Politica

consiglio regionale 220714 rep 08MARTEDI’ 5 SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE

(ACRA) – L’Aquila 30 marzo – Martedì 5 Aprile alle ore 11 nell'Aula consiliare dell'Emiciclo è convocato il Consiglio regionale in seduta ordinaria. All'ordine del giorno le seguenti interrogazioni:a firma del Consigliere Domenico Pettinari (M5S) sul “Progetto di messa in sicurezza delle autostrade A24 e A25 - Costituzione Gruppo di lavoro interdipartimentale”, a firma del consigliere Riccardo Mercante (M5S) sulla “Richiesta di chiarimenti per la proroga del concorso degli Operatori socio sanitari ASL di Teramo”. A seguire le seguenti interpellanze: a firma del Consigliere Domenico Pettinari (M5S) sugli “Espropri delle aree per la realizzazione dell'asse attrezzato CH-PE e attuale stato di insolvenza del Consorzio ASI Val Pescara”, a firma del Consigliere Mauro Febbo (FI) sui “Progetti e bandi europei”. Inoltre verrà discussa la risoluzione a firma del Consigliere Mario Olivieri (AC) sugli interventi per la transitabilità dell'autostrada A14, tratta Vasto Sud/Pescara. Dopo i documenti politici l’Assemblea esaminerà il provvedimento amministrativo sul “Regolamento che disciplina le attività consentite nelle diverse zone dell'area marina protetta Torre del Cerrano". Infine sono previste le seguenti nomine: del Difensore civico della Regione Abruzzo, del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, dei componenti del Collegio regionale per le Garanzie Statutarie. (m.f.)

Questi i principali appuntamenti di Luciano D’Alfonso per giovedì 31 marzo:

- ore 10:00 a ROMA, in via Parigi n. 11, Seduta Straordinaria della Conferenza delle Regioni e P.A. con il seguente o.d.g.: 1) Comunicazioni del Presidente; 2) Esame questioni all’o.d.g. della Conferenza Unificata; 3) Esame questioni all’o.d.g. della Conferenza Stato-Regioni; 4) COMMISSIONE ATTIVITA’ PRODUTTIVE Documento recante il posizionamento delle Regioni da presentare nell’ambito dell’Indagine conoscitiva promossa dalla Commissione Attività produttive, comm. e turismo della Camera Deputati. SEDUTA RISERVATA 6) COMMISSIONE AFFARI FINANZIARI Applicazione dell'Intesa e Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano ai sensi dell'articolo 1, commi 680, 682 e 683 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di stabilità 2016) 7) Indicazione della Regione il cui Assessore assumerà la funzione di Coordinatore della Commissione Ambiente ed Energia;

- ore 14:30 a ROMA, nella sala riunioni al I piano di via della Stamperia n. 8, Conferenza Unificata in seduta straordinaria con il seguente odg: 1) Parere sullo schema di decreto legislativo recante "Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le Autorità portuali di cui alla Legge n. 84/1994; 2) Parere sullo schema di decreto legislativo delle Direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento Europeo sull'aggiudicazione dei contratti di concessione sugli appalti pubblici e sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonchè per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture;

- ore 15:00 a ROMA, nella sala riunioni al I piano di via della Stamperia n. 8, Seduta straordinaria della Conferenza Stato Regioni. Tra i punti all'o.d.g. al punto 3) è previsto: "Intesa sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che approva il Piano strategico nazionale della portualità e della logistica, di cui all'art.29 comma 1 decreto legge 12/09/2014 n.133, convertito dalla legge 11.11.2014 n.164.

de crescentiis antonio 191112 rep 10CONSIGLIO PROVINCIALE 
 
Il Consiglio provinciale, riunito questa mattina a L'Aquila, ha proceduto, ad inizio seduta, alla surroga della consigliera Roberta Salvati, decaduta dalla carica a seguito dello scioglimento del Consiglio comunale di Sulmona.
Al suo posto è subentrato il sindaco di Acciano, Fabio Camilli, primo dei non eletti nella lista della maggioranza.
"Voglio esprimere un sincero ringraziamento alla ex consigliera Roberta Salvati per il lavoro svolto e la particolare attenzione dedicata al mondo della scuola e all'edilizia scolastica", ha dichiarato in aula il presidente De Crescentiis, che ha poi fatto "i migliori auguri di buon lavoro al neo consigliere Fabio Camilli".
 
Successivamente l'assemblea ha discusso l'interrogazione, presentata dai consiglieri Felicia Mazzocchi e Gianluca Alfonsi, riguardante il ripopolamento delle trote nei fiumi del territorio, a cui ha dato risposta il consigliere Fabrizio D'Alessandro.
"Nonostante le norme del nuovo bilancio hanno determinato l'impossibilità, per il settore competente, di attivare le procedure per il rinnovo del servizio di gestione del Centro Ittiogenico dell'Aquila, dopo la scadenza della convenzione con la cooperativa sociale "Amiternum", abbiamo già  effettuato un impegno provvisorio di spesa attraverso il quale abbiamo conferito un incarico part time, al 50%, per due mesi, alla stessa cooperativa, prima di arrivare ad un nuovo affidamento", ha sottolineato D'Alessandro. "Contiamo di ridurre al minimo il periodo di transizione - ha aggiunto il consigliere - per scongiurare danni alla fauna e più in generale all'ambiente".
 
