Politica

pescara citta

Pescara: finisce in comune la protesta di Forza Nuova contro il mercatino etnico, ma proseguirà ad oltranza fuori da Palazzo di Città. I militanti hanno lasciato alle 12,30 l'aula commissioni che avevano occupato questa mattina per protestare contro il mancato sgombero delle bancarelle.

L'assessore Cuzzi li ha incontrati e Marco Forconi, coordinatore regionale di Forza Nuova, ha fatto sapere che su alcuni punti c'è intesa, mentre la trattativa si è interrotta quando l'assessore ha confermato la volontà di portare avanti la delocalizzazione del mercatino etnico in altra sede.

teramo municipio 110313 rep 01

Il Piano economico e finanziario della Teramo Ambiente sulla gestione dei rifiuti a Teramo finirà sul tavolo della Corte dei conti. A portarcelo sarà  il consigliere arancione Gianluca Pomante, che crede come questa sia la strada più semplice e sicura per chiarire cosa il Pef nasconda e soprattutto chi ha sbagliato fino a oggi: «Mi rivolgo alla Corte dei conti per chiedere trasparenza - dice Pomante -, visto che sono ormai due anni che veniamo presi in giro sui consuntivi e a questo punto è inutile perdere ancora tempo in commissione dove veniamo puntualmente presi in giro: chiederò alla Corte dei conti, ai magistrati contabili - spiega il consigliere di opposizione - di approfondire i conti della Team».

pennetre

Il silenzio del sindaco di Penne, Rocco D’Alfonso, dipendente del Governatore D’Alfonso, cooptato per un posto nella sua Segreteria particolare, è valso la distruzione dell’ospedale civile ‘San Massimo’ completamente smantellato: via la gestione delle emergenze, via il Pronto soccorso, sostituito da un’autoambulanza attrezzata, via interi reparti, resta una cattedrale nuova, trasformata in poliambulatorio, con una mortificazione spaventosa del personale. Una vergogna che porta la firma del Pd che ha cancellato il diritto alla salute della popolazione vestina, e contro la quale Forza Italia continuerà una battaglia senza tregua”.

Lo ha annunciato il Capogruppo di Forza Italia, alla Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri.

elezioni giugno2016

29 i comuni al voto in tutta la provincia dell'Aquila. Nella Marsica, a Scurcola, contro il sindaco uscente, Vincenzo Nuccetelli del Pd, Nicola De Simone di Forza Italia;

A Tagliacozzo ambienti azzurri confermano l'ipotesi ricandidatura di Di Marco Testa, nel caso, dovrà vedersela con il consigliere Vincenzo Giovagnorio. In campo anche Vincenzo Montelisciani, consigliere comunale di Sinistra, ecologia e libertà. Non è escluso il ritorno dell'ex sindaco Giampietro Pendenza.

Quasi scontata la conferma a Cerchio di Gianfranco Tedeschi del Pd. Gli sfidanti potrebbero essere due avvocati, Americo Casciola, e Pietro Chichiarelli. A Ortucchio, ad insidiare il sindaco uscente Federico D'Aulerio, potrebbe essere il suo ex vice sindaco, Raffaele Favoriti. A Canistro cerca la conferma l'uscente Antonio Di Paolo.

Sandro De Filippis, primario all'ospedale di Avezzano, a Civitella Roveto prova a strappare lo scettro al sindaco uscente, Raffaelino Tolli. Ad Ovindoli l'uscente Pino Angelosante ha deciso di non ricandidarsi, nonostante la legge lo consenta anche oltre i due mandati per i Comuni inferiori ai 3 mila abitanti, e sostiene il suo vice Marco Iacutone. In lizza anche Simone Angelosante.

no powercrop

Soddisfazione dal WWF Abruzzo Montano per il parere negativo espresso dalla Conferenza di Servizi, indetta ieri in Regione per l’autorizzazione della costruzione della centrale a biomasse PowerCrop. “L’istruttoria procedimentale da parte di chi è responsabile è stata condotta con competenza e meticolosità,” – commentano dal Direttivo – “Questa vittoria è frutto del lavoro articolato svolto dalle parti in causa e dell’amore per il Fucino che tutti hanno dimostrato. La politica ha fatto la sua parte, dimostrando di saper incidere sulle dinamiche economiche e sociali dei territori che amministra, i cittadini marsicani sono scesi in campo e hanno fatto sentire la loro voce contraria allo scellerato progetto.” Una nota particolare di merito va riconosciuta, altresì, ad Irma Paris, tecnico ambientale e marsicana come noi, che, a Pescara, con il suo lavoro ha evidenziato la maggior parte degli aspetti critici del progetto PowerCrop.