Politica

tordera rinaldo 110311 rep 07

Nonostante gli inviti a soprassedere alla nomina del nuovo Direttore Sanitario di ASL in sostituzione della Dottoressa Maria Teresa Colizza,, il Manager della Azienda Sanitaria Locale1 Sulmona – Avezzano – L'Aquila, Rinaldo Tordera (sopra), mantiene un burocratico silenzio.

Non è una questione di persone candidate alla posizione, ma di opportunità e di tempi.

Infatti, se così fosse, unitamente alla predisposizione degli atti per il rinnovo dei Direttori di Dipartimento, Tordera ipotecherebbe le strategie dell'Azienda sanitaria ben oltre la scadenza del mandato di Direttore generale, invadendo un terreno non suo, quello dell'indirizzo politico, che opportunità e buonsenso consiglierebbero in questa fase corressero in parallelo con le rappresentanze che emergeranno dalle imminenti elezioni regionali, a meno di non voler considerare tali forzature come una forma di “captatio benevolentiae” in proiezione post elettorale, in ossequio a suggeritori politici che nel cambio di casacca hanno già dato prova di se.

Forza Italia, congiuntamente agli alleati, condurrà la sua battaglia in ogni sede legittimata per impedire il consumarsi di colpi di mano dell'ultima ora.

L'Aquila, 4 gennaio 2019

Maria Luisa Ianni

Capogruppo Forza Italia

Comune L'Aquila

de matteis giorgio 291012 rep 01

Verifica di giunta, al comune dell'Aquila, dopo le regionali, anche se finora “il bilancio è sostanzialmente positivo”, con l'auspicio che sul candidato governatore, Marco Marsilio, si ricompattino anche le fronde critiche, come quella teramana di Fratelli d'Italia e con l'impegno a riportare l'aquilano, Luca Ricciuti, in Consiglio regionale.
E' quanto dichiara il capogruppo di Fdi in Consiglio comunale all'Aquila, Giorgio De Matteis (sopra, nell'immagine).
E annuncia l’appoggio alle prossime elezioni del 10 febbraio, all’ex consigliere regionale di FI, Ricciuti, bocciando la candidatura in Fdi dell'attuale vice sindaco dell’Aquila, Guido Liris, per oltre 10 anni iscritto a Forza Italia, che, nonostante la rottura con il partito di Berlusconi, non ha ancora ufficializzato né l’uscita né l’ingresso in Fratelli d’Italia, un'operazione, questa, che vedrebbe come "regista" il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi. Mentre il partito di Berlusconi si sta rafforzando in Abruzzo, nella provincia dell'Aquila, dopo la fuoriuscita dei 5 consiglieri in comune, sorgono le difficoltà di poter presentare una lista “competitiva” a sostegno del candidato presidente per il centrodestra, Marco Marsilio; ciò appare difficile, soprattutto, come sostengono alcuni iscritti, per il fatto che la lista stessa possa essere stata pensata solo per il consigliere uscente forzista (se ricandidato), Emilio Iampieri.

marsilio meloni

Il candidato presidente alla Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha accompagnato questa mattina il presidente nazionale di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni (sopra), lungo una passeggiata alla foce del fiume Saline, a Montesilvano, per sottolineare lo stato di emergenza che attanaglia la regione Abruzzo in tema di ambiente. Un fiume che è simbolo dell’inquinamento e della mancata operatività della classe politica di centro-sinistra in questi ultimi anni. Di fronte a una vasta platea di simpatizzanti e sostenitori Giorgia Meloni e Marco Marsilio hanno messo in evidenza le priorità su cui intervenire una volta alla guida della Regione Abruzzo.

I temi dell’ambiente sono fortemente collegati alla vita quotidiana degli abruzzesi. Industrie e turismo si difendono solo attraverso un’adeguata politica ambientale, tesa a evitare quanto accaduto in questi anni, garantendo invece un ecosistema a misura d'uomo”, ha ribadito Marco Marsilio.

Lo stesso Marsilio è quindi tornato, a 48 ore dalla fine dell’anno, ad affrontare la questione dei pedaggi autostradali. “Rinnovo invito al ministro Toninelli di provvedere con urgenza a sospendere gli aumenti dei pedaggi delle autostrade A24 e A25.

ranieri gianluca


“Morti prima della fine. Non hanno più i numeri neanche per aprire i lavori del Consiglio Regionale e alle 15:30 viene riconvocata una conferenza dei capigruppo per decidere sulla nuova data del consiglio che sarà l’ultimo giorno utile ovvero il 31 dicembre dalle 9 alle 14. Un tentativo disperato quello del presidente Lolli di raccimolare entro il 31 qualche pezzo della maggioranza che permetta a questa legislatura di finire con l’approvazione del bilancio. Una maggioranza che non c’è mai stata, un governo regionale creato sulla base di liste civetta che hanno tenuto sotto ricatto prima il Presidente D’Alfonso, oggi il Presidente Lolli e, qualche maligno nei corridoi vocifera, tiene già sotto ricatto il candidato sfavorito Legnini. Crediamo che l’Abruzzo meriti molto di più di questi giochini di potere che tutto tengono in considerazione tranne il bene dell’Abruzzo e degli abruzzesi che lo abitano”. Così Sara Marcozzi, Pietro Smargiassi, Domenico Pettinari, Gianluca Ranieri (sopra) e Riccardo Mercante, consiglieri regionali del M5S Abruzzo.

iampieri emilio 240111 rep 01

Si susseguono gli incontri dei vari partiti per la scadenza delle presentazioni delle liste e dei candidati presidenti, prevista per il 12 gennaio 2019, in vista delle elezioni del 10 febbraio prossimo. Per quanto riguarda le candidature a presidente, rimane da decidere quella di Fabrizio Di Stefano, ancora indeciso sul da farsi. Intanto si inaspriscono le polemiche all'interno di Forza Italia, in provincia dell'Aquila, dopo le note vicende verificatesi in comune, al capoluogo di regione, all'interno del gruppo azzurro e per la confermata candidatura a consigliere regionale, nelle liste di Forza Italia, dell'ex assessore Annalisa Di Stefano, estromessa dalla giunta Biondi. Sembrerebbe che il malumore dei sostenitori del partito di Berlusconi nasca dalla contestazione in merito alla lista provinciale di Forza Italia, che pare stia per essere "cucita", su misura, per il consigliere uscente, Emilio Iampieri (sopra).