Cronaca

chieti città 010613 rep 05

Lunghe code al Cup, il centro unico di prenotazione, dell’ospedale di Chieti dove i millecinquecento assistiti del medico di base Marcello La Rovere, andato in pensione per limiti di età, devono decidere il suo sostituto. Solo quaranta nuclei familiari ogni giorno possono ottenere l’autorizzazione e quindi al Cup del vecchio “Santissima Annunziata” si formano lunghe code e i pazienti è il caso di dire, in fila per ore, perdono la pazienza e si lamentano.

scafa

Un provvedimento obbligato quello del sindaco di Scafa Maurizio Giancola a seguito dei sopralluoghi sugli edifici scolastici, tenuto conto dei lavori di ristrutturazione sulla struttura di Corso Primo Maggio ed il progetto di realizzazione di un nuovo plesso per i bambini della Primaria. Una soluzione momentanea, a detta del sindaco, quella di trasferire a Decontra i piccoli della Materna in un edificio dichiarato perfettamente agibile; mentre per quanto concerne i ragazzi di Elementari e Medie soluzione un po' più complicata ma nell’arco di un tempo più breve, quella di trasferirsi per il momento nell’edificio di Turrivalignani, dove è stato già raggiunto un accordo con il sindaco Luigi Canzano, con turni anche pomeridiani.

casoli

Chiude l’azienda Cometa di Casoli, 38 licenziati. I sindacati denunciano, il mercato non ha offerto acquirenti per garantire la sopravvivenza dell’azienda frentana. A conclusione della procedura di mobilità avviata il 19 febbraio scorso, l’azienda metalmeccanica di Casoli ha ufficializzato ai sindacati la decisione di chiudere. Da ieri sono partire le lettere di licenziamento.

pescaraponte

 

Taglio alberi Pescara, rinviato il sopralluogo con il Sindaco. Dopo un’attesa di 4 ore in Via del Santuario, con scene surreali dei tecnici comunali che cercavano disperatamente un’ ancora di salvataggio percorrendo più volte la strada dei colli per la conta delle piante censite.

Ma i numeri e le denunce parlano chiaro, affermano i rappresentanti del Comitato Salviamo gli Alberi di Pescara in una nota. Qualche albero che non era da tagliare non ci sarebbe più.

canistrotre

Sono nove gli studenti di Canistro, quattro della scuola secondaria di primo grado e cinque di quella di secondo grado, premiati dall’amministrazione comunale con una borsa di studio di merito proprio alle porte del nuovo anno scolastico.

A salutare i brillanti studenti, che hanno ricevuto il riconoscimento dai rappresentanti dell’amministrazione comunale del centro rovetano e dalla vicepreside dell’Istituto Comprensivo “Enrico Mattei”, Franca Lucidi, molti concittadini.