Politica

lega nord abruzzo

Una seduta urgente e straordinaria del Consiglio comunale di Pescara, convocata in seduta aperta, per discutere anche con il Prefetto Basilicata, con il questore Misiti e con il nuovo Comandante dei Carabinieri dell’emergenza sicurezza che stanno innegabilmente vivendo le attività commerciali del centro.

Ma soprattutto per avanzare proposte concrete, a partire dal ripristino dei presidi interforze

fissi da dislocare in piazza Salotto, in piazza Sacro Cuore e in un terzo sito da concordare con gli

stessi operatori commerciali, presidi che vedano la presenza di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia

di Finanza e, ovviamente, Polizia municipale, e che siano operativi anche di notte, con una prima

sperimentazione di sei mesi, per poi passare a una verifica dei dati. È quanto deciso oggi nel corso

della seduta della Commissione Sicurezza che, raccogliendo la richiesta dei commercianti, ha

ascoltato una delegazione di operatori del settore, in merito alle ultime spaccate e rapine”. Lo ha

detto il Presidente della Commissione Sicurezza e Mobilità Armando Foschi al termine

dell’incontro al quale hanno preso parte, tra gli altri, l’assessore al Commercio Alfredo Cremonese,

i rappresentanti di Confcommercio, Cna, e Comitati del centro, rappresentati anche da Marina

Dolci, e il neocomandante della Polizia municipale Danilo Palestini.

 

"I commercianti hanno paura – ha spiegato il Presidente Foschi – e quello che più li spaventa è

sembra che alcune Istituzioni stiano sottovalutando un problema reale, concreto e tangibile.

Secondo le stime in loro possesso, le attività più colpite da rapine e spaccate sono ottici, bar e

pizzerie. Quando va bene, la microcriminalità agisce di notte, irrompe con violenza, fa danni, ruba

le casse, in cui neanche trova soldi, e se ne va. Ma se va male, agisce di giorno, incurante della

presenza di clienti e persone, minacciati fisicamente per pochi euro. L’amministrazione comunale,

dal canto proprio, si è già attivata sul fronte della sicurezza: il prossimo 23 ottobre si terranno le

prove scritte per il reclutamento dei primi 20 nuovi agenti di Polizia municipale a tempo

indeterminato; subito dopo partiranno le procedure per un secondo concorso da tenere nel 2020 per

il reclutamento di altri 35 agenti, cui si aggiungeranno altri 20 vigili a tempo determinato per il

periodo estivo, quindi a breve disporremo di circa 70 nuove unità da assegnare al controllo della

città. Poi le telecamere: sta andando avanti la procedura di gara per un appalto europeo di 1milione

400mila euro che ci consentirà di installare almeno 300 telecamere su tutta la città. E stiamo

lavorando anche per garantire una pubblica illuminazione efficiente ovunque, dopo aver ereditato

una situazione disastrosa sul territorio. Ma bisogna fare di più e meglio”. A illustrare meglio il

funzionamento del futuro impianto di videosorveglianza è stato il comandante Palestini: “Non

parliamo solo di occhi sulla città, ma di una rete che non appena intercetta un movimento sospetto

invia un alert al Comando facendo scattare la pattuglia che entro 5 minuti arriva sul posto. Inoltre le

telecamere verranno messe in rete con tutte quelle private dei commercianti e allora quei 300 occhi

diventeranno 3mila occhi sul territorio. Non solo: oggi piazza Santa Caterina non è più quella di tre

mesi fa anche grazie all’ultima ordinanza, frutto di un’attività investigativa condotta dalla Polizia,

che impedisce i sovraffollamenti nei negozi e nelle abitazioni, dove spesso la necessità di

condividere un affitto nasconde uno sfruttamento illecito”. “Sicuramente non abbiamo risolto i

gravi problemi trovati appena insediati, lo scorso luglio – ha sottolineato l’assessore Cremonese –

ma è evidente che abbiamo dato al tema della sicurezza la massima priorità, attenzione e questo ci

sta premiando in termini di risultati e obiettivi”. “Però i commercianti chiedono l’attenzione non

solo del Comune che è presente, ma anche da parte delle altre Istituzioni del territorio – ha ancora

sottolineato il Presidente Foschi -, chiedono di essere ascoltati, ricevuti, di potersi confrontare, di

poter avanzare proposte anche su come aumentare la percezione di sicurezza tra i cittadini, senza

negare l’esistenza di un problema che c’è, al di là di numeri e statistiche. Che due giorni fa c’è stata

l’ennesima spaccata in via Nicola Fabrizi è un dato concreto, che magari inciderà dello 0,1 per

cento sulle statistiche nazionali, ma per Pescara, per chi abita o lavora sulla strada è un dramma che

fa paura. Per questa ragione riteniamo che sia necessario consentire un dialogo allargato: chiederò

subito la convocazione di una seduta straordinaria e aperta del Consiglio comunale, che veda la

presenza delle Associazioni di categoria dei commercianti, degli operatori interessati, ma anche del

