Cultura

avezzanosisma

Questa sera alle 21,00 circa, dopo i telegiornali, Telesirio trasmetterà lo Speciale sul Terremoto del 13 gennaio 1915, in occasione dei 104 anni dal tragico evento che colpì la Marsica.

Di particolare interesse, nella trasmissione di repertorio, le interviste ai testimoni di quanto accadde nella Marsica 104 anni fa.

image1

Per il 104° anniversario del terremoto della Marsica, domenica 13 gennaio, alle 21,00, al Castello "Orsini – Colonna" di Avezzano, si terrà lo spettacolo "Nuovo Giorno", con la Fanfara dei Carabinieri in Concerto. L'evento, che ha il patrocinio del comune di Avezzano, in collaborazione con l'Associazione musicale "Va' Pensiero", sarà diretto dal Maestro Danilo Di Silvestro; ospite il Soprano Ilenia Lucci. Il concerto prevede l'esecuzione di musica bandistica e classica, con brani elaborati da Guido Ruggeri. Sarà presente la Croce Rossa Italiana di Avezzano. Presenta la giornalista Orietta Spera. Ingresso Libero.

canistro madonnina

Inverno "polare" nella Marsica, ma meraviglioso: uno scatto che fa sognare giunge da Canistro nel cuore del Parco Naturale della Sponga. Qui, tra le acque che scrosciano fra cascate gemelle, si trova la statua bianca di una Madonnina, in questi giorni attorniata da stalattiti di ghiaccio appese alla cavità rocciosa. L’acqua della Sponga si è gelata per via delle basse temperature di questi giorni.

castellorsini

Si terrà venerdì 11 gennaio, dalle 15, al Castello Orsini Colonna di Avezzano, il convegno dal titolo “La voce del silenzio nel mutismo selettivo”. Il programma prevede, dopo i saluti del sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, tra i numerosi interventi previsti, quello della dottoressa Marta Di Meo, psicologa e psicoterapeuta, una delle massime esperte di mutismo selettivo in Italia, che relazionerà su “Come segnalare e intervenire a casa e in classe – aspetti del trattamento”. L’ingresso è libero.

sant agnese

Quattordicesima edizione del Festival della critica sincera e costruttiva nella tradizione aquilana di Sant’Agnese, più noto come “Pianeta maldicenza”.

Il festival della Maldicenza è organizzato da varie congreghe agnesine dell’Aquila.

L’iniziativa, che gode del patrocinio del Comune, si propone di rinnovare la tradizione tipica del capoluogo abruzzese della maldicenza intesa “non come basso pettegolezzo o insulto, ma come sana e sincera critica costruttiva” come affermano i promotori. Si parte venerdì 11 gennaio con il programma ufficiale di una manifestazione in realtà già partita l’8 dicembre con la coinvolgente Tombolata agnesina, l’unica al mondo con 99 numeri, il numero simbolo dell’Aquila. Il 18 gennaio la tavola rotonda dal titolo “Pianeta maldicenza e carnevale” e, sabato 19, premiazione della confraternita vincitrice con la consegna del “Palio di Sant’Agnese”.