Cronaca

canistro santa croce

Sindacati e lavoratori della Santa Croce di Canistro, hanno deciso in un’assemblea, di proclamare altri sette giorni di sciopero con presidio dello stabilimento: la mobilitazione era iniziata tre giorni fa, quindi lo stabilimento dove si imbottiglia l’acqua minerale distribuita in tutta Italia, rimarrà bloccato per dieci giorni. Le maestranze sono scese in piazza dopo che la mancata intesa sindacale ha ufficializzato i termini delle procedure di mobilità: infatti, a partire dal 21 novembre prossimo, a meno di clamorosi eventi, la società Santa Croce potrà licenziare i 75 lavoratori, di cui una cinquantina da tempo in cassa integrazione.

vesuvius

Continua la mobilitazione della politica sarda per una soluzione positiva della vertenza Vesuvius. Come annunciato una settimana fa, l’eurodeputato del Ppe Salvatore Cicu ha chiesto alla Commissione Europea un incontro bilaterale. L’obiettivo, spiega, “discutere su quali siano le procedure da avviare per evitare la chiusura degli impianti sardi ed abruzzesi”. Un mese e mezzo fa la multinazionale ha comunicato di voler fermare entro il 31 dicembre i due impianti di Macchiareddu e Avezzano, lasciando a casa i 186 dipendenti. Ora, nello specifico, Cicu ha chiesto un incontro con i Commissari Jyrki Katainen (Occupazione, crescita, investimenti e competitività), Elbieta Biekowska (Mercato interno, industria, imprenditoria e PMI) e Marianne Thyssen (Occupazione, affari sociali, competenze e mobilità dei lavoratori). “Un incontro, questo, che potrebbe avvenire già entro la prima metà di novembre”.

municipio avezzano

Tante sono state già le richieste avanzate da giovani e meno giovani per entrare a far parte del mondo Mc Donald’s e per lavorare punto ristoro che a breve aprirà alle porte della città.

I manager della catena di fast food selezioneranno in piazza i 32 dipendenti che dovranno poi seguire un corso di formazione per poter essere pronti a lavorare non appena la struttura di via Roma sarà terminata.

tribunale az

Non c'era in tribunale per il rito direttissimo dopo che era stato messo ai domiciliari a seguito di un tentato investimento nei confronti di un miliare al posto di blocco. Ora è latitante. Si tratta di Yacine Dahhak, il giovane marocchino che era alla guida. I due che erano con lui, Mohammed Oukabli e Mohammed Ejemel, hanno ottenuto l’obbligo di firma. Lo ha stabilito il giudice del Tribunale di Avezzano,Stefano Venturini che ha anche disposto l’arresto per lo straniero che guidava, ma ora ha fatto perdere le sue tracce. I tre erano stati arrestati dopo un inseguimento per aver tentato di investire un militare e per aver forzato il posto di blocco a bordo di un’auto rubata.

scurcola marsicana 110712 02

Nuovo servizio di trasporto navetta per le visite ai cimiteri di Scurcola e Cappelle dei Marsi.

Il comune di Scurcola Marsicana ha approntato questo servizio in aiuto delle persone anziane o con difficoltà motorie, anche in considerazione del fatto che sia il cimitero di Scurcola che quello di Cappelle, sono distanti rispetto al centro abitato e la via Tiburtina rende anche rischioso recarvisi a piedi. "Il servizio partirà il 2 novembre, con l’intenzione di farlo diventare un probabile appuntamento mensile fisso", fanno sapere ancora dal comune.