Prefetto Gerardina Basilicata, del Questore Misiti e del Comandante provinciale dei Carabinieri. La

prima richiesta che sicuramente avanzeremo in un documento ufficiale è la ricostituzione dei gruppi

di Polizia Interforze con Presidi fissi da ripristinare in piazza Salotto, piazza Sacro Cuore e un terzo

sito centrale che individueremo con gli operatori della zona, presidi che dovranno essere presenti

anche di notte, con una sperimentazione di almeno 6 mesi per cominciare, nell’attesa che si

completino le procedure dell’impianto di videosorveglianza. Quindi andremo a verificare il

funzionamento e l’efficacia di tale presenza per decidere le azioni future”.

Pescara, 17.10.2019

(Comunicato giunto in redazione).

 

la porta

"L'interpellanza presentata dal Consigliere del M5S Pettinari, riguardante la situazione dei nostri tirocinanti della giustizia è apparsa come un maldestro tentativo di ergersi come unico difensore degli stessi, un goffo tentativo farcito di ovvietà e qualche inesattezza, o ancora peggio un atto di sciacallaggio politico su un tema grave, ove la Lega è stata sempre presente ed attenta fin dalla campagna elettorale del 2018". Ha dichiarato Antonietta La Porta (sopra), Consigliere della Lega che ha poi aggiunto: "Personalmente ho incontrato i tirocinanti durante la campagna elettorale e dopo, fra i primi temi affrontati del mio mandato, ho sottoposto la questione all'assessore Fioretti il quale si è prontamente attivato presentando in giunta la delibera n. 223 del 29 Aprile 2019. L'avviso invocato dal consigliere Pettinari nella interpellanza per l'assunzione a tempo indeterminato di 616 operatori giudiziari è purtroppo uscito dimenticando l'Abruzzo". "Sarebbe più utile alla causa se Il consigliere Pettinari si rivolgesse al suo collega di partito (ministro della giustizia Bonafede ) - precisa La Porta - e gli chiedesse perché ha escluso l'Abruzzo e di conseguenza i tirocinanti in questione, dall'avviso pubblicato sulla gazzetta ufficiale dell'8 Ottobre 2019. La Lega così come promesso in campagna elettorale non abbandonerà i tirocinanti, ma siamo convinti che il percorso intrapreso dal 2011 debba essere portato a compimento in tempi brevi dall'attuale governo". "Vada quindi a Roma dal suo Ministro il Consigliere Pettinari e torni con la soluzione del problema - conclude la consigliere Leghista - ci troverà pronti anche ad applaudirlo".

angelosante simone tre

CONSIGLIO REGIONALE, ANGELOSANTE: APPROVATO CONTRIBUTO ALLA FISI

 

(ACRA) – L'Aquila,  ottobre - Il Consiglio regionale ha approvato una proposta di legge che prevede uno stanziamento di 50 mila euro quale contributo alla Federazione Italiana Sport Invernali (comitato abruzzese). “Si tratta – spiega il Consigliere regionale Simone Angelosante - di un contributo mirato alla promozione delle attività sportive giovanili della Fisi, in quanto in Abruzzo lo sci è una gran bella realtà che vanta 2.000 tesserati e 40 sci club regionali. Inoltre, abbiamo oltre 20 atleti che sono “osservati” nazionali per i titoli conquistati, un atleta nella nazionale C, l'aquilana Giulia Di Francesco, Goffredo Mammarella del gruppo sportivo Carabinieri ed è abruzzese il vincitore della gara “Pinocchio sugli sci” che è la massima manifestazione per i giovanissimi italiani e si tratta di Andrea Piccone. Questo finanziamento – sottolinea Angelosante - consentirà ai nostri giovani di praticare lo sci, attraverso le scuole, gli sci club e a partecipare alle gare nazionali che si tengono normalmente sulle piste alpine. Si tratta di un investimento sul nostro futuro sportivo. Altre regioni del nord, da sempre, sostengono questa attività mentre per l'Abruzzo si tratta la prima volta. Lo sci, infine, è un formidabile motore economico del turismo regionale”. A commentare l'approvazione del provvedimento in Consiglio è intervenuto il presidente della Fisi Angelo Ciminelli: “Un doveroso ringraziamento va ai Consiglieri che hanno sostenuto l'attività della Federazione. Un sostegno importante per i nostri ragazzi in questo momento storico dove sono molti gli atleti in vista a livello nazionale. Finalmente, per la prima volta, i nostri ragazzi potranno praticare questo sport avvicinandosi all'agonismo vero, soprattutto a livello giovanile, dove le tante trasferte rappresentano un impegno economico sostanzioso per le famiglie”. (red)

