rubriche varie

abruzzo regione logo

Voucher rivolti a giovani under 35 per rimborsare loro le spese di iscrizione e frequenza a corsi di laurea, di specializzazione, master o dottorati di ricerca, già sostenute oppure da sostenere.

«Contiamo di aiutare, con i 2.850.000,00 euro messi a disposizione, almeno 1.000 giovani abruzzesi che vogliono investire su un un percorso di formazione e di crescita»"

. Così l'assessore alle Politiche giovanili, Marinella Sclocco, ha presentato oggi, in una conferenza stampa a Pescara, il bando pubblico per Voucher di Alta formazione.

L'intervento, a valere su risorse finanziarie del POR FSE 2014-2020, punta a facilitare le scelte individuali di giovani meritevoli, appartenenti a nuclei familiari con reddito fino a 25mila euro, attraverso l'erogazione di voucher per la frequenza, in Italia e all'estero, di corsi di studio universitario e post universitario.

civitella roveto comune e carabinieri 110712 rep 02

Il clima continua a cambiare e, nell’ambito della "campagna clima" promossa dal WWF “Save the Climate, Save the Humans”, domenica 25 ottobre, il WWF Abruzzo Montano, sarà presente con un banchetto informativo a Civitella Roveto all’interno della manifestazione “Lungo le Antiche Rue”, per esprimere la vicinanza e la solidarietà alla comunità della Valle Roveto e Marsicana duramente e colpita dai recenti eventi meteorologici.

L’obiettivo è quello di informare, sensibilizzare ed attivare i cittadini sui comportamenti e sull’adozione di gesti e stili di vita quotidiana che possono dare un contributo concreto nella lotta al cambiamento climatico.

abruzzo

L'edilizia registra alcuni segnali positivi quali l’incremento annuo di fatturato e commesse e la crescita semestrale dell’occupazione. Proseguono le difficoltà del settore commerciale con diminuzioni del fatturato e dell’occupazione e aumento dei costi.
L’artigianato mostra risultati negativi di fatturato e ordini ma l’occupazione cresce leggermente nel semestre.
Le previsioni sono negative per commercio e artigianato e positive per l’edilizia.
Le grandi imprese registrano le migliori performance tendenziali degli indicatori.

Il primo semestre del 2015 non è stato particolarmente positivo per le imprese edili, commerciali ed artigiane abruzzesi.

di pangrazio giovanni 281213 rep 02

Quarantaquattro frigoriferi, due tonnellate di indifferenziato sparso per la città, più di 100 sacchi di rifiuti, una ventina di ingombranti e tutto ciò in soli 12 giorni. Questo è il bilancio di una delle relazioni che la ditta convenzionata con il comune per l'effettuazione della raccolta differenziata, ha inviato all'assessore all'ambiente del Comune di Avezzano, sul servizio di rimozione dei rifiuti abbandonati. “Proseguiamo con il sostegno della ditta incaricata nell'attività di bonifica ma l'inciviltà di alcuni cittadini non è più tollerabile. Non è possibile abbandonare 30 frigoriferi nei pressi della cava Frani su via Massa D'Albe – continua – la stessa fatica impiegata per portare gli elettrodomestici in un luogo qualunque, può essere spesa per trasferirli nelle numerose isole verdi a disposizione nella città o al centro smistamento. Invitiamo i cittadini che hanno la coscienza sporca e non solo, a quanto pare, a mettersi in regola con i mastelli. Foto trappole, multe, cartelli, quanto ancora l'amministrazione dovrà investire per sanzionare gli incivili? Non sarebbe meglio, spendere i soldi pubblici in qualcosa di più concreto e che rimanga tra le nostre strade?”

Si ricorda che i rifiuti ingombranti e quelli di apparecchiature elettriche ed elettroniche possono essere conferiti, recandosi direttamente e gratuitamente presso il Centro Di Raccolta di Via Nuova, 100; oppure, nelle isole ecologiche mobili o chiamando il numero verde 800501690 per il ritiro gratuito a domicilio. 

avezzano arssa 170211 rep 04

Stop poco amati dagli avezzanesi, che non si fermano sulle strade che intersecano via Marruvio e via Nazario Sauro, come, ad esempio, via Fratelli Rosselli; stop che non è da considerarsi (sempre secondo alcuni automobilisti), quello della rotonda che si trova sul piazzale della stazione ferroviaria (e cioè piazza Matteotti), prima di sbucare su via Monte Velino. Ed è difficile aspettarsi (anche solo come gesto di cortesia), che gli automobilisti si fermino su quelle piccole arterie che vanno ad incrociare pure via Montello. Come mai? Il fenomeno è reiterato, si verifica da sempre e non si capisce perché. Rispettare i segnali stradali è un importante sintomo di civiltà e di sicurezza. Intanto ricordiamo questa consuetudine errata alle Autorità di competenza.