soldi

E’ mistero circa una importante somma di denaro sequestrata dal tribunale di Avezzano, in merito a presunti ammanchi in una banca. Le indagini, coordinate dalla procura di Avezzano, avevano portato al sequestro di circa 600mila euro. Tutto era cominciato dopo la morte sospetta del dipendente di una banca di Ortucchio, che avrebbe prelevato nel tempo del denaro in modo illecito.

Il magistrato, dopo le indagini, ha quindi sequestrato 600mila euro a una coppia di imprenditori di Pescina. La tesi è che si tratti proprio del denaro prelevato dall’istituto di credito.

Ciò ha portato, secondo quanto diffuso alla stampa, a una richiesta di dissequestro avanzata dal legale degli imprenditori. Essi sostengono, infatti, che quei fondi siano frutto dei propri investimenti e risparmi.

Ma gli avvocati della banca affermano, invece, che si tratta di soldi provenienti da sottrazioni effettuate nel tempo dal dipendente.