 
abruzzo regione logo
CONSIGLIO REGIONALE APPROVA MODIFICA LEGGE CASE POPOLARI
(ACRA) – L’Aquila 15 ottobre – E’ stata approvata a maggioranza la legge di iniziativa della giunta regionale che modifica le norme per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la determinazione dei relativi canoni di locazione. La legge si compone di sei articoli e non comporta impegni di spese per il bilancio regionale. Tra le novità il nuovo progetto di legge amplia la categoria dei reati previsti dalla legge regionale 96/1996 che nella  sua formulazione attuale, richiede che l’intestatario della domanda di assegnazione  e/o uno dei componenti del suo nucleo familiare non debba avere riportato condanne penali passate in giudicato per una serie di reati. La nuova legge, amplia la categoria dei reati, ricomprendendo tra le condanne definitive anche i reati di vilipendio di cui agli artt. 290 e ss. c.p. (vilipendio della Repubblica, delle  istituzioni  costituzionali e delle forze armate, vilipendio alla nazione italiana, vilipendio  o danneggiamento alla bandiera o ad altro emblema dello Stato), tutti i reati contro la PA (dal peculato alla corruzione, passando per concussione e violenza o minaccia a pubblico ufficiale), contro l’amministrazione della giustizia (es. reati di favoreggiamento e falsa testimonianza), contro l’ordine pubblico, contro il patrimonio, fino ad arrivare ai delitti contro la persona (maltrattamenti in famiglia, lesioni, omicidio, ecc.). La proposta di legge introduce inoltre una disposizione di favore nei confronti dei coniugi separati o divorziati, i quali, seppur titolari di case di proprietà, non possono usufruirne in quanto assegnate dalla legge all’altro coniuge, il che determina spesso una situazione di forte difficoltà economica e abitativa. In questi casi, si prevede che la casa assegnata al coniuge separato o all’ex-coniuge non sia considerata ai fini del requisito di cui alla lettera d), ossia quello relativo alla non titolarità di diritti di proprietà o altri diritti reali di godimento. Il progetto di legge intende,  tra l’altro, rendere più precisa la disciplina delle dichiarazioni in merito all’attestazione della proprietà, garantendo maggiore equità e certezze nei controlli dei requisiti. In particolare, per quanto riguarda i cittadini stranieri non sarà più consentita un’autocertificazione su eventuali proprietà all’estero, bensì occorrerà presentare una certificazione, rilasciata secondo i criteri previsti ai sensi dall’art. 2 del D.P.R. n. 394/1999. (red)
 

emiciclo due

Sono in corso i lavori del Consiglio regionale riunito questa mattina in seduta ordinaria all’Emiciclo. Nella prima parte della giornata sono stati esaminati tutti i documenti politici posti all’ordine del giorno: interrogazioni dei Consiglieri Pettinari e Pepe sul "Programma di sviluppo rurale 2014/2020 (PSR) della Regione Abruzzo" , del consigliere Blasioli sul tema "Dell'utilizzo di veicoli a motore categorie M2 e M3 alimentati a benzina o gasolio con caratteristiche antinquinamento Euro 0". A seguire sono state discusse le seguenti interpellanze: "Stato della procedura di project financing dell'impianto sportivo 'Le Naiadi' di Pescara" (Blasioli); "Chiusura ambulatorio veterinario Asl di Colle Torino a Bucchianico (Ch)" (Stella); "Immobili Ater di Teramo" (Pettinari); "Sorveglianza sanitaria in azienda Asl 02" (Taglieri); "Procedure in atto per l'affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale" (Paolucci); "Sostegno ai tirocinanti della giustizia della Regione Abruzzo" (Pettinari).