Cultura

sulmonatreXXXIII SULMONACINEMA

17 – 20 e domenica 27 DICEMBRE 2015

SPAZIO SENSORIALE SOUL KITCHEN, Via Alessandro Volta n°8 Sulmona

La prima giornata di questo XXXIII Sulmonacinema ci porta in Calabria, a contatto con un mondo complicato a confrontarci con temi quali ‘ndrangheta e condizione femminile. È proprio di questo che parla il pluripremiato “La Terra dei Santi” di Fernando Muraca, vincitore al “Cinema! Italia!”, al “Festival del cinema Mediterraneo Verso Sud” e ai “Premi internazionali Flaiano” che verrà proiettato giovedì 17 dicembre, ore 18,00. Vittoria è un magistrato, viene dal nord e crede nella giustizia. Assunta è la vedova di un soldato di 'ndrangheta, non è mai uscita dalla sua terra e gli unici legami che riconosce sono quelli della famiglia. Per lei la vendetta è un diritto e non avere paura del sangue un dovere; ed è per dovere che è costretta a sposare suo cognato Nando, come è già successo a sua sorella Caterina moglie del boss latitante Alfredo Raso in guerra con la cosca dei Macrì. Vittoria ha un obiettivo: scardinare l'omertà delle donne verso quel sistema patriarcale che sta alla base della più influente organizzazione criminale del mondo. Indagini e arresti sono armi inutili allo scopo; per vincere la sua battaglia l'unica possibilità è quella di togliere la patria potestà a tutte le madri che mandano a morire i propri figli. Assunta ha rinunciato alla sua libertà e alla sua vita per proteggere i figli ma sarà costretta a vedere oltre quella gabbia che l'ha intrappolata, oltre quella terra di sangue, un tempo nota come la Terra dei santi.

A seguire alle ore 21,00, “Anime Nere” di Francesco Munzi. Pellicola che ha trionfato ai David di Donatello 2015, vincendo tra gli altri i premi come miglior filim e miglior regia, e ai Nastri d’Argento dove si è aggiudicato il premio per la miglior sceneggiatura, il miglior montaggio e la miglior produzione. Tratta la storia di tre fratelli calabresi, Luciano, Rocco e Luigi. Quest'ultimo, il più piccolo, è un trafficante internazionale di droga, mentre Rocco, milanese d'adozione, è un imprenditore grazie ai soldi sporchi di Luigi. C'è poi Luciano, il maggiore, che si culla ancora nell'idea di una Calabria preindustriale. Leo è il figlio ventenne di Luciano, un giovane senza identità, che per una lite banale compie un atto intimidatorio nei confronti del bar del clan rivale. Altrove sarebbe stata una cosa di poco conto, ma qui siamo in Aspromonte. Luciano è costretto a rivivere il dramma per la morte del padre. Gli altri due fratelli tornano al paese d'infanzia per affrontare nodi irrisolti del passato.

Alle ore 23 anche quest’anno ci sarà il Dopofestival, in collaborazione con il SoluKitchen, che si aprirà con Cecilia. Ribelle, talentuosa e curiosa, coltiva il gusto per la sperimentazione, cercando di slegare l’arpa dall’immagine classica ad essa associata. Ottenuto il diploma al Conservatorio, Cecilia “fugge” a Los Angeles e si mantiene suonando busking. Tre mesi dopo torna a Torino da dove riparte scegliendo questa volta la vita da marinaio: si imbarca otto mesi per “allietare” le orecchie dei turisti in crociera. Lì capisce che fare male quello che si ama è terribile, ma quest’esperienza le permette di conoscere tanti posti (dall’India alla Cina, dal Mediterraneo alla Penisola Arabica) e arricchirsi di volti e storie. Senza lasciare mai l’arpa, nel 2011 torna a casa, inizia a lavorare in libreria e finalmente a prendersi il tempo per scrivere le sue prime canzoni. Grazie all’incontro con il produttore Neda – MeatBeat Studio – scopre l’elettronica e le si spalancano le porte di nuove possibilità espressive, sia strumentali che vocali. L’arpa inaspettatamente pop diventa il punto di partenza per raccontarsi e raccontare ciò che ha intorno.

È POSSIBILE ACQUISTARE LE TESSERE SOCIO E GLI ABBONAMENTI PRESSO LA SEDE DELL’ASSOCIAZIONE SULMONACINEMA IN VIA A.VOLTA 7. I BIGLIETTI POTRANNO ESSERE ACQUISTATI DIRETTAMENTE PRESSO IL SOUL KITCHEN.

