rubriche varie

SNAM : I COMITATI IN AUDIZIONE IN REGIONE SUL

PROBLEMA DELLA CENTRALE E DEL METANODOTTO

I Comitati cittadini per l'ambiente hanno chiesto al Presidente della Commissione Territorio della Regione, Pierpaolo Pietrucci, di essere auditi prima della riunione della Commissione stessa, convocata per le ore 21 di questa sera a L'Aquila. La segreteria del Presidente Pietrucci ha comunicato che la richiesta è stata accolta.

La Commissione ha, all'ordine del giorno, l'esame e il voto in merito alla risoluzione sulla centrale di compressione Snam di Sulmona e metanodotto "Rete Adriatica". Il voto della Commissione sarà espresso con i poteri del Consiglio, quindi il documento non dovrà tornare in Consiglio regionale.

La Commissione è stata convocata tenendo presente l’incontro – molto probabilmente decisivo - che domani venerdì 13 novembre si terrà a Roma presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri sul problema della centrale di compressione che la Snam intende realizzare a Sulmona in località Case Pente.

Con la risoluzione si impegna il Presidente Luciano D'Alfonso e la Giunta Regionale a confermare e sostenere in tutte le sedi istituzionali la posizione di assoluta contrarietà all'opera  unitaria (metanodotto e centrale), così come espresso attraverso 6 deliberazioni adottate dalla Giunta Regionale. Si chiede, pertanto, che vengano mantenute le negazioni delle intese già espresse e di negare l'intesa anche a eventuali centrali di compressione con alimentazione diversa da quella a gas.

Con la risoluzione, inoltre, si impegna  il Presidente e la Giunta regionale ad ottenere dal Governo l’immediata e  piena attuazione della risoluzione della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati che ha stabilito l'attivazione di un tavolo istituzionale per lo studio e la individuazione di soluzioni alternative, sia per la centrale che per il metanodotto, in ogni caso al di fuori della dorsale appenninica.

I Comitati auspicano che la risoluzione venga accolta con il voto favorevole di tutti i gruppi Consiliari,  in coerenza con tutti gli atti finora adottati dal Consiglio regionale d'Abruzzo, attraverso 4 risoluzioni e 4 leggi.

E' più che mai necessaria l'unità delle istituzioni e dei cittadini per difendere il territorio dalla imposizione autoritaria di scelte e progetti non condivisi e che sono in aperto contrasto con la vocazione naturale dell'Abruzzo, Regione Verde d'Europa.

Sulmona, 12 novembre 2015

Comitati cittadini per l’ambiente

Info: Mario 3339698792 – Antonio 3407066402 – Giovanna 3284776001

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. http://sulmonambientewordpress.com/

augustodibastiano

Il fascicolo sanitario elettronico è realtà, è stato pubblicato inGazzetta Ufficiale il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri contenente il regolamento per l’attuazione del fascicolo sanitario elettronico

Sulla G.U. n. 263 dell’11 novembre 2015 è, infatti, stato pubblicato il D.P.R. 29 settembre 2015, n. 178,recante il regolamento in materia.

Prende il via oggi il Fascicolo Sanitario Elettronico.Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha firmato il regolamento inserito nel quadro della nuova Sanità Digitale.

Il fascicolo sanitario elettronico è l’insieme di dati e documenti digitali di tipo sanitario e socio-sanitario generati da eventi clinici presenti e trascorsi, riguardanti l’assistito, che ha come scopo principale quello di agevolare l’assistenza al paziente, offrire un servizio che può facilitare l’integrazione delle diverse competenze professionali, fornire una base informativa consistente, contribuendo al miglioramento di tutte le attività assistenziali e di cure. A riferircelo il "Centro Giuridico del Cittadino", presieduto da Augusto Di Bastiano (nella foto).

bicicletta

Anche chi ama la bici non può non ammettere che spesso, chi conduce questo storico e splendido mezzo a due ruote, onorato da uno sport internazionale seguitissimo come il ciclismo, non segue le norme dello stare in strada come Dio comanda e, se il pedale avrà le sue regole, è pure giusto, che chi guida la bici non intralci il traffico occupando metà corsia della strada, impedendo alle auto di girare laddove c'è il semaforo, è giusto che non passi sui tratti dedicati ad auto e pedoni e non inveisca contro chi protesta per queste mancanze. Ci si deve rispettare tutti e, se l'automobilista non deve prevalere sul ciclista, è vero pure che quest'ultimo deve osservare le stesse buone norme del vivere civile.

avezzano

Piccoli accampamenti vicino ai supermercati e davanti agli uffici: qualche volta, nella Marsica, compaiono, o spuntano, come funghi, nelle vicinanze delle ricorrenze festive. Molti sono coloro che chiedono le elemosina creando "capannelli a terra" ed estendendosi sul marciapiedi come se vendessero qualcosa, inscenando "bancarelle" che, in realtà, non sono tali.

Chiediamo l'intervento, a riguardo, delle Autorità.

avezzano

Ad Avezzano, in prossimità di cantieri aperti, come nel caso del carico e scarico delle merci, spesso le segnalazioni non ci sono affatto o vengono effettuate in modo troppo ravvicinato al cantiere stesso e le auto, in curva, in prossimità di uno snodo stradale, sitrovano ad essere handicappate nel transito, con il rischio di invadere la corsia opposta, generando incidenti. Poichè il fatto si verifica spesso, in diversi casi e in ogni stagione, lo segnialiamo a Chi di competenza.