Politica

 

abruzzo regione logo

La Plenaria delle Regioni e il Convegno sulla Riforma Costituzionale

Una doppia, decisiva sfida si è svolta all’Aquila l’1 e il 2 aprile scorso, fortemente voluta dalla Presidenza del Consiglio Regionale dell’Abruzzo, in coincidenza con il settimo anniversario del terremoto del 2009.

Nel corso della Plenaria, i Presidenti delle Assemblee legislative regionali d’Italia hanno sottoscritto un nuovo “Patto di solidarietà” con la città capoluogo d’Abruzzo.

E L’Aquila ha accolto istituzionalmente le delegazioni regionali nella visita del Centro storico; ha evidenziato la luminosità della sua ripresa anche nell’opera di restauro della Basilica di San Bernardino; con il concerto appositamente offerto dall’Istituto Sinfonico Abruzzese ha mostrato gratitudine per la solidarietà ricevuta e ancora in corso.

I rappresentanti delle Regioni italiane hanno ri-conosciuto una città non “da archiviare”, bensì da narrare ancora per la sua tenacia come “comunità generativa” di cittadinanza, istituzioni, associazioni, imprese, cultura…

Il popolo aquilano e la gente d’Abruzzo sanno – allo stesso tempo – conservare e innovare, trattenere e lasciare, consolidare e creare, in un processo generazionale radicato nella tradizione e delineato su un futuro oltre la crisi.

L’Aquila e l’Abruzzo hanno avuto parole e gesti che hanno contagiato i presidenti delle assemblee legislative delle regioni italiane: hanno stretto relazioni nuove, aperto collegamenti, riannodato vincoli più forti, usando il vocabolario della solidarietà, della sollecitudine, della reciprocità.

Quei principi di prossimità territoriale, rappresentanza di interessi comuni e generali, sussidiarietà ed autonomia locale, sono diventati – nel seminario di studi del giorno dopo – la chiave interpretativa della riforma costituzionale con la quale si sta ridisegnando l’Ordinamento istituzionale: il nuovo Senato delle Regioni, il rapporto tra Organismi centrali e periferici, il ruolo delle Conferenze Stato-Regioni, il sistema di proposta e controllo delle leggi in proiezione europea.

Un doppia sfida di convivenza: memoria della tragicità del terremoto e rinascita di una città, di un popolo; costruzione di un nuovo scenario costituzionale da comprendere nella sua complessità e pienezza.

Due giorni in cui l’Aquila e l’Abruzzo sono stati al centro del pensiero politico-istituzionale, che saprà mobilitare, ancora una volta, energie e iniziative.

Gino Milano, responsabile Segreteria Presidenza del Consiglio Regionale

giulianova panoramica citta 080313 rep 06

Firmata questa mattina nella sede della Regione a Pescara, l'intesa interistituzionale tra il governatore Luciano D'Alfonso e il sindaco Francesco Mastromauro con cui l'amministrazione giuliese ha a disposizione 1,5 milioni di euro per la realizzazione della nuova sede della Compagnia e della Stazione dell'Arma dei carabinieri, che sorgerà nei pressi dell'esistente palazzina alloggi dei militari nel quartiere Annunziata.
«Con questa somma – ha dichiarato il sindaco – verranno avviati nel più breve tempo possibile i lavori. Affinché non si sfori il finanziamento sarà però necessario rimodulare il progetto preliminare approntato dall'Ufficio tecnico comunale».

lanciano tribunale 271213 rep 04 

 

Confrontiamoci per capire” è il titolo dell’incontro, in programma per domani, alle 18, nella ex Casa di Conversazione, in piazza Plebiscito, a Lanciano. Una iniziativa organizzata dal Movimento politico Italia Unica, in collaborazione con la Onlus Ilaria Rambaldi, per parlare del referendum sulle trivelle. Dopo mesi di dibattiti e polemiche il prossimo 17 aprile i cittadini potranno recarsi alle urne per esprimere il proprio parere sull’abrogazione della norma che concede alle multinazionali del petrolio la possibilità di estrarre greggio, entro le 12 miglia dalla costa, fino ad esaurimento dei pozzi.

ospedale teramo

E’ stato rinviato all’undici aprile l’incontro il prefettura a Teramo per discutere sulla situazione dei 46 addetti ai servizi di ristorazione della Asl. Alla riunione di oggi non si è presentato nessun rappresentante dell’azienda sanitaria teramana e quindi è stato necessario un rinvio a lunedì prossimo, 11 aprile, alle 9.30. In settimana le organizzazioni sindacali incontreranno la Pap , la società che ha vinto l’appalto per il servizio che ha comunicato che può riassorbire solo 42 lavoratori degli 88 fino ad oggi utilizzati attraverso una società interinale.

mazzocca mario 020714 rep 03

«È bene non abbassare la guardia, il pericolo di un inceneritore nella piana del Fucino non è stato affatto scongiurato». Questo quanto dichiarato da Giorgio Fedele, portavoce del M5S Avezzano, alla luce della delibazione assunta dalla Giunta Regionale, e in risposta alle dichiarazioni trionfali del sottosegretario Mario Mazzocca (nell'immagine) e dell’assessore Dino Pepe apparse in questi giorni sui giornali.

«Anche grazie ad alcuni giornalisti poco attenti» prosegue Fedele «il sottosegretario Mazzocca ha cercato di buttare fumo negli occhi dei cittadini marsicani, raccontando loro che il Governo guidato dal Luciano D’Alfonso aveva definitivamente messo fine al progetto PowerCrop».