Politica

pescara municipio 110812 rep 03GRUPPO CONSILIARE FORZA ITALIA

Comunicato Consigliere Fi Rapposelli su degrado in via D’Ascanio e richiesta sopralluoghi

Erba alta oltre sessanta centimetri, una mini-foresta tra le case con annessa discarica abusiva dov’è possibile trovare di tutto, dalle cartacce alle bottiglie di plastica finanche a sedie in plastica buttate, non fosse mai il Comune ne avesse bisogno per riarredare i giardini cittadini. È la fotografia del degrado inconcepibile di via D’Ascanio, l’asse stradale che collega via Marconi con via Benedetto Croce, un asse stradale ampio, spazioso, aperto dalla precedente amministrazione comunale e dotato di marciapiedi ampi, parcheggi, e spazi verdi oggi invivibili e fonte di insetti e zanzare. Segno dell’incompetenza amministrativa del sindaco Alessandrini e dell’assessore al verde Laura Di Pietro, che probabilmente non sanno neanche dove si trova via D’Ascanio. Forza Italia ha oggi chiesto alle Commissioni competenti di calendarizzare una serie di sopralluoghi a tappeto sulla città per una verifica dei lavori che l’assessore al verde sostiene di aver effettuato e di cui, invece, non abbiamo traccia”. La denuncia è arrivata dal consigliere comunale di Forza Italia Fabrizio Rapposelli.

I cittadini di Porta Nuova-zona stadio sono esasperati – ha sottolineato il consigliere Rapposelli -, trattati da utenti di serie Z: zero servizi, zero attenzioni, zero presenza istituzionale, zero opere pubbliche, visto che non sono state portate a termine neanche quelle già progettate, appaltate, finanziate e affidate dalla precedente amministrazione, come nel caso di via Mazzarino, anzi i fondi sono stati sottratti e non sappiamo neanche che fine abbiano fatto. Ma dopo 22 mesi di giunta Alessandrini ormai è stata cancellata anche la manutenzione ordinaria e questo è troppo: siamo in piena primavera e non un operaio comunale, non una ditta incaricata, si sono visti nella zona per provvedere al minimo sindacale, ovvero allo sfalcio dell’erba. E sono state sufficienti poche settimane di bel tempo per veder crescere delle foreste al posto delle vecchie aiuole, piccole boscaglie in cui proliferano insetti, zanzare, e ratti, come dimostrano i buchi nel terriccio che si intravedono tra quelli che dovrebbero essere fili d’erba, e invece sono dei cespugli selvatici. Non solo: com’è inevitabile, il degrado chiama altro degrado, e ben presto quelle zone verdi si sono trasformate in ricettacolo di rifiuti di ogni genere, in parte abbandonati da incivili, per buona parte trasportati dal vento, rifiuti che però stazionano in quelle aree da settimane, ciò vuol dire che sono settimane che non si vede un addetto della Attiva che provveda a spazzare quelle piazzole di verde, dunque a garantire almeno una pulizia ordinaria, che non può essere eccezionale. Eppure si sapeva: eppure l’assessore al Verde Di Pietro sapeva che, prima o poi, sarebbe arrivata la primavera, sapeva di dover programmare lo sfalcio e la manutenzione ordinaria del verde pubblico, sapeva che a Pescara esiste un quartiere chiamato Porta Nuova che ha il diritto di beneficiare dei servizi essenziali, visto che le tasse si pagano anche qui, sapeva che da mesi avrebbe dovuto affidare l’intervento di bonifica delle aiuole per garantire l’igiene cittadina. Lo sapeva, ma non ha fatto nulla in questi ultimi mesi, salvo programmare dieci cittadini che andassero a recitare poesie sulle panchine di qualche parco. Ma il degrado non finisce qui: sono giorni che i cassonetti di via D’Ascanio non vengono svuotati, e sono giorni che scatole vecchie e addirittura sedie di plastica sono state abbandonate nell’isola ecologica, in bella evidenza, e nessuno si è preoccupato di toglierle, portarle in discarica, e provvedere al lavaggio dell’area, che oggi emana un cattivo odore di rifiuti marci insopportabile. Ovviamente – ha aggiunto il consigliere Rapposelli – già questa mattina ho chiesto alle Commissioni competenti di organizzare un sopralluogo a tappeto per la verifica degli interventi sul verde, con la richiesta urgente delle carte inerenti gli affidamenti firmati sino a oggi e il programma dettagliato dei lavori messi in calendario sino a fine estate, al fine di verificare la copertura di tutta la città. Forza Italia sarà sentinella contro il degrado di Pescara”.

Pescara, 26.04.2016

Consigliere Forza Italia

Comune di Pescara

Fabrizio Rapposelli

de crescentiis antonio 191112 rep 10Usrc e Usra, De Crescentiis: “Appello al Governo per proroga triennale dei contratti”

“La proroga triennale dei contratti dei dipendenti dell’Usrc e dell’Usra,  i due uffici speciali che si occupano rispettivamente della ricostruzione dei Comuni del cratere e del Comune dell’Aquila, costituisce una condizione imprescindibile per garantire la prosecuzione della ricostruzione in modo stabile e con una programmazione certa degli interventi”.