Orari biglietteria : dalle ore 11.00-13.00/17.00-19.00.

concerto

Tra le aziende che finanziano il concerto di fine anno “Città di Avezzano”, dedicato ad Alessandro Giancarli e alle vittime della strada, in programma per domenica 27 dicembre, alle 18:00, al Castello Orsini di Avezzano, con ingresso libero, alcune devolveranno il loro contributo aL’isola che non c’è”, sita in seno alla Cooperativa Sociale “L’Arca” di Canistro, la cui sede è tra gli edifici disastrati a causa della violenta alluvione dello scorso ottobre, perché i piccoli ospiti possano vivere un Natale un po’ diverso, un po’ più felice.

libridue

"I Fontamaresi" è un libro che parla della Scuola delle Libertà, nella fontamara di Ignazio Silone ed è a cura degli autori Antonio Gasbarrini e Annibale Gentile.

L'evento di presentazione del volume avrà luogo ad Avezzano, venerdì 18 dicembre, alle 17,30, nella sala consiliare del municipio.

Interverrà, tra gli altri, oltre al sindaco Gianni Di Pangrazio, il giornalista Eliseo Palmieri.

medici

Dopo il successo avuto nelle province di L'Aquila, Chieti e Pescara Il Servizio Beni e Attività Culturali della Regione Abruzzo organizza per Mercoledì 16 dicembre, con inizio alle ore 16,30, presso Auditorium S. Agostino di Atri, l'ultimo appuntamento del Convegno-Percorso Culturale sul tema : "Il Dolore Inutile - L'Umanizzazione nelle Cure". Dove si vogliono porre, al centro del dibattito, tutte le tematiche relative alla scienza del dolore ed ai progressi notevoli compiuti negli anni, oltre che dare uno spaccato sociale e culturale alle magnifiche realtà esistenti nella nostra Regione che si adoperano sul tema Dolore e le cure per alleviarlo.

sulmona piazza e centro 241012 rep 05Ovidii Taberna: duecento libri sul poeta dell’amore

A Sulmona la più grande biblioteca al mondo su Ovidio

Palazzo Sanità sede di incontri e manifestazioni sul letterato latino

Sulmona - 15/12/2015 - Una collezione di testi antichi riguardanti le opere di Ovidio, pubblicati a partire dal 1540, per realizzare la più grande biblioteca al Mondo sul poeta. E’ l’iniziativa “Ovidii Taberna. Duecento libri per il ritorno di Ovidio”, promossa e ideata da DMC Cuore dell'Appennino & Fabbricacultura, insieme per Ovidio 2017. In attesa del bimillenario della morte di Publio Ovido Nasone, le cui celebrazioni inizieranno proprio nel 2017, la città di Sulmona rende omaggio al suo poeta, presentando una piccola collezione di testi ovidiani, prodotti dal 1500 ai nostri giorni. A Palazzo Sanità, dal 15 al 30 dicembre, saranno in mostra i testi provenienti da ogni parte del mondo. Nella maggior parte dei casi, contenenti tavole sulla trama delle opere, disegnate e incise dai più famosi artisti come, uno fra tutti, Picasso. Stampate dai più celebri editori di ogni epoca: Manuzio, Platin, Bodoni, in vesti pregiate, con le migliori rilegature: cuoio, pergamena, pergamena a rilievo e carte profumate di essenze. Il genio della poesia latina, il cantore dell’amore torna così nella sua città natale. Incontri e manifestazioni, a partire dal 15 dicembre, celebreranno il letterato latino.

Programma manifestazione: 15 dicembre ore 16.30 - inaugurazione

16 dicembre 17:30

Un thè con Ovidio, conversazioni a cura del liceo Classico di Sulmona”.

18 dicembre 17:30

La donna da accessoria a protagonista: la vera rivoluzione ovidiana” a cura della dott.ssa Rosanna D’Aurelio responsabile della biblioteca comunale Ovidio.

19 dicembre 17:30

Temporary Ovidio, letture a cura del Liceo Classico di Sulmona”.

20 dicembre 17:30

La statua di Ovidio a Sulmona nel percorso artistico di Ettore Ferrari” a cura della dott.ssa Emanuela Ceccaroni, Archeoclub d’Italia sede di Sulmona.

22 dicembre 17:30

Ercole in Ovidio: immagini di un dio” a cura del dott. Alessandro Bencivenga, associazione culturale “Amici del Certamen”.

28 dicembre 17:30 “La storia dell’uomo nei supporti scrittori” a cura della dott.ssa Beatrice Ricottilli, archivista di Stato.

P.B.