Cultura

palmieri eliseo 261112 rep 08

Venerdì 29 aprile, alle 16,30, nella sala convegni dell'ex Arssa ad Avezzano, si terrà la cerimonia di premiazione della 5^ edizione del Premio nazionale di giornalismo “Angelo Maria Palmieri”. Interverranno il sindaco di Avezzano Giovanni Di Pangrazio, il presidente Fiaba Giuseppe Trieste, il presidente dell'associazione culturale “Angelo Maria Palmieri” Giuliana Marrocco, Stefano Pallotta presidente dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo, Giuseppe Sanzotta, Marco Conti e il professore Francesco Letta, già vice preside del Liceo Classico “Torlonia”.

Fiaba, Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche, cinque anni fa ha istituito il concorso riservato a giornalisti, aspiranti giornalisti, studenti di scuole di giornalismo e studenti universitari.

L’intitolazione del premio ad Angelo Maria Palmieri è un riconoscimento ai valori che hanno contrassegnato la vita del giovane giornalista scomparso a soli trent’anni.

 

 

(Nell'immagine: il giornalista Eliseo Palmieri.)

petroni angelo 041114 rep 03

Le giornate Europee dello Scompenso Cardiaco hanno luogo anche in tutta Italia, dal 1° all'8 maggio, in occasione della settimana dello scompenso cardiaco, con lo scopo di diffondere la conoscenza della patologia, sensibilizzare la popolazione all'attenzione dei sintomi, e ad affrontare le emergenze, per prevenire lo scompenso cardiaco. Il nostro cuore è un bene prezioso, per questo occorre ascoltarlo.

Nell'ambito della settimana dello scompenso cardiaco, domenica 1° maggio, apertura, da parte della Croce Verde, dell'ambulatorio mobile che, insieme con la Casa di Cura "Di Lorenzo", dal 1° all'8 maggio, darà luogo allo screening di prevenzione cardiovascolare gratuito; mercoledì 4 maggio, manifestazione sportiva con l'Avezzano Rugby Giovanile; venerdì 6 maggio, punto itinerante Associazione Italiana Scompensati Cardiaci, con un amblutaorio mobile, poi, alle 17,30, la lezione dimostrativa di Nordic Walking, a cura di Bruno Mosca e, alle 18,30 la "Maratonina del Cuore".

Sabato 7 maggio, alle 11,00 per i ragazzi e alle 20,45 per tutti, al Teatro dei Marsi, la casa di cura "Di Lorenzo" s.p.a., con il patrocinio del Comune di Avezzano, del Consiglio Regionale d'Abruzzo, l'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, l'Università degli Studi dell'Aquila, l'Associazione "A Cuore Aperto", e SIPREC, presenta l'evento "Lo Spettacolo del Cuore – il cuore come non l'avete visto e sentito mai" – "La Medicina Diventa Spettacolo", di Davide Terranova, per la regia di Giulio Businarolo, che sarà presentato da Orietta Spera.

Ingresso Libero.

I biglietti per il Teatro saranno distribuiti fino ad esaurimento, presso l'edicola - punto informativo del Teatro dei Marsi, in largo Pomilio, ad Avezzano, angolo corso della Libertà, via Monsignor Bagnoli.

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

(Nell'immagine: il Dr. Angelo Petroni.)

lanciano tribunale 271213 rep 02


“Tecnologie additive e fabbrica 4.0. La Rivoluzione dell’industria manifatturiera” è il workshop  promosso dalle Consulte Regionali dei Servizi Innovativi di Confindustria Abruzzo e Confindustria Marche che si terrà il 28 Aprile, a partire dalle ore 9.30, a Lanciano (Chieti), presso il Palazzo degli Studi.

san gabriele chiesa

Lunedì 25 aprile il santuario ospiterà il Giubileo dei ministranti e ragazzi missionari della diocesi di Teramo-Atri. Il raduno, che vedrà la partecipazione di adolescenti provenienti da tutte le parrocchie della diocesi di Teramo-Atri, inizierà alle ore 10 con un incontro sul tema “Un mondo di misericordia”. Proseguirà con lavori di gruppo e attività ricreative e si concluderà alle ore 16 con la messa presieduta da Michele Seccia, vescovo di Teramo-Atri e l’affidamento dei ragazzi a San Gabriele.

pescara citta

 

Il 24 aprile del 2015, nonostante l'appello dei cittadini, associazioni ed istituzioni, è stata definitivamente abbattuta l'ex FILANDA GIAMMARIA, a Pescara.

Questa è stata una grave ferita inferta a Pescara, poiché rappresentava uno degli ultimi simboli del lavoro femminile. E', infatti, impossibile visitare l'area della ex filanda senza avere l'immagine di donne, anche adolescenti, che si recavano al lavoro cantando, forti della conquista di un piccolo spazio di libertà, e della consapevolezza che il futuro avrebbe portato loro ulteriori diritti.

Non a caso poco prima della chiusura dello stabilimento, le donne acquisivano il diritto al voto.

Ed oggi, alla vigilia del settantesimo anniversario di tale evento, non possiamo dimenticare questo pezzo di storia ed auspicare che sulle ceneri della Filanda si crei presto la Casa delle Donne ed uno spazio documentale del lavoro femminile.