Lo dichiara il presidente della Provincia dell’Aquila Antonio De Crescentiis.

“La richiesta del titolare dell’Usrc, Paolo Esposito, che ha sollecitato le amministrazioni preposte a procedere, come previsto dalla legge di stabilità, ad un rinnovo triennale dei contratti in scadenza il prossimo 2 maggio, va accolta senza indugi, nonostante le risorse disponibili coprano, per ora, il solo primo anno. Toccherà poi  al Comitato interministeriale per la programmazione economica  procedere allo stanziamento delle ulteriori risorse a copertura dei restanti due anni, e per questo rivolgo un appello al Governo affinché dia al più presto indicazioni certe in materia”, sottolinea il Presidente.

“Analogo discorso – evidenzia De Crescentiis – vale ovviamente per l’Ufficio Speciale del Comune dell’Aquila, che vede il titolare Raniero Fabrizi ed i lavoratori, alle prese con lo stesso problema”.

“Non possiamo permettere – conclude De Crescentiis – che il buon lavoro fin qui svolto dagli Uffici Speciali, venga inficiato da scelte che potrebbero comprometterne il livello qualitativo dimostrato in questi anni e provocare un grave rallentamento, se non addirittura un blocco, della ricostruzione, che va scongiurato in ogni modo”.

L’Ufficio Stampa della Provincia dell’Aquila

l aquila palazzo consiglio regionale 291112 rep 04

EMICICLO: LA SETTIMANA POLITICA

(ACRA) – L’Aquila, 26 aprile - La settimana politica dell'Emiciclo si apre domani 26 aprile alle ore 14.30 con la Commissione Speciale sul Fenomeno Migratorio con il Presidente Emilio Iampieri (FI) che relazionerà sui sopralluoghi effettuati nei centri di accoglienza dei migranti dell’Aquila, Pescara, Vasto e Teramo. A seguire l’audizione del Presidente dell’Anci Abruzzo e delle Associazioni degli immigrati della Provincia di Pescara e Chieti. Mercoledì  27 alle ore 10.00 è convocata la Commissione di Vigilanza con all’ordine del giorno una serie di audizioni sul futuro del Ciapi, sugli impegni della Regione Abruzzo per i disturbi dello spettro autistico, sul  servizio trasporti pazienti oncologici, sulla problematiche della designazione dei componenti del Consiglio di Amministrazione dell’ASP n.1 (Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona) della Provincia di Chieti. Sempre mercoledì alle ore 12.00 è convocato il Comitato per la Legislazione per esprimere il proprio parere alle Commissioni, in merito alla formulazione delle clausole valutative e di altre norme di rendicontazione contenute nei progetti di legge. Inoltre, il Comitato discuterà del prossimo ambito legislativo che sarà oggetto di un progetto di riordino e semplificazione normativo. La giornata di mercoledì si chiude alle ore 14.30 con la seduta della Terza Commissione (Agricoltura) che esaminerà il progetto di legge per la conservazione dell' orso bruno marsicano e quello per la definizione delle norme della birra artigianale abruzzese. Infine, verrà discussa la risoluzione a firma di Mauro Febbo (FI) sulla verifica e revoca degli atti intrapresi dal Consorzio di Bonifica Sud. (m.f.)

montesilvano municipio 200812 rep 02

 

18 voti favorevoli, un astenuto. Con questa votazione il consiglio comunale di Montesilvano ha deciso di modificare il regolamento per la gestione dei rifiuti urbani. Disco verde, dunque, dell'assise all'introduzione del sistema di raccolta porta a porta anche per le utenze domestiche, che nel regolamento licenziato dalla precedente Amministrazione era previsto esclusivamente per quelle non domestiche.

Tutti concordi i consiglieri comunali sull'utilità di questo tipo di raccolta sia per il miglioramento del servizio che per l'ottenimento di risparmi economici. 12 voti a favore, 6 astenuti, un contrario per il secondo punto all'ordine del giorno. Il Consiglio ha approvato il piano finanziario per la determinazione delle tariffe per l'applicazione della tassa sui rifiuti.

pescara foto aerea 231012 serv 09

 

Il Tar ha accolto la richiesta presentata dai titolari dell'attività dopo l'ordinanza di chiusura imposta dal sindaco Marco Alessandrini il 2 aprile scorso, a seguito di alcuni malori avuti da dipendenti Attiva che lavoravano nel piazzale attiguo al sansificio.

La società Schiavone Biocalore Srl ha accolto positivamente la notizia, sottolineando come l'ordinanza del primo cittadino sia stata emanata sull'onda della psicosi collettiva riguardante un presunto inquinamento ambientale provocato dal sansificio.