Il Consiglio ha poi approvato all'unanimità  l'accordo di ricerca tra la Biblioteca Provinciale "Salvatore Tommasi" e l'Università degli Studi dell'Aquila per la digitalizzazione e indicizzazione di manoscritti di grande rilevanza per gli studi sulla storia dell'Aquila. 
Nello specifico, il progetto, della durata di 36 mesi, prevede la collaborazione tra i Dipartimenti di Scienze Umane e Ingegneria dell'Ateneo e la Biblioteca, nell'ambito del più ampio progetto di ricerca in Digital Hummanities finanziato con 280 mila euro a valere sul fondo complessivo di un milione di euro stanziato dalla Fondazione Telecom Italia  all'indomani del sisma del 6 aprile del 2009, che ha consentito il rifacimento dell'intera biblioteca e la nuova catalogazione di tutti i volumi presenti.
 
Approvato poi all'unanimità l'ordine del giorno dei consiglieri Mazzocchi e Alfonsi, che impegna il Consiglio provinciale a discutere il progetto di variante all'autostrada Roma-Pescara, proposto dalla società concessionaria Strada dei Parchi.
 
Voto unanime dell'assemblea anche sull'ordine del giorno presentato dagli stessi consiglieri, e modificato con le indicazioni della maggioranza, che prevede iniziative a sostegno dei servizi agricoli nella Marsica.
 
Infine l'assemblea ha approvato a maggioranza, con il voto contrario del consigliere Alfonsi, l'ordine del giorno, presentato e illustrato in aula dal vice presidente Nicola Pisegna Orlando, che impegna il Presidente De Crescentiis a valutare se permangono le condizioni che nel 2007 portarono la Provincia a sottoscrivere  l'accordo di programma con la Regione Abruzzo, il Comune di Celano, la Eridania Sadam e varie associazioni di lavoratori, per la riconversione dell'ex zuccherificio con la realizzazione della centrale a biomasse PowerCrop.
"L'impianto -  ha sottolineato il vice presidente Pisegna Orlando - appare non adeguato e non rispondente alle esigenze di tutela e valorizzazione della produzione agricola locale sul mercato, oltre che dannoso dal punto di vista ambientale e per la salute pubblica".
"Restiamo favorevoli alla proposta di realizzazione di un centro di trasformazione orticola nell'area dell'ex zuccherificio e siamo pronti a valutare la rimodulazione della proposta originaria del gruppo Maccaferri, al fine di mantenere l'investimento previsto e la possibilità di occupazione nell'area della Marsica", ha concluso il vice presidente Pisegna Orlando.
 
L'Ufficio Stampa della Provincia dell'Aquila

d alessandro camilloD’ALESSANDRO REPLICA AL CENTRODESTRA

SU RICHIESTA CONSIGLIO REGIONALE STRAORDINARIO SUI TRASPORTI

Più che un Consiglio regionale straordinario ci vuole una faccia straordinaria per parlare di trasporti da parte del centrodestra, lo stesso centrodestra che aveva fatto fallire Arpa, portato al collasso le tre ex società pubbliche non realizzando la società unica e consentito stipendi d’oro ai dirigenti delle partecipate del settore, il tutto condito da 8 milioni di penalità sui trasferimenti che lo Stato non ci riconosce proprio grazie alla gestione precedente.

Il disastro è scritto nelle carte e riguarda il trasporto pubblico locale, ma se volessimo affrontare anche altri temi non basterebbe una faccia straordinaria: ce ne vorrebbero molte per ritenere di avere il diritto alla critica. Per esempio: le leggi di finanziamento della Saga elaborate dal centrodestra sono state tutte impugnate e dichiarate decadute a seguito del giudizio della Corte Costituzionale, le nostre mai.

Hanno avuto tutto il tempo per ricontrattare con Ryanair ma non lo hanno fatto, lasciandoci un contratto di fatto in scadenza, con una strettissima possibilità di manovra che invece era molto più ampia in altri momenti.

Se poi alla fine vogliono parlare di porti - oltre a non essere riusciti ad avviare i dragaggi di Ortona, Vasto e Pescara - mentre oggi come Tarzan si aggrappano alla liana della polemica sulla collocazione con Civitavecchia, quando c’erano loro non l’hanno neanche immaginato. Come sempre, ben vengano i Consigli straordinari perché straordinaria sarà la loro brutta figura.

