Cronaca

 terremoto sismografo

Scossa di Terremoto alle 19,11. Avvertita distintamente nel chietino e in altre zone dell’Abruzzo, come Teramo e nell'aquilano.

L’epicentro è in Umbria tra Terni e Perugia. La magnitudo è di 5.4 con profondità di 10 km. La scossa tellurica è stata sentita distintamente anche nella nostra regione, dove in alcuni casi la gente è scappata in strada.

chieti città 010613 rep 10

Per poter effettuare le operazioni di smontaggio e ricarico delle giostrine posizionate in P.le Ramelli, a Chieti, il comandante della polizia locale ordina la sospensione temporanea della circolazione veicolare in V.le lV Novembre, per i veicoli provenienti da Piazza Trento e Trieste e per quelli in sosta che dovessero riprendere la marcia veicolare, per i giorni 26 e 27 ottobre, tra le 5,00 e le 6,00, orario mattutino, al termine di ciascuna giornata dei lavori di smontaggio e ricarico delle strutture di cui in premessa, durante il transito dei veicoli adoperati, in modo contrario al senso di marcia veicolare, con utilizzazione di almeno di due movieri muniti di apposita paletta.

cimitero

Poiché molte saranno le persone che, nei giorni 1° e 2 novembre prossimi, in occasione della Commemorazione dei Defunti, come di consueto, si recheranno anche al cimitero di Chieti, il comandante della polizia locale, per disciplinare l'intenso traffico, ordina l'istituzione del divieto di sosta con rimozione in Via Valignani, nel tratto compreso tra l'intersezione con Via Rapino e p.le S. Anna, sul lato destro direzione P.le S. Anna, (sul lato opposto vige il divieto di fermata) dal giorno 30 ottobre al giorno 2 novembre, dalle 7,00 alle 18,00 di ciascun giorno; poi l'istituzione delle seguenti limitazioni, per i giorni 1 e 2 novembre , dalle 7,00 alle 20,00 di ciascun giorno: senso vietato in Via Fieramosca, all'intersezione con Strada per Villamagna, con conseguente senso unico di marcia veicolare direzione P.le S. Anna - Strada per Villamagna.

cane padrone

C’è chi ancora si scandalizza, grida la sua indignazione, a riguardo, e non a torto e ci costringe a riflettere. In molti avranno la sensazione che ad Avezzano, come in altre città, ci sia più attenzione, rispetto e amore per gli animali che per bambini e anziani. Un fatto che dovrebbe stupirci ma che non lo fa più di tanto, purtroppo, vista la crescente tendenza a trasferire sugli animali sentimenti materni e paterni che culminano a volte in vere e proprie manie spesso anche dannose per l'equilibrio psico fisico di cani, gatti e delle stesse persone. Un quattrozampe va rispettato, se si adotta va rispettato e amato, perché dobbiamo prendercene cura: non ci piove. Ma un cane, è un cane. E allora, anche se diverse case produttrici di prodotti specifici sono complici di tanto amore sovente esagerato, forse disturbato, con vestitini, gadget vari e dentifrici (e forse andrebbero condannate per il fatto di assecondare le nostre derive in questo modo poco sano), proviamo a ridimensionare sentimenti e noi stessi: gli animali, che spesso portano nomi umani e qualche volta sostituiscono addirittura i figli, sono amabili, è vero, possono coabitare con i nostri figli piccoli ma vanno controllati, di qualsiasi taglia siano perché, pur amandoli, non saremo mai padroni della loro testa. Ci stiamo fidando troppo, perché troppo li abbiamo umanizzati, ma le cronache, in continuazione, riportano di accaduti raccapriccianti, reiterati, evitabili. Dobbiamo tornare ad essere noi responsabili dei nostri figli ed i nostri amati cani, sono pur sempre, come gatti, pesci e coccodrilli, animali con precisi istinti non condizionabili. Non ci sostituiranno mai, non possono proteggere i nostri cari più deboli. Anzi, spesso capita (e non dovrebbe succedere più) che questi ultimi, tanto importanti per noi, per loro diventino un pasto.

teramo palazzo provincia 110313 rep 04

Continuano per altri sette giorni le opere di costruzione della rotonda di svincolo della Gammarana sul tracciato del Lotto 0, quelli che l'Anas sta realizzando per innestare la viabilità locale della zona dell'Acquaviva a quella di raccordo all'autostrada A24. La concessionaria Strada dei Parchi fa infatti sapere che dal 25 ottobre al 2 novembre, dalle 20 alle 7 di tutte le notti, saranno chiuse al traffico le rampe di uscita dall’autostrada A24 dello svincolo di Teramo Ovest, tanto con provenienza da Roma-L'Aquila che dalla statale 80 da Giulianova, assieme alla rampa d'ingresso in A24 in direzione Giulianova. Si consiglia l'utilizzo dello svincolo di Teramo Est.