rubriche varie

pescara foto aerea 231012 serv 09

Un aiuto concreto dal Comune di Pescara per sostenere la ripresa dei consumi e la fiducia dei consumatori. E' la richiesta che arriva da Confesercenti Pescara con il presidente Fava, che commenta gli ultimi dati Istat che segnalano cifre positive con livelli che non venivano toccati dal 2003.

Ma andando ad analizzare i dati nel dettaglio, l'associazione di categoria sottolinea come ci sia ancora un grosso gap fra i valori della grande distribuzione e piccoli esercizi commerciali.

Proprio per questo, Confesercenti chiede all'amministrazione comunale di interviene concretamente per la realizzazione del Centro Commerciale Naturale.

abruzzo

Sull’allarme tumori dell’Oms su carne rossa e lavorata, interviene il presidente regionale della Cia Di Zio: “In Abruzzo i consumi sono la metà rispetto soglia rischio.

Il presidente regionale abruzzese della Cia, Mauro Di Zio, interviene sul tema della sbandierata cancerogenicità delle carni conservate e delle carni rosse per invitare ad affrontare il tema con il giusto e necessario equilibrio. “A tal proposito – osserva – non si puo’ e non si deve sottovalutare, ad esempio, come l’Italia abbia comportamenti alimentari virtuosi grazie alla dieta mediterranea ed al fatto che da noi i consumi di carne sono la meta’ rispetto alla soglia di rischio. A tutto cio’ va aggiunto, sia chiaro, l’alto livello qualitativo della zootecnia italiana”.

pescara citta

Se l’Anas fosse intervenuta riparando la profonda lesione che si era aperta sul manto stradale dell’asse attrezzato, la condotta fognaria di via Raiale non  si sarebbe sbriciolata. Molto in sintesi è questo il succo della conclusione dei periti incaricati di stilare un resoconto tecnico sulla sorte spettata alla condotta fognaria a due passi dal cementificio di Pescara. Un crollo, inoltre, inevitabile, a giudicare dalle infiltrazioni d’acqua nei muri di sostegno della condotta e dell’asse, infiltrazioni diventate negli anni critiche e pericolose. Era il 6 aprile quando parte della carreggiata dell’asse attrezzato, direzione Pescara, venne giù trascinato dal cedimento della condotta fognaria sottostante: non vi furono morti o feriti solo perchè il crollo si verificò in un giorno di festa ( era Pasqua) e a quell’ora tarda ( erano le 22.30 circa)  non transitavano molti veicoli. Conclusioni quelle del perito incaricato dal Tribunale di Pescara che ora chiamano direttamente in causa l’Anas e il Comune, escludendo invece eventuali responsabilità dell’Aca.

mal di testa

Il bullismo a scuola e sui social network, insieme con le continue liti tra genitori, lavora come un maglio sulla mente di adolescenti (12-15 anni) facendo insorgere mal di testa (cronici e non) che mandano in pezzi il rendimento scolastico, minano il sonno e alterano seriamente l’equilibrio psicofisico. Un fenomeno allarmante e in continuo aumento che emerge dall’unico ambulatorio in Abruzzo dedicato alla cefalee dell’eta’ evolutiva (0-18 anni) – situato all’ospedale San Salvatore di L’Aquila e diretto dalla prof.ssa Elisabetta Tozzi – che fa capo al centro regionale di riferimento della disciplina guidato dal prof. Antonio Carolei. I soprusi consumati tra alunni nelle aule didattiche e i conflitti tra padre e madre sono l’esplosivo cocktail che il centro emicranie in eta’ pre - adulta dell’Aquila ha rilevato in circa il 20% dei circa 800 pazienti visitati ogni anno.

teramo corso 110313 rep 05

Il Procuratore Capo Guerriero, il Sostituto Scamurra, il Direttore Regionale e il Direttore Provinciale Inps, hanno illustrato le finalità dell’intesa “che non punta il dito sui piccoli imprenditori,  i quali hanno problemi a causa della crisi, ma contro coloro che, regolarmente, si appropriano dei contributi dei dipendenti” . Inoltre il protocollo, presentato ed a cura della Procura di Teramo e dell'Inps, ha l’obiettivo di “razionalizzare la grande mole di informative di reato ed evitare così sprechi di risorse in due enti che hanno carenze di personale”.

La meta è quella di  garantire un’efficace azione repressiva dei  “grandi evasori” richiedendo all’INPS uno sforzo ulteriore di razionalizzazione delle segnalazioni ed accorpamento delle notizie di reato per nominativi.