato

Tre maschietti ed una femminuccia sono i primi nati del 2017 in Abruzzo. Filippo è stato il primo a venire alla luce.

Filippo, Patric Diego, Noemi e Matteo sono i primi nati del 2017 negli ospedali delle  quattro città capoluogo  in Abruzzo. A Filippo Lattanzio, bel bimbetto del peso di 2 chili e 840 grammi, di Francavilla al Mare, spetta il primato di essere stato il primo a venire alla luce, subito dopo l’arrivo del nuovo anno. E' nato alle 3,05 del primo gennaio all’ospedale  “Santissima Annunziata” di Chieti.

televisore

La Legge di Stabilità 2017ha introdotto la riduzione del Canone Rai. Vediamo dunque cosa cambierà per la bolletta degli Italiani nel 2017.

Innanzitutto è stato ridotta la somma addebitata per il pagamento del Canone Rai, che da 100 euro scende a 90. La riscossione sarà distribuita in 10 rate, a partire da Gennaio e fino ad Ottobre dell’anno nuovo e il canone è addebitato direttamente nella bolletta dell’energia elettrica.

È tenuto al pagamento del Canone Rai chiunque possieda un televisore o un apparecchio “atto o adattabile alla ricezione dei canali Rai”. E ad oggi, può non pagare:

·  Chi non possiede alcuna tv, ovvero alcun apparecchio “atto o adattabile alla ricezione dei canali Rai”.

·  Gli over 75, qualora presentino i requisiti seguenti:

·  Non convivano con altro soggetto titolare di un reddito, escluso il coniuge;

·  Se il reddito proprio, cumulato con quello del coniuge, non superi la soglia degli 8mila euro annui.

 

(Da: "Il Centro Giuridico del Cittadino" di Avezzano.)

dehors

 

La concessione quinquennale con il comune di Avezzano ha avuto un termine: dunque, i dehors installati di fronte a diversi esercizi commerciali come bar, principalmente siti nel centro cittadino del Capoluogo della Marsica, dovrebbero essere rimossi e scomparire, perchè, per legge, non sono autorizzati a restare. Piazza Risorgimento e vie adiacenti, dovrebbero veder smantellati i dehors e nel più breve tempo possibile. Molti residenti vorrebbero, preferendo un assetto del centro diverso, che le autorità mettessero, a breve, "nero su bianco", per questa sofferta e importante attuazione. Gli operatori sanno che il termine è giunto e, al posto dei dehors dovrebbe comparire di nuovo il suolo comunale calpestabile. Laddove, poi, gli arredi siano rimovibili, potrebbero essere apposti di fronte a bar e sale da te', perché ciò che può essere facilmente spostato può essere contemplato e posto sulla pubblica strada.
L'accordo quinquennale nato a suo tempo con l'amministrazione Floris è terminato: se non ce ne sono altri, si prevede che sia operativo, al più presto, lo smontaggio di queste strutture. Dunque, i dehors di fronte agli esercizi pubblici non sono più sostenuti da alcuna norma: la loro presenza è diventata fuori legge e devono essere, ad Avezzano, rimossi. Molte lagnanze, negli anni, sono giunte soprattutto da chi non può percorrere le strade agevolmente per via di criticità deambulatorie: e i dehors hanno rappresentato un serio problema in più di un caso, a proposito; e se l'occupazione, temporanea, approvata con deliberazione dei consiglio comunale a suo tempo, ha tutelato un diritto,
in virtù di una concessione, adesso essa è scaduta e i dehors, tutti e di qualsiasi esercizio commerciale, vanno eliminati. Chissà se le autorità si stanno mobilitando per ricordarlo?

 

avezzanopanorama

La sera del 31 dicembre, intorno alle 22.30, in via Corradini ad Avezzano, si è temuto il peggio per uno schianto all’incrocio con via Garibaldi. Per miracolo nessuno è rimasto ferito gravemente. Un’auto si è ribaltata davanti al tribunale, con una carambola che ha spaventato i passanti.

Subito sono stati avvisati i soccorsi ed è giunta un'ambulanza del 118. Sul posto, per i rilievi, sono arrivati i carabinieri del nucleo radiomobile.

Pare che una Fiesta si sia scontrata con un’altra utilitaria. Quest’ultima scendeva su via Garibaldi. Alla guida della Fiesta un ventenne di Celano che fortunatamente è uscito illeso dall'incidente. Nessun ferito importante. I due conducenti sono stati portati in ospedale per accertamenti, dai quali non è stata riscontrata nessuna irregolarità.

balsorano castello

Con lui se ne va un po' di storia della Valle Roveto. L’altra notte è morto, all’ospedale Spaziani di Frosinone, all’età di 76 anni, Vittorio Ferrari.

Ferrari era originario di Sora ed era molto conosciuto anche nella Valle Roveto. Nel 1963, a soli 23 anni, fu testimone della sciagura aerea che vide sui monti di Balsorano, otto morti del DC 3 partito da Pescara. A suo tempo, come volontario, non appena partirono le ricerche, s'incamminò da Sora fino a Balsorano e fece il triste ritrovamento.