Cronaca

abruzzo provincie

Presto in Abruzzo scuole più sicure, moderne ed efficienti: in arrivo nuovi fondi per l’adeguamento antincendio di 17 istituti.

Grazie ai nuovi fondi previsti nell’ambito del “Piano triennale regionale” per l’edilizia scolastica 2018/2020, diciassette nuovi edifici abruzzesi verranno adeguati alla normativa antincendio. Gli interventi si aggiungeranno ai primi ventuno già deliberati lo scorso 9 novembre dalla giunta regionale.

I termini per la presentazione delle istanze sono stati riaperti, dando così ai comuni abruzzesi la possibilità di utilizzare nel migliore dei modi le risorse assegnate dal Miur alla Regione.

aeroporto pescara

Tra alcuni giorni sarà inaugurato l’info point del Comune di Pescara all’interno dell’aeroporto d’Abruzzo. Si tratta di una vetrina per far conoscere bellezze ed eventi della città adriatica e dell’intero territorio provinciale.

E’ quanto ha annunciato oggi alla stampa l’assessore comunale al Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi.

Il punto informativo del Comune di Pescara  si trova al piano terra dell’aeroporto d’Abruzzo dove transitano ogni giorno circa 2 mila persone e quindi avrà una funzione strategica.

san martino ball

 

È confermata la chiusura dello stabilimento di San Martino sulla Marrucina entro fine anno e si impegna a supportare i propri dipendenti con varie misure. L’azienda si impegna comunque a continuare la produzione di lattine nel 2019 e oltre. Per quanto riguarda i 70 dipendenti, la cui procedura di licenziamento scade il 25 dicembre, la Ball fa sapere che sta cercando attivamente diverse opportunità di lavoro in altre strutture del gruppo

99 cannelle

Insediato il nuovo capo della Squadra Mobile della Questura dell’Aquila, il vice questore aggiunto della Polizia di Stato; si tratta di Marco Mastrangelo, che andrà a sostituire nell’incarico il vice Questore Tommaso Miglio che frequenta la scuola di alta formazione presso la scuola di perfezionamento per le Forze di Polizia di Roma.

anas logo

Taglio dei filari di pini che da decenni segnavano la strada della Piana delle Cinque Miglia non è un caso isolato. In questi giorni l’ANAS e altri enti proprietari/gestori di arterie stradali stanno procedendo ad abbattere alberate stradali poste lungo le arterie di loro competenza con il presupposto obiettivo di migliorare la sicurezza degli automobilisti.

Questi interventi hanno un’origine lontana. Si basano sull’interpretazione letterale del codice della strada e del relativo regolamento di esecuzione e di attuazione, che vietano, sulle strade extraurbane, di piantare alberi sulle fasce di rispetto per una distanza di 6 metri dal ciglio stradale. In effetti la norma vieta i nuovi impianti, non dicendo nulla su quelli esemplari esistenti, ma dalla sua approvazione è stato un susseguirsi di tagli massivi indiscriminati.