rubriche varie

avezzano

Ad Avezzano, in prossimità di cantieri aperti, come nel caso del carico e scarico delle merci, spesso le segnalazioni non ci sono affatto o vengono effettuate in modo troppo ravvicinato al cantiere stesso e le auto, in curva, in prossimità di uno snodo stradale, sitrovano ad essere handicappate nel transito, con il rischio di invadere la corsia opposta, generando incidenti. Poichè il fatto si verifica spesso, in diversi casi e in ogni stagione, lo segnialiamo a Chi di competenza.

 

ospedale

 

Riorganizzato dalla Asl lo sportello di ascolto per mobbing sul lavoro con cinque servizi integrati, tra cui, medicina del lavoro, psichiatria, psicologia, medicina legale e tossicologia delle dipendenze. Tramite la certificazione del proprio medico di famiglia, che valuta se il disagio rientra nell’ambito dell’ambiente di lavoro, attraverso la quale l’utente si può prenotare tramite Cup, negli ospedali dell'Aquila, Avezzano, Sulmona e Castel di Sangro oppure nei distretti sanitari. L’appuntamento si può prendere di persona oppure telefonando al numero gratuito del centro prenotazione 800.862.862, attivo dal prossimo 18 novembre, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13.

 

cinghiale

Si è tenuto ad Assergi il confronto politico sul problema dei cinghiali, avviato dal vice presidente Maurizio Pelosi e dal Consiglio Direttivo dell’Ente Parco allo scopo di “affrontare in maniera condivisa ed efficace, tramite l’ascolto di tutti i punti di vista, la questione del numero elevato dei cinghiali e dei danni che essi procurano a cose e persone”.

L’incontro, presieduto da Pelosi con la partecipazione del direttore dell’Ente Domenico Nicoletti e dei consiglieri Graziano Ciapanna e Stefano Petrucci, ha registrato l’insediamento di una commissione per la redazione di un piano di gestione del cinghiale, di cui fanno parte, oltre al Parco, le cinque province dell’area protetta: L’Aquila, Teramo, Pescara, Rieti ed Ascoli Piceno.

La commissione tornerà a riunirsi martedì 17 novembre, con l’obiettivo di entrare nello specifico delle azioni da intraprendere grazie all’apporto di interlocutori tecnici.

bollette

In materia di controversie sulle comunicazioni elettroniche tra utenti e compagnie, l’Autorità garante (AgCom) ha varato un regolamento (delibera 173/07/CONS) nel quale si identifica subito cos’è il “Tentativo obbligatorio di conciliazione”.

Esiste il modulo UG, necessario per avviare una richiesta di conciliazione al Corecom regionale, il Comitato regionale per le comunicazioni delegato dall’AgCom.

Ma come si svolge la conciliazione?

Chi può partecipare? E’ necessario avere un avvocato?

La prima risposta a cui rispondere è quella relativa al legale.

L’udienza di conciliazione si svolge alla presenza di un conciliatore (delegato dal responsabile del procedimento) che ha la funzione di “arbitro” – non potendo utilizzare altri termini impropri. Il conciliatore deve verificare che la discussione tra le parti (utente o suo rappresentante e delegato della compagnia telefonica) sia corretta e secondo i regolamenti ed invita le parti a esporre le proprie ragioni, in modo da chiarire i punti di contrasto e individuare una soluzione accettabile per entrambi.

Al termine dell’udienza si redige un verbale, che ha valore di atto esecutivo.

municipioavezzano

Per mercoledì 18 novembre, alle 10.00, nella sala conferenze del Comune di Avezzano, FIM-FIOM-UILM della Marsica, terranno una conferenza stampa su un attuale e scottante tema, cioé: QUEL CHE RESTA DELL'INDUSTRIA METALMECCANICA NELLA MARSICA, DOPO LA CRISI.

    Interverrà, per i saluti dell'Amministrazione Comunale di Avezzano, l'Assessore al Lavoro, Alessandra CERONE.