Camillo D’Alessandro, consigliere delegato ai Trasporti

chiodi gianni 08Comunicato del capogruppo Forza Italia (Regione Abruzzo) Sospiri su presentazione richiesta Consiglio regionale straordinario e urgente sul dramma dei trasporti

È stata protocollata e depositata ieri mattina la richiesta di convocazione di una seduta urgente e straordinaria del Consiglio regionale sul dramma dei Trasporti che ormai l’Abruzzo sta vivendo: un aeroporto praticamente chiuso, con l’addio prima di Ryanair e ora di Alitalia; lo sviluppo delle linee ferroviarie ferme al palo; Tua che non funziona; e, dulcis in fundo, l’ennesima mannaia, ossia i nostri porti destinati a essere schiacciati dall’Autorità portuale di Ancona dopo che il Governo Renzi, con il Ministro Delrio, amico del Presidente D’Alfonso, ci ha rifiutato il passaggio con l’Authority del Lazio. Ormai siamo al disastro totale e dobbiamo capire come subentrare a un Pd incapace per arginare i danni e fermare la deriva”. Lo ha detto il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri che ha depositato l’istanza, indirizzata al Presidente del Consiglio regionale Di Pangrazio e sottoscritta dai consiglieri di centro-destra Mauro Febbo, Giorgio D’Ignazio, Paolo Gatti, Gianni Chiodi ed Emilio Iampieri.

Temevamo la doccia fredda e puntuale è arrivata – ha affermato il Capogruppo Sospiri -. Mentre il Governatore D’Alfonso ha trascorso mesi a sbandierare le sue presunte amicizie ‘romane’ con questo e quel Ministro, gli stessi Ministri hanno continuato a mostrare assoluta indifferenza per l’Abruzzo e le sue realtà, e non hanno risparmiato colpi contro la nostra economia completamente massacrata. Quando, nelle scorse settimane, il Governo ha ufficializzato il passaggio dei porti abruzzesi sotto il governo dell’Authority di Ancona, abbiamo capito che la frittata era fatta, colpa della nostra assenza di autorevolezza ai tavoli romani, perché il Pd e il Presidente D’Alfonso non hanno, evidentemente, alcuna voce in capitolo e subiscono passivamente qualunque determinazione disposta dal loro Governo Renzi. Ma subito il Governatore con il fedele consigliere D’Alessandro ci hanno smentito, gettando acqua sul fuoco e preannunciando la rettifica del provvedimento che avrebbe visto Pescara passare con l’Authority del Lazio. Ovviamente alla vigilia di Pasqua, altra riunione decisiva, è arrivata la smentita del Ministro Delrio: il provvedimento non si cambia, l’Abruzzo resta sotto Ancona che dovrà decidere dello sviluppo dei porti di Pescara e Ortona, dovrà decidere le nostre ‘vocazioni’, le opere di sviluppo, e anche gli eventuali finanziamenti disponibili. Una follia totale: Pescara e Ortona non possono essere schiacchiate e sottomesse all’Autorità marchigiana che, inevitabilmente e logicamente non avrà alcun interesse a seguire lo sviluppo della portualità abruzzese. Il che si tradurrà nella nostra fine completa, l’ultima ciliegina sulla torta di una politica abruzzese in tema di trasporti che fa acqua da tutte le parti e che oggi è ormai alla catastrofe. In pochi mesi l’intero settore si sta letteralmente sgretolando: l’aeroporto sta vivendo il suo periodo peggiore, prima con la fuga di Ryanair e oggi persino di Alitalia, colpa, anche in questo caso, della nuova governance regionale e della Saga, completamente assenti e incapaci di partecipare e di gestire qualunque tavolo di mediazione e di dialogo istituzionale. Con la Tua, la nuova società del Trasporto pubblico urbano, che ha maldestramente assorbito Gtm, Sangritana e Arpa, si stanno purtroppo realizzando tutte le nostre fosche previsioni, con bilanci in fortissima difficoltà, visto che solo Gtm era in attivo, e una politica sul personale disastrosa. Per non parlare dello sviluppo delle linee ferroviarie: dopo decine di incontri con i vertici di Ferrovie dello Stato, il Governatore D’Alfonso non ha saputo superare la fase delle chiacchiere, ovvero non un cantiere è partito, tutto è fermo al palo. Sicuramente il 2016 è l’anno nero per i Trasporti abruzzesi, ma è evidente che non possiamo accettare tale situazione in maniera supina: il Governatore ci deve delle spiegazioni, le deve a tutti gli abruzzesi e soprattutto deve dire cosa intende fare per arginare i danni fin qui messi in cantiere. Ieri mattina, come preannunciato, abbiamo richiesto la convocazione della seduta urgente e straordinaria del Consiglio regionale, con il seguente ordine del giorno: ‘Impegni della Regione Abruzzo affinché le infrastrutture portuali, l’aeroporto d’Abruzzo, le tratte ferroviarie e la Società Unica Abruzzese di Trasporto (Tua) siano rilanciati’. Nella seduta chiederemo conto di quanto fatto sino a oggi e soprattutto cercheremo di capire quale strategia dovremo attuare per arginare le lacune del Presidente D’Alfonso”.

Pescara, 30.03.2016

Capogruppo Forza Italia

Regione Abruzzo

Lorenzo Sospiri