ospedale pescara due

VASTO: PRIMARIO SI UCCIDE IN CARCERE DOPO L'ARRESTO

- Si è tolto la vita questa notte nella sua cella del carcere di Vasto, Sabatino Trotta, 55 anni, dirigente del dipartimento di Salute
Mentale della Asl di Pescara, ex candidato di Fratelli d’Italia alle regionali del febbraio 2019.
Il gesto estremo sarebbe avvenuto mediante impiccagione, intorno alle 23.30.
Trotta,era stato arrestato ieri nell’ambito dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Pescara, coordinata dal procuratore capo
Anna Rita Mantini, sulla presunta gara pilotata per la gestione di residenze psichiatriche extra ospedaliere, del valore complessivo
di oltre 11.3 milioni di euro.
L’uomo era stato portato al carcere di Vasto per trascorrere un periodo di isolamento, in applicazione delle norme anti contagio per
i nuovi detenuti.
E' morto malgrado il tempestivo intervento della polizia penitenziaria e dei medici del 118.
Del fatto è stata informata la procura di Vasto.