rubriche varie

abruzzo

Sulla questione Tua, l’azienda del trasporto unico abruzzese, Camillo D’Alessandro, consigliere regionale con delega ai trasporti, parla chiaro: senza la sottoscrizione del contratto di secondo livello, che da domani sarà sottoposto al referendum dei lavoratori, ci saranno 11mln di euro in meno per le spettanze economiche dei lavoratori.

Vedo e leggo che qualche spezzone locale di sindacato, non facendosi carico della responsabilità che, al contrario, ha contraddistinto le sigle regionali, sta diffondendo false informazioni. Vorrei chiarire a tutti la reale situazione, come da sempre del resto anticipata e rappresentata dal presidente di TUA, Luciano D’Amico”. Inizia così una nota del Camillo D’Alessandro.

D’Alessandro spiega che, poiché GTM e Sangritana sono state incorporate, i rispettivi contratti aziendali non esistono più dal giorno della fusione e pertanto può giuridicamente esistere solo quello della ex ARPA, vale a dire la società incorporante.

pescara citta 200812 rep 08

Botta e risposta fra l'amministrazione comunale e il centrodestra in merito alla "paternità" del cantiere antiallagamenti concluso di recente, che sembra aver definitivamente risolto il problema degli allagamenti nella zona dello Stadio.

A parlare per primi sono stati gli esponenti dell'attuale opposizione, ovvero Pescara Futura, Forza Italia ed NCD che hanno rivendicato i meriti per aver avviato il cantiere e reperito i fondi (circa 3 milioni di euro) necessari non solo per sistemare la zona di Porta Nuova ma anche nella parte sud al confine con Francavilla.

L'ex sindaco Mascia ha sottolineato come l'intero progetto dalla fase iniziale fino all'apertura dei cantieri sia da attribuire al centrodestra ed alla passata amministrazione da lui guidata, con i benefici che potranno essere visibili a tutti soprattutto nei prossimi mesi invernali, quando non ci saranno più gravi allagamenti al primo acquazzone.

pescaraponte

Controlli della Polizia Municipale fino all'alba. E' quanto torna a chiedere Forza Italia Pescara, con il coordinatore cittadino Cerolini, in merito alla situazione nella zona di via Battisti dove di fatto ormai è nata una seconda movida.

Dopo l'ultimo week end di Halloween durante il quale sono stati segnalati episodi di degrado come risse, lanci di bottiglie e urla fino all'alba, e dopo la protesta di Stefano Cardelli, esponente del Consorzio degli esercenti di via Battisti, arriva la nuova richiesta di intervento da parte di Cerolini che parla di "ordinanze spot" in riferimento alla delibera approvata dalla Giunta Alessandrini qualche settimana fa che disciplina la somministrazione di bevande e l'apertura dei locali nella zona.

mappa

Qualcuna ce n'è ma "brilla" per incompletezza, qualcun'altra ce ne vorrebbe ma dovrebbe essere inserita, in più esemplari, in diversi punti "strategici" di Avezzano. Parliamo di "mappe interattive", di quelle che. Negli abitati importanti (come la città di Avezzano), vanno a segnalare le zone "chiave" e cioè i settori dedicati al turismo, all'arte, alla letteratura, o anche ciò che è servizio pubblico, come il cimitero, il comune, le poste, le diverse banche. Un servizio che, "cliccandoci" sopra, possa dare informazioni dettagliate a chi le richieda. Informiamo di questa esigenza dei residenti che amano la propria città, Capoluogo della Marsica, le Autorità di competenza.

 

O. S.

strada-tornanti

E' romantico avventurarsi per gli "storici" zig zag che caratterizzano la Strada Statale "5" bis, che da Celano conduce ad Ovindoli (e viceversa), soprattuto nel periodo che precede le feste natalizie. Purtroppo c'è chi vi si incammina a velocità elevata (ed è problematico per chi lo fa e pure per gli altri, vista la ridotta visibilità a causa delle continue curve)e poi, di notte, la visibilità sulla via è assai scarsa. Ricordiamo che la Statale "5" bis tocca Santa Jona, San Potito (agglomerati abitati) ed il cimitero di Ovindoli. Giriamo a Chi di competenza

 

O. S.